Claudio Tamburrino

Uber, strade chiuse

Il servizio Ŕ stato bloccato anche in Spagna e Thailandia, e si trova a dover affrontare le autoritÓ anche in California ed in Brasile

Roma - Anche la California e Rio de Janeiro hanno puntato il dito contro Uber e la sua gestione delle licenze di guida e della sicurezza dei passeggeri.

I procuratori generali di San Francisco e di Los Angeles, in particolare, si sono uniti per denunciare Uber e l'analogo servizio Lyft "per dichiarazioni false e forvianti ai propri clienti" e per i viaggi offerti da e per l'aeroporto, regolamentati da un permesso ad hoc. Mentre Lyft, l'altra app dedicata agli spostamenti in città ed in particolare alla possibilità di condividere un passaggio fra sconosciuti, ha deciso di raggiungere un accordo con le autorità, offrendo loro la possibilità di verificare i suoi accordi di licenza ed accettando di non offrire il suo servizio presso gli aeroporti a meno che non ottenga un permesso specifico per farlo, Uber promette battaglia.

Secondo le autorità di San Francisco e Los Angeles - oltre al passaggio offerto dall'aeroporto di San Francisco al costo aggiuntivo di 4 dollari - il problema del servizio di trasporto privato gestito via app è che inganna i possibili utenti affermando di effettuare "controlli all'avanguardia sul background degli suoi autisti" (per cui oltretutto fa pagare agli utenti un dollaro extra): il sistema di gestione delle informazioni sarebbe in realtà facilmente aggirabile dai candidati autisti attraverso l'ottenimento di un documento falso. Al contrario Uber dovrebbe dotarsi di un sistema di riconoscimento basato sulle impronte digitali.
Si allargano così ancora i fronti di polemiche per l'app del car sharing che dopo le vicissitudini legali negli Stati Uniti, in Francia, in Germania ed in Italia e lo scontro con i tassisti di mezzo mondo si è guadagnata l'attenzione con una montagna di polemiche a causa delle dichiarazioni off-the-record del suo consulente Ian Osborne che prometteva di gettar fango sui giornalisti scomodi. Da ultimo Uber ha incassato poi la denuncia delle autorità di Portland, che l'accusa di condurre un servizio di trasporto illegale ed il blocco da parte delle autorità di Nuova Delhi in seguito alla denuncia di stupro nei confronti di uno dei suoi autisti.

Nel frattempo le autorità di Rio de Janeiro hanno minacciato di sequestrare le auto che offrono il servizio di Uber e anche Spagna e Tailandia hanno disposto misure di blocco nei confronti del servizio della startup a stelle e strisce: in entrambi i paesi lo stop (che in Thailandia si limita ai veicoli in possesso di privati) è arrivato con la sentenza di un tribunale preoccupato dalla mancanza di permessi comparabili a quelli dei taxi, con cui il servizio è considerato in competizione diretta.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàL'India ferma UberBloccata l'app per il car-sharing dopo le accuse di stupro a carico di un suo conducente. A Portland, invece, l'azienda deve affrontare una nuova denuncia
27 Commenti alla Notizia Uber, strade chiuse
Ordina
  • Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te é normale che all improvviso tramite una banale app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si permetta a chiunque di fare il nostro lavoro senza alcun tipo di controllo? Fino a prova contraria in Italia ci sono ancora delle leggi che regolano il servizio di trasporto pubblico non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo in toto e con uber questo non ancora viene oltre che sono degli evasori totali,noi accettiamo la concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente spero di essere stato chiaro detto da un lobbista
    non+autenticato
  • Mio nonno aveva fatto soldi con la produzione e commercio di carbone di legna; finita la seconda guerra mondile l'improvvisa disponibilità di cherosene a basso prezzo lo spazzò via... si chiama progresso.

    Conosco alcuni tassisti, e conosco molto bene la situazione dei tassisti fiorentini... l'evasione la fa da padrona, tanto a sera si azzera il tassametro e via accumulare soldi prima per pagare le licenze a nero, poi per spassarsela piangendo sistematicamente miseria.

    Quindi ben venga Uber a svegliare i tassisti... il medioevo è finito!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio mirengo

    Visto che ti hanno risposto potresti a tua volta esprimere le tue ragioni se ne hai invece di continuare a scrivere le stesse cose, a fare copia incolla siam capaci tutti, ora te lo dimostro qua sotto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio mirengo
    > Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè
    > lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te
    > é normale che all improvviso tramite una banale
    > app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si
    > permetta a chiunque di fare il nostro lavoro
    > senza alcun tipo di controllo?

