Gaia Bottà

Skype Qik, videomessaggi mobile

Brevi video per conversare senza l'impegno della comunicazione sincrona, ma con la ricchezza delle immagini in movimento. Così Microsoft prende posizione nel rigoglioso mercato della messaggistica mobile

Roma - L'immediatezza del video, l'effimero dei botta e risposta: Microsoft ha scelto di differenziarsi nell'agone della messaggistica mobile con il lancio di Skype Qik per smartphone Windows Phone e Android e per iPhone. La conversazione, sganciata dalla necessaria sincronia e dall'impegno delle videochiamata di Skype, dovrebbe coinvolgere gli utenti con le sfumature delle espressioni e del movimento, con i colori e i suoni che è difficile sintetizzare in una digitazione.


Erede dell'ormai deposto brand Qik, applicazione che Microsoft aveva acquisito nel 2011 insieme al suo team di sviluppatori, Skype Qik si posiziona a cavallo fra le applicazioni di instant messaging che possono essere corredate da video come WhatsApp e affini e le app che promettono all'utente la garanzia di un rapido oblio come Snapchat, o la recentissima Xim, che Microsoft ha dedicato alle fotografie: i videomessaggi, personali o inviati a un gruppo di utenti, della durata massima di 42 secondi e fruibili solo attraverso l'app, scadono esattamente dopo due settimane dalla loro condivisione e possono essere cancellati dal mittente in qualsiasi momento, anche a visualizzazione avvenuta.

Per incoraggiare alla reciprocità e alle conversazioni, un intento perseguito anche da Slingshot, l'app recentemente lanciata da Facebook, Skype Qik permette di utilizzare i cosiddetti Qik Flik, video della durata massima di 5 secondi proposti dall'app o registrabili dall'utente: la funzione, già disponibile per Android e iPhone e presto disponibile anche per Windows Phone, si ispira alle cosiddette reaction GIF e ai brevi video che fungono da risposta ilustrata, meno codificata e più incisiva rispetto ad emoticon ed emoji.
Al pari di molte applicazioni di messaggistica mobile, per utilizzare l'app non sono necessari username e password (nemmeno quelli connessi a Skype, che evidentemente inquadra un diverso servizio), ma il semplice numero di telefono: in questo modo Skype Qik attinge alla rubrica dei contatti dell'utente e gli permette di iniziare subito a comunicare con coloro che abbiano già installato il servizio, o di inviare video a coloro che non dispongano dell'app, i quali riceveranno un SMS di notifica che incoraggia all'installazione. È poi possibile comunicare con contatti non presenti in rubrica e, al contrario, bloccare i contatti sgraditi (la funzione non è ancora stata implementata per iPhone). La lista dei contatti, precisa Skype per rassicurare i propri utenti in termini di privacy, non verrà in alcun modo condivisa con terzi o caricata su server esterni.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • TecnologiaMicrosoft e le foto a scadenza di XimRedmond si inserisce nel mercato dei servizi di messaggistica istantanea, concentrandosi sulle immagini da condividere con gli amici. Mentre la concorrente Snowball prova a fare da hub per la messagisitica su Android
  • BusinessWhatsApp è di FacebookL'operazione è stata completata, il valore della transazione è salito a 21,8 miliardi di dollari, di pari passo con la crescita del valore di Facebook. La concorrenza non resta a guardare
  • BusinessSkype, più video se compra QikL'annuncio è stato dato al CES di Las Vegas e confermato con un post sul blog della società. L'acquisizione completa avverrà a fine gennaio. Mancano i dettagli su costo dell'operazione e programmi futuri