Domenico Galimberti

iPhone 6, primo contatto

di D. Galimberti - Il nuovo arrivato di Cupertino cambia le dimensioni per rispondere alle richieste del mercato. Una scelta con pro e contro, in un pacchetto comunque convincente (con qualche limite)

« Indietro
Foto 1 di 28

Roma - Alla fine Apple ha dovuto cedere al mercato realizzando un telefono dallo schermo maggiorato da 4,7 pollici e uno ancora più grande, da 5,5 pollici, che rientra a tutti gli effetti nella categoria dei cosiddetti phablet, cioè una via di mezzo tra smartphone e tablet. Personalmente preferisco il modello più piccolo, ed è proprio attorno a questo modello che si concentrerà la seguente prova: questa è la recensione di iPhone 6, anche se a tratti verranno fatti degli accenni alle differenze col modello "plus", soprattutto a livello di specifiche tecniche.

Partiamo da qualche dato tecnico: iPhone 6 (e anche il plus) monta un processore Apple A8, 1GB di RAM (scelta criticata dai più, che avrebbero voluto 2GB di RAM) e una memoria di archiviazione in tre diverse taglie: 16GB, 64GB e 128GB. Apple ha deciso di eliminare il taglio da 32GB, lasciandolo come scelta solo per chi acquista il 5S, un evidente tentativo di spingere gli utenti verso capacità di archiviazione maggiori. A coadiuvare il lavoro del SoC Apple A8 c'è un coprocessore di movimento Apple M8 che in questa nuova versione include anche un altimetro barometrico. Se la CPU promette un incremento di potenza del 25 per cento (dati Apple) rispetto al precedente A7, il comparto grafico offre fino al 50 per cento di prestazioni in più che, oltre a dare il meglio di sé con Metal, aiutano nella gestione delle nuove risoluzioni di cui parleremo più avanti.

La batteria che fornisce energia al tutto è da 1810mAh, contro quella da 1560 dell'iPhone 5S. Con queste specifiche, nonostante lo schermo maggiorato, iPhone 6 migliora leggermente la sua autonomia rispetto al modello precedente (vedremo in seguito se questo corrisponde a verità nella prova pratica) mentre il fratello maggiore da 5,5 pollici, con la sua capacità da 2915mAh, assicura (sulla carta) un'autonomia quasi doppia.

Non mancano ovviamente altri chip di contorno, come l'NFC che Apple ha inserito insieme al Secure Element per gestire le transizioni monetarie via ApplePay (funzione disponibile da ottobre negli USA, e a data da destinarsi nel resto del mondo). Sottolineiamo che il chip NFC è stato introdotto solo a questo scopo quindi, a meno di aperture future, non sarà utilizzabile per altri scopi.
Arrivando all'oggetto vero e proprio, schermo più grande significa anche ingombro maggiore. Rispetto la modello precedente iPhone 6 è più alto di circa 15 millimetri e più largo di un centimetro, anche se lo spessore risulta estremamente ridotto: sotto i 7 millimetri (per la precisione 6,9) rispetto ai 7,6 dell'iPhone 5S, e anche nel modello plus lo spessore si ferma a 7,1 mm. Forse proprio questa ricerca eccessiva di uno spessore ridotto ha contribuito al cosiddetto bendgate che ha coinvolto Apple la scorsa settimana, con le segnalazioni di alcune modelli che si sono curvati un po' troppo facilmente. In realtà pare che il problema sia molto circoscritto, il che pone molti dubbi sulla sua effettiva entità, come dimostrato anche a test indipendenti. Ma non è questo l'argomento della discussione. Oltre alle dimensioni, nonostante il ridotto spessore anche il peso aumenta leggermente: 129 grammi rispetto ai 112 del'iPhone 5S (ma qualcosina meno rispetto ai 132 grammi dell'iPhone 5C). Per il modello "plus", visti i 5,5 pollici di schermo, saliamo invece a 172 grammi.