    Certo che e' normale. Deve essere normale.
    Si chiama libero mercato con libera concorrenza.

    Pure nel mio lavoro puo' arrivare un albanese o un cinese e proporsi a tariffe che sono un decimo delle mie.
    E io devo far valere la mia professionalita' se voglio competere.

    Perche' per voialtri la cosa non deve valere?

    > Fino a prova
    > contraria in Italia ci sono ancora delle leggi
    > che regolano il servizio di trasporto pubblico
    > non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo
    > in toto

    C'erano anche leggi sulla segregazione razziale, in italia.
    C'erano pure leggi che impedivano divorzio e aborto.
    C'erano leggi che condannavano l'adulterio, la blasfemia...
    Tanti bei retaggi medievali che col progresso sono stati accantonati.

    Non farti scudo delle leggi: se una cosa e' giusta, lo e' anche senza una legge, e se una cosa e' sbagliata lo e' anche senza una legge.

    > e con uber questo non ancora viene oltre
    > che sono degli evasori totali,noi accettiamo la
    > concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge
    > ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente
    > spero di essere stato chiaro detto da un
    > lobbista

    La sicurezza dell'utente non ha nulla a che fare con le tasse.
    L'evasione fiscale e' qualcosa di cui si deve occupare lo stato, non certo i tassisti, mentre la sicurezza e' una questione che riguarda l'utente e il conducente e al massimo le assicurazioni.
    non+autenticato
  • Uber non è un servizio pubblico, ma un servizio fra privati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio mirengo
    > Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè
    > lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te
    > é normale che all improvviso tramite una banale
    > app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si
    > permetta a chiunque di fare il nostro lavoro
    > senza alcun tipo di controllo?

    Nel mondo dell'informatica succede da sempre che chiunque possa inventarsi informatico e "rubare" il lavoro a chi fa questo mestiere da anni. BENVENUTI NEL CLUB!

    Il protezionismo delle corporazioni che mantengono così artificiosamente alti i prezzi è semplicemente INSOPPORTABILE. E vale per tutte e corporazioni, non solo per i tassisti.

    Fino a prova
    > contraria in Italia ci sono ancora delle leggi
    > che regolano il servizio di trasporto pubblico

    E chissenefrega. Il mondo evolve e le regole si cambiano. Se no avremmo ancora solo la Rai, solo la Telecom, solo Trenitalia, etc. etc.


    > non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo
    > in toto e con uber questo non ancora viene oltre
    > che sono degli evasori totali,noi accettiamo la
    > concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge

    Secondo me volete solo essere voi a imporre i prezzi e le regole. E questo non è più tollerabile.

    > ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente
    > spero di essere stato chiaro detto da un
    > lobbista

    No. Da un corporativista.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio mirengo
    > Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè
    > lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te
    > é normale che all improvviso tramite una banale
    > app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si
    > permetta a chiunque di fare il nostro lavoro
    > senza alcun tipo di controllo? Fino a prova
    > contraria in Italia ci sono ancora delle leggi
    > che regolano il servizio di trasporto pubblico
    > non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo
    > in toto

    BUM!
    Quando fate sciopero selvaggio fregandovene delle regole sul servizio garantito, rispettate la legge?
    Quando ricattate lo stato bloccando il traffico nelle città, rispettate la legge?
    Quando menate "crumiri" e autisti di Uber, magari disfandogli le macchine, rispettate la legge?
    Cominciamo a stracciare la licenza ai tassisti che bloccano illegalmente o traffico o muovono le mani, per lasciare il posto a qualcuno più meritevole, e poi potremo parlarne.

    > e con uber questo non ancora viene oltre
    > che sono degli evasori totali,noi accettiamo la
    > concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge
    > ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente
    > spero di essere stato chiaro detto da un
    > lobbista
    non+autenticato
  • Io vivo a Londra e prendo Uber con il sorriso. Costa poco, i tassisti (che solitamente lavoravano per le agenzie di minicab) guadagnano meglio e si gestiscono gli orari come preferiscono. Se poi vuoi farti rapinare prendi un bel cab nero e via...
    non+autenticato
  • Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te é normale che all improvviso tramite una banale app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si permetta a chiunque di fare il nostro lavoro senza alcun tipo di controllo? Fino a prova contraria in Italia ci sono ancora delle leggi che regolano il servizio di trasporto pubblico non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo in toto e con uber questo non ancora viene oltre che sono degli evasori totali,noi accettiamo la concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente spero di essere stato chiaro detto da un lobbista
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio mirengo
    > Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè
    > lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te
    > é normale che all improvviso tramite una banale
    > app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si
    > permetta a chiunque di fare il nostro lavoro
    > senza alcun tipo di controllo?

