Claudio Tamburrino

Google e la pillola per stanare il cancro

Basta un poco di Mountain View e la pillola fa il check up. Il nuovo progetto del laboratorio X punta a trasformare per sempre il concetto di "diagnosi precoce" con tecnologia indossabile e nanoparticelle

Roma - Google sta lavorando ad un sistema per individuare le malattie nel loro stadio preliminare. Si tratterebbe di un sistema con appena un grado di separazione da quello immaginato in Viaggio Allucinante, in cui gli scienziati venivano rimpiccioliti insieme al loro veicolo per viaggiare all'interno di un corpo umano: l'idea è la stessa, guardare da vicino cosa avviene all'interno, ma adesso viene perseguita con nanoparticelle. Si tratta di una soluzione dal sapore assolutamente fantascientifico e forse anche per questo l'attenzione nei confronti del progetto è stata immediata, così come le supposizioni sui suoi possibili utilizzi.

A dare il via alla ridda di supposizioni è Andrews Conrad, vertice di Google X Life Sciences ovvero il laboratorio responsabile del progetto, che in un'intervista ha spiegato che si tratta di una ricerca ancora nella fase preliminare, ma che ha già registrato interessanti risultati negli esperimenti finora condotti. Idealmente sembra rappresentare il proseguimento del lavoro svolto con il "Baseline Study" con cui Google si è posto come obiettivo la formulazione di parametri di un corpo umano in perfetta salute. Partendo dai dati raccolti attraverso tale ricerca, il nuovo sistema anticipato da Google provvederebbe ad individuare nel loro primo stadio le malattie che colpiscono il paziente, intercettando e contrassegnando le cellule malate attraverso un sistema basato su pillole da ingerire e fasce intelligenti.

In pratica, Google ha sviluppato delle nanoparticelle magnetizzate in grado di "contrassegnare" diverse molecole-precursore di disturbi e malattie: l'idea è che i pazienti ingoino una pillola contenente tali particelle, che viaggeranno poi nel flusso sanguigno alla ricerca di eventuali segnali del sopraggiungere di problemi di salute. Tali nanoparticelle, riferisce Conrad, sono destinate ad essere espulse naturalmente attraverso l'urina e sono assolutamente sicure e già impiegate in diversi farmaci in commercio, e utilizzano normali mezzi di contrasto utilizzati per esempio nelle risonanza magnetica.
Una volta individuati i microfattori segno che qualcosa non va nell'organismo, le nanoparticelle provvedono ad inviare segnali appositi al dispositivo di ricezione predisposto da Google e probabilmente incorporato in fasce indossabili, potenzialmente programmabili per inviare i dati via Interent direttamente ad un medico. Tali dispositivi sfruttano la magnetizzazione dei nuclei delle nanoparticelle per raccoglierle di nuovo insieme e "leggerne" le testimonianze.

Il progetto non è direttamente correlato con Calico, la startup fondata da Google per attenuare le conseguenze e le ripercussioni dell'invecchiamento. Tuttavia si inserisce perfettamente nel macro-programma di Google di continuare ad investire per inserirsi nel settore in espansione dell'e-health e delle tecnologie indossabili: pur continuando a guardare al futuro, d'altra parte, Mountain View nelle settimane scorse ha integrato nei risultati della sua ricerca le consulenze video dei medici di Helpouts e da ultimo ha lanciato ufficialmente Google Fit, attraverso cui vuole offrire una piattaforma per lo sviluppo di app che integrino tecnologie indossabili e dispositivi Androidi e sfruttino i dati relativi all'attività fisica e ai valori sanitari come il battito cardiaco degli utenti.

Lo stesso gruppo di ricercatori di Google X, ancora, è quello dietro le lenti a contatto in grado di individuare i livelli di glucosio nel portatore, sviluppate a Moutain View e licenziate a Novartis, e agli strumenti per aiutare a gestire il tremore sofferto dai pazienti affetti dal morbo di Parkinson.

