Microsoft sconfitta su Messenger

Il sistema di instant messaging dell'azienda non sarà più compatibile con quello più diffuso di America Online. E c'è chi legge la cosa come una sconfitta Microsoft

Redmond (USA) - Microsoft non ce la fa più a fare i salti mortali per consentire le comunicazioni tra gli utenti del proprio servizio di instant messaging e quelli di America Online. AOL da tempo cerca di impedire a Microsoft di fare il "crossover" sostenendo che il sistema Microsoft non è abbastanza sicuro. E pare che ora l'azienda di Redmond abbia dovuto battere in ritirata.

Microsoft ha confermato che, oltre al rilancio ufficiale del suo portale MSN, il servizio dell'MSN Messenger non consentirà più il dialogo con gli utenti di AIM, il prodotto di instant messaging di America Online. L'azienda di Bill Gates ha attribuito la decisione ad un problema di sicurezza: "con il rilascio di MSN Messenger Service 2.0, Microsoft ha deciso che fosse più importante proteggere la sicurezza degli utenti di MSN pur continuando la ricerca di uno standard industriale".

Ironici i manager di AOL: "siamo contenti che Microsoft abbia deciso di rispettare la privacy e la sicurezza della nostra rete e degli utenti di AIM".
TAG: mercato