    Certo che e' normale. Deve essere normale.
    Si chiama libero mercato con libera concorrenza.

    Pure nel mio lavoro puo' arrivare un albanese o un cinese e proporsi a tariffe che sono un decimo delle mie.
    E io devo far valere la mia professionalita' se voglio competere.

    Perche' per voialtri la cosa non deve valere?

    > Fino a prova
    > contraria in Italia ci sono ancora delle leggi
    > che regolano il servizio di trasporto pubblico
    > non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo
    > in toto

    C'erano anche leggi sulla segregazione razziale, in italia.
    C'erano pure leggi che impedivano divorzio e aborto.
    C'erano leggi che condannavano l'adulterio, la blasfemia...
    Tanti bei retaggi medievali che col progresso sono stati accantonati.

    Non farti scudo delle leggi: se una cosa e' giusta, lo e' anche senza una legge, e se una cosa e' sbagliata lo e' anche senza una legge.

    > e con uber questo non ancora viene oltre
    > che sono degli evasori totali,noi accettiamo la
    > concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge
    > ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente
    > spero di essere stato chiaro detto da un
    > lobbista

    La sicurezza dell'utente non ha nulla a che fare con le tasse.
    L'evasione fiscale e' qualcosa di cui si deve occupare lo stato, non certo i tassisti, mentre la sicurezza e' una questione che riguarda l'utente e il conducente e al massimo le assicurazioni.
  • Uber non è un servizio pubblico, ma un servizio fra privati.
  • - Scritto da: Antonio mirengo
    > Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè
    > lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te
    > é normale che all improvviso tramite una banale
    > app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si
    > permetta a chiunque di fare il nostro lavoro
    > senza alcun tipo di controllo?

    Nel mondo dell'informatica succede da sempre che chiunque possa inventarsi informatico e "rubare" il lavoro a chi fa questo mestiere da anni. BENVENUTI NEL CLUB!

    Il protezionismo delle corporazioni che mantengono così artificiosamente alti i prezzi è semplicemente INSOPPORTABILE. E vale per tutte e corporazioni, non solo per i tassisti.

    Fino a prova
    > contraria in Italia ci sono ancora delle leggi
    > che regolano il servizio di trasporto pubblico

    E chissenefrega. Il mondo evolve e le regole si cambiano. Se no avremmo ancora solo la Rai, solo la Telecom, solo Trenitalia, etc. etc.


    > non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo
    > in toto e con uber questo non ancora viene oltre
    > che sono degli evasori totali,noi accettiamo la
    > concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge

    Secondo me volete solo essere voi a imporre i prezzi e le regole. E questo non è più tollerabile.

    > ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente
    > spero di essere stato chiaro detto da un
    > lobbista

    No. Da un corporativista.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonio mirengo
    > Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè
    > lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te
    > é normale che all improvviso tramite una banale
    > app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si
    > permetta a chiunque di fare il nostro lavoro
    > senza alcun tipo di controllo? Fino a prova
    > contraria in Italia ci sono ancora delle leggi
    > che regolano il servizio di trasporto pubblico
    > non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo
    > in toto

    BUM!
    Quando fate sciopero selvaggio fregandovene delle regole sul servizio garantito, rispettate la legge?
    Quando ricattate lo stato bloccando il traffico nelle città, rispettate la legge?
    Quando menate "crumiri" e autisti di Uber, magari disfandogli le macchine, rispettate la legge?
    Cominciamo a stracciare la licenza ai tassisti che bloccano illegalmente o traffico o muovono le mani, per lasciare il posto a qualcuno più meritevole, e poi potremo parlarne.

    > e con uber questo non ancora viene oltre
    > che sono degli evasori totali,noi accettiamo la
    > concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge
    > ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente
    > spero di essere stato chiaro detto da un
    > lobbista
    non+autenticato
  • Io vivo a Londra e prendo Uber con il sorriso. Costa poco, i tassisti (che solitamente lavoravano per le agenzie di minicab) guadagnano meglio e si gestiscono gli orari come preferiscono. Se poi vuoi farti rapinare prendi un bel cab nero e via...
  • - Scritto da: Antonio mirengo
    > Ormai vi siete messi questa parola in bocca cioè
    > lobby e nessuno ve la togliete più, ma secondo te
    > é normale che all improvviso tramite una banale
    > app che tea l altro abbiamo anche noi tassisti,si
    > permetta a chiunque di fare il nostro lavoro
    > senza alcun tipo di controllo? Fino a prova
    > contraria in Italia ci sono ancora delle leggi
    > che regolano il servizio di trasporto pubblico
    > non di lavoro in e e noi tassisti le rispettiamo
    > in toto