Al netto dei preventivabili problemi legati alla privacy ed alla gestione di dati così sensibili, si tratta di sistemi che potrebbero rivoluzionare il sistema sanitario: il loro utilizzo giornaliero (che siano pillole più fasce intelligenti, o lenti a contatto) permetterebbe di individuare con largo anticipo le malattie, consentendo un tempestivo intervento di prevenzione che sarebbe particolarmente determinante nel caso di cancro o di problemi cardiaci che possono portare all'infarto e di cui si può trovare avvisaglia - per esempio - nel rilascio di determinati enzimi da parte delle placche arteriose in procinto di rompersi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàSe Google sa come ti sentiLe ricerche a sfondo sanitario iniziano a restituire link a Helpouts: Mountain View stabilisce sessioni di videochat a pagamento con i medici per consulti a distanza
  • TecnologiaGoogle presenta l'SDK per il fitnessAl via la nuova piattaforma per gli sviluppatori interessati a lavorare con i dati sportivi degli utenti, insieme ad Android L per Nexus 5 e Nexus 7
  • AttualitàEsplorando il corpo umano con GoogleNuovo progetto sperimentale di Mountain View dedicato allo studio di un corpo umano "sano", un riferimento genetico-molecolare che in futuro dovrebbe aiutare a prevenire acciacchi e malattie. Sperando non faccia la fine di Health
32 Commenti alla Notizia Google e la pillola per stanare il cancro
Ordina
  • Un appunto per tutti,è vero che l'alimentazione può fare miracoli,per cui do ragione a chi dice di mangiare vegetariani o vegani o così via,ma vi dimenticate un piccolo particolare,si dovrebbero mangiare cibi sani per essere esenti da rischi di malattie,mentre oggi TUTTI i cibi sono trattati,non ti sei mai chiesto quanti Pesticidi e altri veleni vengono introdotti nella produzione di ortaggi,verdura e frutta? Prova a fare analizzare un frutto o una verdura prima di mangiarla e rimarrai sbalordito da quanti veleni vi stanno dentro,ovviamente non pensare neppure al biologico perché anche quello sta messo peggio di tante altre coltivazioni. Per cui alla fine ti dico è vero che l'alimentazione farebbe bene che fosse più a base di verdura e non di carne,ma è anche vero che oggi il mondo va così e noi ci stiamo sopra,i cibi sono perennemente avvelenati da pesticidi per le culture,antibiotici per le carni,per non parlare dell'acqua che beviamo,l'aria che respiriamo. Io ho un terreno dove 20 anni fa l'acqua del pozzo era potabili e squisita,lo scorso anno dopo anni,che non andavo in quel terreno per sicurezza ho fatto analizzare quell'acqua,il risultato è stato che è diventata non potabile,l'acqua è inquinata,neppure buona per lavarsi i denti. E cosa pensi che possa accadere se milioni di coltivatori con acqua e terreno inquinato ci fanno crescere la verdura che poi noi tutti giornalmente consumiamo a casa? Dovremmo resettare il mondo,ricominciare da zero per sconfingere le malattie,ma questa è pura utopia. Le malattie sono il risultato del progresso.
  • Ma perché non investono nell'educazione alimentare?

    Insegnare alimentazione vagana ai bambini nelle scuole, creerebbe generazioni di persone più sane.

    Anche se ormai si muove qualcosa ed è un boom di vegetariani e vegani. In USA praticamente raddoppiano ogni anno.

    Trovi se hai il cancro con la pillola X di Google, e poi che fai usi chemio e radioterapia per ammazzare il paziente?
    iRoby
    6865
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma perché non investono nell'educazione
    > alimentare?

    Perché non c'è nessuna prova che serva a qualcosa.

    >
    > Insegnare alimentazione vagana ai bambini nelle
    > scuole, creerebbe generazioni di persone più
    > sane.

    Falso. Se si eliminano i fattori confondenti (ad esempio, il fumo: tra i non vegetariani ci sono molti più fumatori che tra i vegetariani, e questo basta già ad alterare le statistiche), non risultano significative differenze sulla speranza di vita di vegani e carnivori.

    >
    > Anche se ormai si muove qualcosa ed è un boom di
    > vegetariani e vegani. In USA praticamente
    > raddoppiano ogni
    > anno.
    >
    > Trovi se hai il cancro con la pillola X di
    > Google, e poi che fai usi chemio e radioterapia
    > per ammazzare il
    > paziente?

    Il cancro non esiste. Esistono i tumori, che non sono un'unica malattia, ma un insieme di malattie distinte, che hanno cause diverse, sintomi diversi, prognosi diverse e richiedono terapie diverse.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > - Scritto da: iRoby
    > > Ma perché non investono nell'educazione
    > > alimentare?
    >
    > Perché non c'è nessuna prova che serva a qualcosa.

