Claudio Tamburrino

Apple condannata per il brevetto anni '90

Un giudice del Texas da ragione alla ricorrente Mtel. La sua proprietà intellettuale (scaduta) sulla tecnologia di messaggi a mezzo cerca-persone è sfruttata dai moderni instant messenger

Roma - Apple è stata condannata per violazione di proprietà intellettuale dalla Corte distrettuale dell'East Texas: ad essere sfruttati indebitamente nella produzione di dispositivi mobile con la Mela sarebbero brevetti legati ai cerca-persona. A denunciarla era stata Mobile Telecommunications (Mtel) in forza di 6 brevetti, alcuni di questi oltretutto scaduti: il detentore ha comunque il diritto di chiedere il pagamento fino a 6 anni di royalty passate.

Mtel ha anticipato il mercato mobile brevettando negli anni novanta una serie di tecnologie avveniristiche incorporate nei suoi cerca-persone SkyTel 2-WAY ed ora è diventata un'azienda di licensing controllata da United Wireless Holdings. In questa veste dal 2012 ha denunciato anche Amazon, AT&T, Blackberry, Clearwire, Leap Wireless, LG Electronics, Sprint Nextel, HTC, ZTE, T-Mobile, Samsung e United Parcel Service: tutti casi che saranno ascoltati dalla stessa corte distrettuale texana particolarmente favorevole ai detentori di brevetti.

Secondo Apple l'azienda avrebbe cercato di rivendicare per sé qualsiasi tipo di innovazione del settore, dalle emoticon alla gestione dei calendari online: tecnologie su cui non avrebbero dovuto essere concessi brevetti fin dall'inizio.
Eppure, per quella che sembrerebbe una tecnologia che ha ormai segnato il suo tempo, una vestigia del passato uccisa proprio dai telefonini, Apple sarà ora costretta a pagare pagare 23,6 milioni di dollari. Una decisione che non può non far preoccupare anche gli altri accusati da Mtel che potrebbero trovarsi con un nuovo licensor a cui dar da vivere, ma contro cui è plausibile aspettarsi il ricorso in appello da parte di Apple.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia Apple condannata per il brevetto anni '90
Ordina
  • Chi di spada ferisce di spada perisce. Vecchio detto
    non+autenticato
  • Ancora una volta le software patents si rivelano il paradiso dei patent-troll. Il giorno che gli US si decideranno ad abolirle, sarà un gran passo per l'umanità.
  • - Scritto da: bradipao
    > Ancora una volta le software patents si rivelano
    > il paradiso dei patent-troll. Il giorno che gli
    > US si decideranno ad abolirle, sarà un gran passo
    > per
    > l'umanità.

    Anche Internet è il paradiso dei disonesti, ma la soluzione non è eliminare Internet.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: bradipao
    > > Ancora una volta le software patents si
    > > rivelano il paradiso dei patent-troll. Il
    > > giorno che gli US si decideranno ad
    > > abolirle, sarà un gran passo per
    > > l'umanità.

    > Anche Internet è il paradiso dei disonesti, ma
    > la soluzione non è eliminare Internet.

    Anche perchè prima occorrerebbe eliminare le stradeA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Anche Internet è il paradiso dei disonesti, ma la
    > soluzione non è eliminare Internet.

    Pere con mele (morsicate)
  • Come al solito capisci le cose sbagliate.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Come al solito capisci le cose sbagliate.

    Chissà cos'avrà capito di questo: http://www.zeusnews.it/n.php?c=22099
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > Come al solito capisci le cose sbagliate.
    >
    > Chissà cos'avrà capito di questo:
    > http://www.zeusnews.it/n.php?c=22099
    Capire? Parola assente dal suo dizionario perché prevede di usare il proprio cervello
    non+autenticato
  • Avrá anche lui capito che é fattibile solo in laboratorio, quasi impossibile "on the wild".

    Non basta leggere "si puó fare" , la cosa importante é sapere come si puó fare.

    La gente legge "backdoor" e "iOS" nella stessa frase e si eccita tutta, dai sará per la prossima, ci hai provato.

    Ficoso
  • peccato che l'esempio da te portato sia fallace, cmq tornando on topic essendo il sistema dei brevetti più un ostacolo per l'innovazione rispetto ad un sistema esente dai brevetti, direi che abolirlo, almeno per il software, sarebbe cosa buona e giusta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bradipao
    > Ancora una volta le software patents si rivelano
    > il paradiso dei patent-troll. Il giorno che gli
    > US si decideranno ad abolirle, sarà un gran passo
    > per
    > l'umanità.

    Questi brevetti sono non meno validi rispetto a quelli sul menu rimbalzello, sullo "striscia il dito per sbloccare", sul raggio di curvatura del bordo del telefono e sul parallelismo tra i lati opposti del rettangoloCon la lingua fuori
    Funz
    12995
  • - Scritto da: Funz
    > Questi brevetti sono non meno validi rispetto a
    > quelli sul menu rimbalzello, sullo "striscia il
    > dito per sbloccare", sul raggio di curvatura del
    > bordo del telefono e sul parallelismo tra i lati
    > opposti del rettangolo
    >Con la lingua fuori

    Entrando nel merito di un caso: anche il brevetto sul menu rimbalzello sarebbe da annullare.

    Perchè la normativa delle patents americane permette di brevettare le implementazioni, e non le idee. Per rendere chiara la distinzione: io non posso brevettare l'idea di uno smartphone che si controlla col pensiero, e detenere i diritti quando tra 50 anni lo realizzeranno. Il brevetto è sulla realizzazione di un concetto.

    Ma non solo: non potendo brevettare l'idea di un menu che rimbalza, devo brevettare "come lo realizzo tecnicamente". Ma se la realizzazione è ovvia, viene meno la brevettabilità (sempre per normativa).

    Domanda: ma allora perchè concedono il brevetto?
    Risposta: perchè l'ufficio brevetti americano (USPTO) non è pagato dai contribuenti, è pagato dalle tasse sui brevetti concessi, per cui più brevetti = più incassi.