    BUM!
    Quando fate sciopero selvaggio fregandovene delle regole sul servizio garantito, rispettate la legge?
    Quando ricattate lo stato bloccando il traffico nelle città, rispettate la legge?
    Quando menate "crumiri" e autisti di Uber, magari disfandogli le macchine, rispettate la legge?
    Cominciamo a stracciare la licenza ai tassisti che bloccano illegalmente o traffico o muovono le mani, per lasciare il posto a qualcuno più meritevole, e poi potremo parlarne.

    > e con uber questo non ancora viene oltre
    > che sono degli evasori totali,noi accettiamo la
    > concorrenza ma che sia leale e rispetti la legge
    > ne va di mezzo per prima la sicurezza Dell utente
    > spero di essere stato chiaro detto da un
    > lobbista
    non+autenticato
  • Uber dovrebbe dotarsi di un sistema di riconoscimento basato sulle impronte digitali.
    Delle mani o dei piedi?
    non+autenticato
  • ...è interessante vedere in azione le lobby dei tassinari nelle varie nazioni, è interessante vedere quali sono le più potenti fra di esse, ed è altrettanto interessante osservare come i vari governi vogliano il controllo persino su chi trasporta qualcuno.
    Una delle tante spazzature di umanità in azione...
    non+autenticato
  • Guarda c he il problema non sono le lobby, ma i soldi di tasse che i comuni ricevono dai tassisti a fronte della concessione di queste anacronistiche 'licenze'.
    Con Uber non li prenderebbero più (o quantomeno ne prenderebbero molto molto meno).

    E sono anche furbi perchè sono riusciti a far ricadere le colpe dei divieti ad Uber sugli stessi tassisti anzichè alle amministrazioni che i divieti li emanano.
  • > E sono anche furbi perchè sono riusciti a far
    > ricadere le colpe dei divieti ad Uber sugli
    > stessi tassisti anzichè alle amministrazioni che
    > i divieti li
    > emanano.

    I divieti veramente c'erano già, e si tratta di una legge di Stato del 1992.
  • - Scritto da: James Kirk
    > Guarda c he il problema non sono le lobby, ma i
    > soldi di tasse che i comuni ricevono dai tassisti
    > a fronte della concessione di queste
    > anacronistiche 'licenze'.

    I comuni non prendono nulla.
    Le licenze le hanno emesse a suo tempo a prezzo nullo, i soldi che oggi tu devi pagare per comprarne una vanno a chi la detiene attualmente, mica al tuo comune!

    > Con Uber non li prenderebbero più (o quantomeno
    > ne prenderebbero molto molto
    > meno).
    >
    > E sono anche furbi perchè sono riusciti a far
    > ricadere le colpe dei divieti ad Uber sugli
    > stessi tassisti anzichè alle amministrazioni che
    > i divieti li emanano.

    I tassisti hanno sempre usato mezzi "poco ortodossi" per combattere qualsiasi liberalizzazione, o anche solo l'emissione di nuove licenze.
    Siccome non si può mandare l'esercito a sbaragliare gli squadristi dei taxi che bloccano Roma o Milano, si cede al ricatto e non si emettono licenze. Questo non mi rende affatto più simpatici gli squadristi di cui sopra.
    non+autenticato
  • > Siccome non si può mandare l'esercito a
    > sbaragliare gli squadristi dei taxi che bloccano
    > Roma o Milano, si cede al ricatto e non si
    > emettono licenze.

    Meno male che ogni tanto qualcuno espone il problema alla radice, lasciando perdere il folclore di ideologie economiche o informatiche che sta attorno.

    Un precetto che si dà ai bambini è: "Non metterti mai contro qualcuno più forte di te". E i tassisti, qui e ora, sono più forti, un braccio di ferro con loro è perso in partenza.
  • > ...è interessante vedere in azione le lobby dei
    > tassinari nelle varie nazioni, è interessante
    > vedere quali sono le più potenti fra di esse, ed
    > è altrettanto interessante osservare come i vari
    > governi vogliano il controllo persino su chi
    > trasporta
    > qualcuno.

    Ma guarda un po' che strano. Per far piacere a te diamo la sicurezza dei cittadini che vogliono spostarsi con mezzi privati in mano al collettivo anarchico.