Lo schermo, contro tutte le previsioni, non è in zaffiro: pare che alcuni dei fornitori non riuscissero a smussarne gli spigoli con un efficienza tale da assicurare il giusto volume di schermi con la qualità richiesta da Apple, quindi l'appuntamento con questo materiale è rimandato al prossimo iPhone (o all'Apple Watch). Parlando di schermo, affrontare una aumento delle dimensioni significava per Apple trovare un compromesso sulle risoluzioni da utilizzare, sia per mantenere il concetto di "Retina" sia per non introdurre troppe varianti rispetto al lavoro fatto finora.

Per iPhone 6 si è deciso di mantenere la stessa definizione di 326ppi, che riportata sui 4,7 pollici significa passare dai 1136x640 della serie precedente ai 1334x750 di iPhone 6. Sul plus la risoluzione è quella Full HD, 1920x1080, che spinge la definizione fino ai 401ppi. Due nuove risoluzioni da gestire dunque, anche se una mantiene la stessa definizione precedente (lasciando così inalterate le dimensioni "fisiche" degli elementi dell'interfaccia), e l'altra che strizza l'occhiolino ad un possibile futuro di App sulla AppleTV. Oltre alla risoluzione aumenta anche il contrasto, che quasi raddoppia rispetto all'iPhone dell'anno scorso, arrivando a 1400:1 (1300:1 per il modello plus) contro il precedente valore di 800:1. Complessivamente DisplayMate definisce quelli dei nuovi arrivati in casa Apple semplicemente come tra i migliori display LCD per smartphone in circolazione.

L'ultima novità tecnica, prima di passare alle considerazioni sulla prova pratica, riguarda la fotocamera. Pur mantenendo la risoluzione da 8 megapixel, l'obiettivo a 5 elementi, e la stessa apertura f/2.2, viene introdotto un nuovo sistema di autofocus (denominato Focus Pixel) e un sistema di stabilizzazione perfezionato, che nell'iPhone 6 plus aggiunge uno stabilizzatore ottico in grado di assicurare risultati ancora migliori anche in condizioni di luce scarsa.
Notizie collegate
475 Commenti alla Notizia iPhone 6, primo contatto
Ordina
  • dimostrazione pratica di come Apple riesca a fare prodotti migliori, pur con metà RAM, la metà dei core, e qualche centinaio di Hz in meno

    ah già, Apple avrebbe il doppio die bit, ma secondo la maggior parte degli androidiani sono inutili (almeno fino a quando non avranno un telefono a 64 bit, un sistema che li supporta, e applicazioni ottimizzate...)

    http://www.youtube.com/watch?v=nCln9_mgZJo

    Samsung sta proprio indietro eh...
    non+autenticato
  • Ma come fa Samsung a stare indietro se più della metà di quello che c'è dentro ad iPhone lo produce Samsung, a partire dalla ram e le flash...
    iRoby
    6904
  • Se hai visto il test lo vedi da te quanto sta indietro. Come faccia ed essere così indietro è evidente a chiunque usi un po' di raziocinio
    non+autenticato
  • Ma di che test parli? Quello è falsificabile in moltissimi modi... Per esempio aprire prima certe applicazioni e metterle in cache.

    Poi provare telefoni con rom poco ottimizzate...

    Io ho visto custom rom Android accelerare 25 volte l'originale.
    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    >
    > Ma di che test parli? Quello è falsificabile in
    > moltissimi modi... Per esempio aprire prima certe
    > applicazioni e metterle in
    > cache.

    sarà mica per quello che fa il giro due volte, aprendo le stesse app?

    e al secondo giro, iphone ha tutto bello pronto in cache, mentre il samsung arranca dovendo ricaricare tutto, nonostante i fantastiliardi di RAM installata contro il "misero" 1GB di iPhone

    comunque ho capito il tuo problema.
    vedi l'ingranaggio rosso nel tuo avatar?
    gira malissimo, fallo aggiustare
  • - Scritto da: bertuccia
    > sarà mica per quello che fa il giro due volte,
    > aprendo le stesse
    > app?

