Brevetti, Microsoft tirata in ballo

Dopo i casi di Eolas, SPX ed E-Data, Microsoft deve fronteggiare un nuovo processo in cui è accusata di aver violato un brevetto legato alle immagini. Una causa tutta in salita

Tucson (USA) - Microsoft ha violato il brevetto di una società texana, la Research Corporation Technologies (RCT), relativo alla visualizzazione e alla stampa delle immagini. A sentenziarlo è stato un giudice dell'Arizona, William Browning, che ha così assegnato una prima vittoria a RCT in una causa legale che si protrae da circa tre anni.

Il giudice Browning ha affermato che mentre RCT ha suffragato le proprie accuse con solide prove, Microsoft non è riuscita a fornire controprove sufficienti a contrastare le accuse.

"Il giudice ha determinato che Microsoft sta violando il nostro brevetto utilizzando la relativa tecnologia all'interno di alcuni suoi più importanti prodotti", ha commentato Brian Ferguson, l'avvocato che rappresenta RCT.
"Noi crediamo che non ci sia alcuna violazione e che la tecnologia in questione sia stata sviluppata da Microsoft", ha ribattuto Jim Desler, un portavoce di Microsoft. "Noi contestiamo anche la validità stessa del brevetto di RCT e stiamo raccogliendo prove in questo senso".

Il caso ora proseguirà con un'udienza, la cui data non è ancora stata fissata, in cui verrà stabilita l'esatta estensione della violazione e l'ammontare dei relativi danni: questi ultimi, spera Ferguson, potrebbero arrivare a centinaia di milioni di dollari.

RCT sostiene che la propria tecnologia, utilizzata per migliorare la qualità delle immagini attraverso la creazione di mezzetinte, viene utilizzata anche in alcuni applicativi di MS Office. L'azienda afferma poi che questa stessa licenza è già stata acquisita in licenza da HP, Lexmark e Seiko Epson.

La società texana finanzia un selezionato numero di progetti di ricerca universitari, soprattutto nell'ambito della medicina, in cambio della possibilità di brevettare le tecnologie così sviluppate.
TAG: mercato
9 Commenti alla Notizia Brevetti, Microsoft tirata in ballo
Ordina
  • Questo dovrebbe dimostrare a quei "winari ottusi" (che festeggiano quando qualcuno accusa linux di violare brevetti©right)che non si rendono conto di quanto i brevetti siano pericolosi.
    non+autenticato
  • si è vero, e speriamo che se lo pigli pure la M$ una volta per tutte.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Questo dovrebbe dimostrare a quei "winari
    > ottusi" (che festeggiano quando qualcuno
    > accusa linux di violare
    > brevetti©right)che non si rendono conto
    > di quanto i brevetti siano pericolosi.

    Sono d'accordo aggiungendo che brevetti,proprietà intellettuale e copyright sono un cancro perchè pericolosi!
    Il copyright in linea di principio è giusto ma nel campo pratico è ampiamento abusato.
    Non sono nè winaro nè linaro i brevetti fanno comodo a chi è desideroso di fare soldi ad ogni costo!
    E' uno dei mostri del capitalismo!
    ______________________________________

    comunismo = capitalismo di stato
    libero mercato = capitalismo dei privati
    non+autenticato
  • a volte avete scritto RTC invece di RCT
    gpl
    40
  • Corretto, grazieOcchiolino

    - Scritto da: gpl
    > a volte avete scritto RTC invece di RCT
  • La società texana finanzia un selezionato numero di progetti di ricerca universitari, soprattutto nell'ambito della medicina, in cambio della possibilità di brevettare le tecnologie così sviluppate.

    Purtroppo chi si occupa di ricerca conosce bene il fenomeno.

    Per portare avanti una propria idea, invenzione, o intuizione ha bisogno di fondi.

    Purtroppo spesso l'unico modo è rivolgersi a questi veri e propri papponi che gli danno qualche soldo per iniziare in cambio del brevetto e i diritti di sfruttamento, praticamente portandoti via le tue idee e tutto il tuo duro.lavoro per lasciarti solo le briciole.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La società texana finanzia un
    > selezionato numero di progetti di ricerca
    > universitari, soprattutto nell'ambito della
    > medicina, in cambio della possibilità
    > di brevettare le tecnologie così
    > sviluppate.
    >
    > Purtroppo chi si occupa di ricerca conosce
    > bene il fenomeno.
    >
    > Per portare avanti una propria idea,
    > invenzione, o intuizione ha bisogno di
    > fondi.
    >
    > Purtroppo spesso l'unico modo è
    > rivolgersi a questi veri e propri papponi
    > che gli danno qualche soldo per iniziare in
    > cambio del brevetto e i diritti di
    > sfruttamento, praticamente portandoti via le
    > tue idee e tutto il tuo duro.lavoro per
    > lasciarti solo le briciole.

    Sottoscrivo appieno. Nelle università di informatica per esempio girano sponsorizzazioni m$ un po' per tutto. Ma purtroppo senza di quelle la ricerca *non* si farebbe e la colpa è dello stato che non vuole pagare la ricerca.
    non+autenticato

  • >
    > Sottoscrivo appieno. Nelle università
    > di informatica per esempio girano
    > sponsorizzazioni m$ un po' per tutto. Ma
    > purtroppo senza di quelle la ricerca *non*
    > si farebbe e la colpa è dello stato
    > che non vuole pagare la ricerca.

    a informatica alla sapienza non si sono mai viste
    invece si sono viste le sponsorizzazione sun e apple
    aule piene di powermac inutili e di WS sun, in cambio dello studio di java al corso di sistemi operativi, che ha preso il posto del perl, molto piu' utile a livello sistemistico
    non+autenticato
  • centrato in pieno! anche nella mia uni è così: porti fondi? allora puoi ricercare su quell'argomento. Fai ricerca di base? Sei inutile...
    Penso che ri-emigrerò appena finito qui in italia... (sono un italiano rimpatriato... per sbaglio)

    Marco
    non+autenticato