    > Una delle tante spazzature di umanità in azione...

    Li chiami spazzatura perché non servono più, oppure come sfogo verbale personale, dopo aver constatato che sono più forti loro di te?
  • - Scritto da: Leguleio
    > > ...è interessante vedere in azione le lobby
    > dei
    > > tassinari nelle varie nazioni, è interessante
    > > vedere quali sono le più potenti fra di
    > esse,
    > ed
    > > è altrettanto interessante osservare come i
    > vari
    > > governi vogliano il controllo persino su chi
    > > trasporta
    > > qualcuno.
    >
    > Ma guarda un po' che strano. Per far piacere a te
    > diamo la sicurezza dei cittadini che vogliono
    > spostarsi con mezzi privati in mano al collettivo
    > anarchico.
    >

    Ciccio sveglia! Della sicurezza frega niente a nessuno, il controllo esiste solo per generare gettito fiscale.

    >
    >
    > > Una delle tante spazzature di umanità in
    > azione...
    >
    > Li chiami spazzatura perché non servono più,
    > oppure come sfogo verbale personale, dopo aver
    > constatato che sono più forti loro di
    > te?

    Uber gli fa il mazzo alle "lobby" dei tassinari che è una categoria molto debole, il "forte" in tutta questa vicenda è colui che vende licenze... come sempre.
    non+autenticato
  • > > > ...è interessante vedere in azione le lobby
    > > dei
    > > > tassinari nelle varie nazioni, è
    > interessante
    > > > vedere quali sono le più potenti fra di
    > > esse,
    > > ed
    > > > è altrettanto interessante osservare come i
    > > vari
    > > > governi vogliano il controllo persino su
    > chi
    > > > trasporta
    > > > qualcuno.
    > >
    > > Ma guarda un po' che strano. Per far piacere a
    > te
    > > diamo la sicurezza dei cittadini che vogliono
    > > spostarsi con mezzi privati in mano al
    > collettivo
    > > anarchico.
    > >
    >
    > Ciccio sveglia! Della sicurezza frega niente a
    > nessuno, il controllo esiste solo per generare
    > gettito
    > fiscale.

    Guarda che non si scrive così.
    Si scrive:
    Sveglia!11!!11!!1! (cit.)



    > > > Una delle tante spazzature di umanità in
    > > azione...
    > >
    > > Li chiami spazzatura perché non servono più,
    > > oppure come sfogo verbale personale, dopo aver
    > > constatato che sono più forti loro di
    > > te?
    >
    > Uber gli fa il mazzo alle "lobby" dei tassinari
    > che è una categoria molto debole,

    In effetti quando scioperano loro non ne parla nessuno, evidentemente la clientela non ne sente la mancanza, vedi:

    http://multimedia.quotidiano.net/?tipo=photo&media...

    http://bari.repubblica.it/cronaca/2014/04/07/news/.../

    http://www.lettera43.it/politica/napoli-sciopero-d...

    Quando cercano di liberalizzare il servizio (governo Prodi II e Governo Monti), e riescono ad apportare solo modestissime modifiche alla norma, di nessun effetto pratico per gli utenti, non è perché si sono opposti i tassisti, oh no! È per far piacere ai partecipanti al forum di PI, che altrimenti non saprebbero più contro chi scagliare la rabbia.


    > il "forte" in
    > tutta questa vicenda è colui che vende licenze...
    > come
    > sempre.

    Tutto è lobby: l'associazione dei tassisti, i Comuni, lo Stato.
    L'unico che non fa lobby, e a questo punto mi chiedo se sia ancora una nota di merito, sei tu.A bocca aperta
  • Sei famoso qui su PI.
    Mi limiterò a dirti che se guidi la tua auto allora sei insicuro?
    Forse dovresti avere un autista certificato.
    Hai un pensiero unidimensionale e non perderò altro tempo, perché ogni affermazione è contestabile e ci si ferma solo se c'è buon senso da ambo le parti.
    non+autenticato
  • > Sei famoso qui su PI.
    > Mi limiterò a dirti che se guidi la tua auto
    > allora sei
    > insicuro?

    Ma certo che no, non parlavo di sicurezza alla guida, quella basta una patente valida a garantirla.


    > Forse dovresti avere un autista certificato.
    > Hai un pensiero unidimensionale e non perderò
    > altro tempo, perché ogni affermazione è
    > contestabile e ci si ferma solo se c'è buon senso
    > da ambo le
    > parti.

    Modo eufemistico per lanciare la pietra e nascondere la mano.