    Sarà mica che posso falsificare un test aumentando il numero di processi attivi in sottofondo fino all'esaurirsi della RAMSorride

    > e al secondo giro, iphone ha tutto bello pronto
    > in cache, mentre il samsung arranca dovendo
    > ricaricare tutto

    Peccato che l'iphone non ha la personalizzazione e gli extra fatti da SamsungSorride altro che arrancaSorride

    > nonostante i fantastiliardi di
    > RAM installata contro il "misero" 1GB di
    > iPhone

    Samsung produce hardware,non OS,quindi già parti male...
    Oltretutto posso sempre eliminare la zavorra o montare una ROM alternativaOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma di che test parli? Quello è falsificabile in
    > moltissimi modi... Per esempio aprire prima certe
    > applicazioni e metterle in cache.

    in cache? tutte quelle applicazioni?
    ma dici sul serio o stai scherzando?
    (che poi l'iPhoine ha solo 1GB di RAM...)

    > Poi provare telefoni con rom poco ottimizzate...

    Le rom sono quelle con le quali sono venduti i telefoni

    > Io ho visto custom rom Android accelerare 25
    > volte l'originale.

    certo... certo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Se hai visto il test lo vedi da te quanto sta
    > indietro.

    Quale test ?A bocca aperta

    > Come faccia ed essere così indietro è
    > evidente a chiunque usi un po' di
    > raziocinio

    Tanto indietro che è apple che insegue gli altriA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Se hai visto il test lo vedi da te quanto sta
    > > indietro.
    >
    > Quale test ?A bocca aperta

    Quello che ti ostini a far finta di non vedere

    > > Come faccia ed essere così indietro è
    > > evidente a chiunque usi un po' di
    > > raziocinio
    >
    > Tanto indietro che è apple che insegue gli altri
    >A bocca aperta

    certo, quando avrai tra le mani un Android a 64 bit ne riparliamo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > dimostrazione pratica di come Apple riesca a fare
    > prodotti migliori

    e quali sarebbero ?

    > pur con metà RAM

    io pago 730 Euro e ho un quantitativo di RAM come uno smartphone di fascia medio-bassa,lo compro subito guardaA bocca aperta

    > la metà dei
    > core

    come sopra

    > e qualche centinaio di Hz in
    > meno

    Strano però che ad ogni nuova uscita l'aumentanoA bocca aperta

    > ah già, Apple avrebbe il doppio die bit, ma
    > secondo la maggior parte degli androidiani sono
    > inutili (almeno fino a quando non avranno un
    > telefono a 64 bit, un sistema che li supporta, e
    > applicazioni
    > ottimizzate...)

    a meno di app pesanti si,non noti neanche la differenza

    > http://www.youtube.com/watch?v=nCln9_mgZJo

    Ah beh allora se la metti su questo piano....



    posso falsificare il confronto in tanti modi eh.

    > Samsung sta proprio indietro eh...

    Tanto che è stata apple a copiare da Samsung con il 6A bocca aperta e da AndroidA bocca aperta
    non+autenticato
  • ahahahah... unb video fatto "a spezzoni" (dove non si sa cosa viene fatto tra uno spezzone e l'altro) che vorrebbe competere con quello del doppio giro di aperture consecutive filmato in modo continuativo... ma chi vuoi prendere in giro?

    Dai su... smentiscimi anche questo

    http://appleinsider.com/articles/14/10/04/samsung-...
    non+autenticato
  • E' diventata una barzelletta



    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: aphex_twin
    > > - Scritto da: Pasta alla Pirateria
    > > > L'unica farsa è pensare che un oggetto
    > che
    >
    > > > non è complanare
    > possa
    > > > essere usato come livella. Calibrazione
    > o
    > > > meno.
    >
    > > Praticamente mi stai dicendo che l'app
    > livella
    > é
    > > inutile su tutti gli smartphone.
    >
    > Solo su quelli non complanari sveglione !

    A cosa serve quindi il tasto "calibra" , forza sveglione spiegacelo.

    > Solo apple li fa cosi' male del resto !