    Scusa ma la ADA (American Dietetic Association) che comprende quasi 70.000 medici e scienziati ti smentisce e dice che:

    "È posizione dell'American Dietetic Association che le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie. Le diete vegetariane ben pianificate sono appropriate per individui in tutti gli stadi del ciclo vitale, ivi inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza, e per gli atleti."
    iRoby
    6865
  • Hai riletto quello che scrivi? Le affermazione dell'ADA implicano soltanto che una dieta vegetariana non faccia danno (a condizione di essere ben pianificata... e non tutte le diete vegetariane lo sono: ad esempio, la dieta fruttariana non lo è), non che sia "più sana".

    Tra l'altro, lo studio in questione, che sarebbe questo http://www.eatright.org/WorkArea/linkit.aspx?LinkI...

    dice che gli unici tumori per cui ci può essere un po' di differenza tra vegetariani e non sono il tumore della prostata (che comunque è presente praticamente in quasi tutti gli uomini oltre gli 80 anni, e in molti casi non dà nessun sintomo) e il tumore del colon-retto (per il quale la prevenzione consiste semplicemente in una dieta più ricca di fibre: molti carnivori hanno una dieta povera di fibre); per quanto riguarda il tumore del polmone, della mammella, dell' utero e dello stomaco, l'articolo che hai citato dice chiaramente che non c'è nessuna differenza tra vegetariani e non.
    non+autenticato
  • Mettiamo un po' di chiarezza su quello che scrivi...

    Prima di tutto l'affermazione della ADA non proviene da uno studio ma da +500 pubblicazioni scientifiche internazionali inconfutabili prodotto nell'arco di 40 anni.

    Secondo punto la dieta fruttariana crudista igienista è la migliore dieta in assoluto per l'uomo, perché oltre alla frutta comprende ortaggi, verdure a foglia verde, germogli, semi vari, e 10% di legumi e cereali cotti.

    Inoltre, la dieta vegetariana comprende ancora latte e uova, e quindi non toglie uno dei maggiori allergeni e alimenti ormai ritenuti cancerogeni e pericolosi il latte (cito il Prof. Berrino che dice che va dato ai bambini solo sotto prescrizione medica).

    L'ex presidente USA Bill Clinton, dopo 5 bypass coronarici e una dieta già prevalentemente vegetariana, non migliorava finché non arrivo il Prof. T. Colin Campbell che lo portò verso una vegana totale e ben pianificata. Ora Clinton sta bene e passa anche molto tempo nelle scuole a fare educazione alimentare.

    Mio figlio di 1 anno è totalmente vegano ed ha una salute fantastica. 2 volte più forza dei bimbi onnivori. Crescita superiore in altezza. Maggiore tonicità muscolare. E questo verificato con gli strumenti del pediatra per misurare queste cose.
    E si sta facendo tutte le malattie infantili con appena una febbrina di un giorno, come mi aveva anticipato il Prof. Leonardo Pinelli della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, che è anche il pediatra di mio figlio.
    Ha papille gustative intatte e distingue il sapore di tutti i vegetali che gli danno soddisfazione e mangia senza problemi.
    iRoby
    6865
  • > Prima di tutto l'affermazione della ADA non
    > proviene da uno studio ma da +500 pubblicazioni
    > scientifiche internazionali inconfutabili
    > prodotto nell'arco di 40
    > anni.

    Si chiama meta analisi, è pur sempre uno studio.

    >
    > Secondo punto la dieta fruttariana crudista
    > igienista è la migliore dieta in assoluto per
    > l'uomo, perché oltre alla frutta comprende
    > ortaggi, verdure a foglia verde, germogli, semi
    > vari, e 10% di legumi e cereali
    > cotti.

    Sulla base di cosa lo affermi? Te lo hanno detto i rettiliani che è la migliore, o hai qualche prova che sia così?


    >
    > Inoltre, la dieta vegetariana comprende ancora
    > latte e uova, e quindi non toglie uno dei
    > maggiori allergeni e alimenti ormai ritenuti
    > cancerogeni e pericolosi il latte

    Non esiste nessuna prova che il latte sia cancerogeno. Le persone che escludono il latte dalla loro dieta non hanno un rischio di sviluppare tumori minore (o ti risultano delle statistiche che indicano che i vegano hanno un rischio di tumore più basso rispetto ai vegetariani?)

    > (cito il Prof.
    > Berrino che dice che va dato ai bambini solo
    > sotto prescrizione
    > medica).


    La sua è una opinione non suffragata da lavori scientifici.


    >
    > L'ex presidente USA Bill Clinton, dopo 5 bypass
    > coronarici e una dieta già prevalentemente
    > vegetariana, non migliorava finché non arrivo il
    > Prof. T. Colin Campbell che lo portò verso una
    > vegana totale e ben pianificata. Ora Clinton sta
    > bene e passa anche molto tempo nelle scuole a
    > fare educazione
    > alimentare.

    Magari sta bene perché gli hanno fatto i bypass, ti è mai venuto questo dubbio?

    >
    > Mio figlio di 1 anno è totalmente vegano ed ha
    > una salute fantastica. 2 volte più forza dei
    > bimbi onnivori.

    2 volte più in forza? Con cosa l'hai misurato, col dinamometro?


    > Crescita superiore in altezza.
    > Maggiore tonicità muscolare. E questo verificato
    > con gli strumenti del pediatra per misurare
    > queste
    > cose.

    Lo stesso pediatra che ha visitato anche i suoi compagni di scuola, per dirti che è migliore? E tra l'altro, ti ha detto le condizioni degli altri bambini, violando quindi il segreto professionale?

    > E si sta facendo tutte le malattie infantili con
    > appena una febbrina di un giorno, come mi aveva
    > anticipato il Prof. Leonardo Pinelli della
    > Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana,
    > che è anche il pediatra di mio
    > figlio.
    > Ha papille gustative intatte e distingue il
    > sapore di tutti i vegetali che gli danno
    > soddisfazione e mangia senza
    > problemi.

    Oh, quindi non soffre di ageusia? Come la maggior parte dei bambini, del resto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > Sulla base di cosa lo affermi? Te lo hanno detto
    > i rettiliani che è la migliore, o hai qualche
    > prova che sia così?

    Perché è quella usata dal metodo Gerson, e dal Dr. Gabriel Cousens per curare numerose patologie.
    Ed è stata presa pari pari dalla ASL di Milano per formare 1000 medici alla cura del diabete di tipo 2 tramite l'alimentazione.

    http://www1.adnkronos.com/IGN/Daily_Life/Benessere...

    > Non esiste nessuna prova che il latte sia
    > cancerogeno. Le persone che escludono il latte
    > dalla loro dieta non hanno un rischio di
    > sviluppare tumori minore (o ti risultano delle
    > statistiche che indicano che i vegano hanno un
    > rischio di tumore più basso rispetto ai
    > vegetariani?)

    Il China Study dice diversamente.
    27 anni di studi anche e soprattutto sul latte e mai sconfessato a livello internazionale.

    iRoby
    6865
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: cicciobello
    > > Sulla base di cosa lo affermi? Te lo hanno
    > detto
    > > i rettiliani che è la migliore, o hai qualche
    > > prova che sia così?
    >
    > Perché è quella usata dal metodo Gerson, e dal
    > Dr. Gabriel Cousens per curare numerose
    > patologie.

    Sarebbe questo il metodo Gerson:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Max_Gerson

    Mi spieghi perché le prime righe della pagina riportano:

    Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute.



    >
    > Il China Study dice diversamente.

    Strano che il dottor Campbell abbia pubblicato le sue teorie in un libro per il pubblico, invece che su una rivista scientifica! Forse perché su una rivista scientifica gli articoli sono sottoposti a peer review prima di essere pubblicati, mentre in un libro autopubblicato chiunque può scrivere quello che gli pare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > Sarebbe questo il metodo Gerson:
    >
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Max_Gerson
    >
    > Mi spieghi perché le prime righe della pagina
    > riportano:
    >
    > Le pratiche descritte non sono
    > accettate dalla medicina, non sono state
    > sottoposte a verifiche sperimentali condotte con
    > metodo scientifico o non le hanno superate.
    > Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose
    > per la salute.


    Il metodo Gerson è utilizzato in una decina di ospedali nel mondo. Quindi dovresti andarli a denunciare.
    Anche perché è usato in una clinica inglese dove va a famiglia Windsor. E il principe Carlo ha affermato di averlo usato più volte per ogni malanno.