    Son tanti sai gli smartphone "non complanari" Ficoso
  • Stiv giobs avrà copiato e rubato tutto quello che volete tuttavia nel mio 5S c'è una cpu che negli accrocchi asiatici si comincerà a vedere solo a partire dall'anno prossimo e preso in offerta da Trony aveva pure un prezzo accessibile...
    non+autenticato
  • Ho valutato che facendo da Verona a Milano a 220km/h (in moto) impiego 55 minuti perché comporta anche il dover rifare benzina a causa dei consumi superiori ai 10km/l e quindi perdere tempo al distributore.
    Contro 1:15 che si impiegano a velocità codice con consumo inferiore di carburante e senza rischi.

    Tanto che da persona più matura mi rendo conto a cosa servisse quando ero giovane, avevo moto potenti (e non c'erano i Tutor) andare a tale velocità, se poi il guadagno come tempo era irrisorio.

    Mi chiedo quindi quali vantaggi possa dare una CPU lievemente più veloce a fronte di un display piccolo, rispetto a quello che mi serve per avere una leggibilità adatta alle mie necessità.

    Mi chiedo quando e come mi tornerà indietro il vantaggio della lieve differenza di velocità a fronte di una spesa doppia o tripla rispetto ad MTK octa core, od un buon Snapdragon quad core messo sui telefoni cinesi che dici tu.

    Ma mi chiedo anche perché tali menzogne che scrivi dato che i record di velocità Antutu li detengono proprio telefoni cinesi come Meizu MX4 o modelli con MTK6595

    http://www.hwupgrade.it/news/telefonia/il-nuovo-re...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 ottobre 2014 22.01
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    6904
  • dovresti allora spiegarmi perché l'Apple A8 è un dual-core da 2GHz che consuma una batteria da 1800mAh, mentre nel Galaxy S5 c'è un quad-core da 2,5GHz che consuma una batteria da 2800mAh

    pensa un po', l'Apple A8 ha prestazioni migliori del Galaxy S5, pur consumando di mento... ed ha pure uno schermo migliore...
    non+autenticato
  • ahahah dove sono quelli che "apple guida il mercato"? adesso insegue, come tutti gli altri. apple e' scesa (qualora ci sia mai stata sopra) dal piedistallo.

    "beh, almeno apple sul piedistallo c'e' stata, perche' jobs qui, perche' jobs la'..." questa parte risparmiatevela, apple ha copiato/rubato/comprato idee altrui fin dall'interfacia grafica e il mouse dalla Xerox, jobs si limitava a petterci una mela sopra. Un eccezionale marckettaro? si, ma genio no. E ora che e' morto, apple e' come tutti gli altri.
    non+autenticato
  • Non hai capito un bel niente: se ci tieni vai a prendere un mouse della Xerox, poi ci facciamo 4 risate... non hai neanche la minima idea di come fosse quel primordiale sistema grafico che Apple ha evoluto nelle metafore che oggi tutti usano
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Non hai capito un bel niente: se ci tieni vai a
    > prendere un mouse della Xerox, poi ci facciamo 4
    > risate... non hai neanche la minima idea di come
    > fosse quel primordiale sistema grafico che Apple
    > ha evoluto nelle metafore che oggi tutti
    > usano

    Ho un po di anni sul groppone, ragazzo.
    Lo so, era un "mattone" bello pesante che ti faceva i muscoli all'avambraccio, e indolenziva la spalla, e allora?
    Lo so, era una interfaccia grezza e con scarsa interazione, e allora?
    Apple HA PRESO QUALCOSA DI GIA' ESISTENTE, poi l'ha spanso, migliorato, e qui nulla da dire, ma il punto e' che erano idee ALTRUI. e siamo al mio punto, quindi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Non hai capito un bel niente: se ci tieni vai a
    > > prendere un mouse della Xerox, poi ci facciamo 4
    > > risate... non hai neanche la minima idea di come
    > > fosse quel primordiale sistema grafico che Apple
    > > ha evoluto nelle metafore che oggi tutti
    > > usano
    >
    > Ho un po di anni sul groppone, ragazzo.
    > Lo so, era un "mattone" bello pesante che ti
    > faceva i muscoli all'avambraccio, e indolenziva
    > la spalla, e allora?

    vuoi anche ricordare quanto costava o facciamo finta di nulla?

    > Lo so, era una interfaccia grezza e con scarsa
    > interazione, e allora?

    e allora non aveva nulla a che fare con l'interfaccia dle Mac, se non il fatto che era grafica: niente menù accessibili col mous, niente cestino, niente multifinestra, niente di quello che conosciamo oggi...

    Esattamente come i telefonl touch (qualsiasi sistema consideriamo) erano una cosa completamente diversa da quello che sono oggi, prima dell'arrivo dell'iPhone

    Esattamente come i tablet presentati a gennaio 2010 non videro mai la luce dopo che Apple presentò l'iPad a fine mese, e tutti si misero a rincorrere "quel" concetto di tablet

    > Apple HA PRESO QUALCOSA DI GIA' ESISTENTE, poi
    > l'ha spanso, migliorato, e qui nulla da dire, ma
    > il punto e' che erano idee ALTRUI. e siamo al mio
    > punto, quindi.

    il punto è che tu non comprendi la differenza, ma questo era già evidente... se non ci fosse stato l'iPhone, Android sarebbe stato un clone del Blackberry (come si vede dai primi prototipi); non è che Apple abbia inventato il touch, ma guardacaso dopo i suoi prodotti, tutti seguono quella direzione, quindi dimmi tu chi è che guida e chi è che segue (e ti prego, non tirare in ballo la fesseria dello schermo ingrandito come "innovazione")
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Non hai capito un bel niente: se ci tieni vai a
    > prendere un mouse della Xerox, poi ci facciamo 4
    > risate... non hai neanche la minima idea di come
    > fosse quel primordiale sistema grafico che Apple
    > ha evoluto nelle metafore che oggi tutti
    > usano

    Il mouse che tutti oggi usano ha due pulsanti e una rotella.
    Il mouse di apple aveva un tasto solo.
    Quindi tu non solo non sai, ma parli pure a vanvera.
    Sei leguleio?
  • - Scritto da: panda rossa
    > Il mouse che tutti oggi usano ha due pulsanti e
    > una
    > rotella.
    > Il mouse di apple aveva un tasto solo.

    Hai presente l'evoluzione ? Ecco.

    > Quindi tu non solo non sai, ma parli pure a
    > vanvera.
    > Sei leguleio?

    Detta così no, sei tu. Ficoso
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Il mouse che tutti oggi usano ha due
    > pulsanti
    > e
    > > una
    > > rotella.
    > > Il mouse di apple aveva un tasto solo.
    >
    > Hai presente l'evoluzione ? Ecco.

    Ho presente.
    Altrove evolvono e poi apple copia.
    Ecco.
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Hai presente l'evoluzione ? Ecco.

    Quindi non era un prodotto apple,l'evoluzione c'è stata in altri campi e di sicuro non in apple...
    non+autenticato
  • So che tu non lo puoi sapere, ma anche se a te sembra che abbia un tasto solo in realtá non é cosí.
  • - Scritto da: aphex_twin
    > So che tu non lo puoi sapere, ma anche se a te
    > sembra che abbia un tasto solo in realtá non
    > é
    > cosí.

    A me non frega un tubo delle scemenze by apple rimaste appese al chiodo e sempre snobbate dall'informatica.

    Oggi ci sono mouse da gamer da decine di tasti programmabili,mouse con superficie tattile e touchpad multitocco wireless....dai un'occhiata a Logitech ed affini.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: aphex_twin
    > > So che tu non lo puoi sapere, ma anche se a
    > te
    > > sembra che abbia un tasto solo in
    > realtá
    > non
    > > é
    > > cosí.
    >
    > A me non frega un tubo delle scemenze by apple
    > rimaste appese al chiodo e sempre snobbate
    > dall'informatica.
    >

    E mi sta bene che a te non freghi un tubo, ma almeno abbi la decenza di non scrivere scemate su argomenti che a te non fregano un tubo.
    Hai scritto una scemenza , prendine atto.

    > Oggi ci sono mouse da gamer da decine di tasti
    > programmabili,mouse con superficie tattile e
    > touchpad multitocco wireless....dai un'occhiata a
    > Logitech ed
    > affini.

    Non me ne frega un tubo di mouse da gamer con decine di tasti, infatti non ne ho parlato.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 ottobre 2014 16.50
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)