    È il metodo usato da Albert Einstein dato che il Dr. Gerson era il suo medico. E Einstein è diventato vegano su consiglio del Dr. Gerson.

    Anche diversi oncologi lo hanno usato su se stessi e sono guariti da patologie neoplasiche. E la loro esperienza è pubblica.

    Tu puoi credere a wikipedia. Io sono maggiorenne e posso rifiutare cure mediche ortodosse e scegliermi quella che preferisco.


    > Strano che il dottor Campbell abbia pubblicato le
    > sue teorie in un libro per il pubblico, invece
    > che su una rivista scientifica! Forse perché su
    > una rivista scientifica gli articoli sono
    > sottoposti a peer review
    > prima di essere pubblicati, mentre in un libro
    > autopubblicato chiunque può scrivere quello che
    > gli pare?

    No mi spiace, questo è falso.
    La ricerca del Dr. Campbell fu finanziata dall'industria alimentare proprio allo scopo di dimostrare che non ci fossero differenze tra alimentazione equilibrata onnivora ed equilibrata vegana, e la ricerca gli sfuggì di mano nel senso che andò proprio contro i loro interessi dimostrando l'esatto contrario.

    Ci fu uno scandalo, dato che chiusero i lavoratori e liquidarono tutti gli specialisti, ma ormai le pubblicazioni furono fatte. E provarono ad attaccare il Dr. Campbell con ricerche successive, ma anche questo attacco fallì perché furono trovati i legami tra le industrie zootecniche e il finanziamento della ricerca contro il China Study.

    Non puoi venire a scrivere menzogne su cose ormai talmente risapute...
    iRoby
    6865
  • > Il metodo Gerson è utilizzato in una decina di
    > ospedali nel mondo. Quindi dovresti andarli a
    > denunciare.

    Una decina di ospedali su... quanti? Più di 17000 ( http://www.who.int/gpsc/5may/registration_update/e.../ )? Quindi, un metodo usato in meno dell 0,05% degli ospedali.

    >
    > Anche perché è usato in una clinica inglese dove
    > va a famiglia Windsor. E il principe Carlo ha
    > affermato di averlo usato più volte per ogni
    > malanno.

    Il fatto di essere ricchi non significa necessariamente curarsi in modo valido; un esempio per tutti è Steve Jobs.

    >
    > È il metodo usato da Albert Einstein dato
    > che il Dr. Gerson era il suo medico. E Einstein è
    > diventato vegano su consiglio del Dr.
    > Gerson.
    >

    E poco dopo è morto.


    > Anche diversi oncologi lo hanno usato su se
    > stessi e sono guariti da patologie neoplasiche. E
    > la loro esperienza è
    > pubblica.

    Nomi, prego? O te l'ha detto tuo cuggino?


    >
    > Tu puoi credere a wikipedia.

    Tu a cosa credi? A mednat?

    > Io sono maggiorenne
    > e posso rifiutare cure mediche ortodosse e
    > scegliermi quella che
    > preferisco.

    Certo, favorisci la selezione naturale:
    Clicca per vedere le dimensioni originali



    > No mi spiace, questo è falso.
    > La ricerca del Dr. Campbell fu finanziata
    > dall'industria alimentare proprio allo scopo di
    > dimostrare che non ci fossero differenze tra
    > alimentazione equilibrata onnivora ed equilibrata
    > vegana, e la ricerca gli sfuggì di mano nel senso
    > che andò proprio contro i loro interessi
    > dimostrando l'esatto
    > contrario.

    Fonte?

    >
    > Ci fu uno scandalo, dato che chiusero i
    > lavoratori e liquidarono tutti gli specialisti,
    > ma ormai le pubblicazioni furono fatte. E
    > provarono ad attaccare il Dr. Campbell con
    > ricerche successive, ma anche questo attacco
    > fallì perché furono trovati i legami tra le
    > industrie zootecniche e il finanziamento della
    > ricerca contro il China
    > Study.
    >
    > Non puoi venire a scrivere menzogne su cose ormai
    > talmente
    > risapute...

    Veramente sei tu a scrivere menzogne. Io scrivo affermazioni verificate e verificabili.
    non+autenticato
  • "Sì, be', ma Apple innova"

    by applefan medio (e non così medio).