Alfonso Maruccia

Brevetti Nortel, l'ultimo passaggio di mano

Il consorzio Rockstar "svende" le migliaia di brevetti Nortel di sua proprietà a RPX, che intende farne uso solo in funzione difensiva. E' la fine delle cause legali contro la piattaforma Android?

Roma - L'annosa vicenda che si è snodata intorno ai brevetti Nortel sembra giunta al suo capitolo finale, con i 4.000 titoli ancora in mano al consorzio Rockstar che passano a RPX Corporation per 900 milioni di dollari - una frazione dei 4,5 miliardi di dollari pagati dalla coalizione di colossi nel 2011 per acquisire l'intero portafoglio.

Il Consorzio Rockstar era stato fondato con l'intento preciso di sfruttare l'enorme mole di brevetti di Nortel, 6.000 titoli riguardanti ogni genere di tecnologia di comunicazione e non solo, per mettere alle strette la piattaforma Android, un'iniziativa supportata da ben noti competitor di Google nel mercato mobile come Microsoft, Apple, Ericsson, BlackBerry e Sony.

Duemila brevetti sono già stati suddivisi tra i membri del consorzio, e ora quel che resta del bottino iniziale viene ceduto ad RPX per una cifra molto inferiore a quella investita tre anni or sono: per conto suo, RPX ha sempre dichiarato la volontà di sfruttare i brevetti solo per scopi difensivi, e sostiene ora di voler cedere lo sfruttamento "non esclusivo" delle proprietà intellettuali a tutte le parti interessate e a prezzi modici.
L'operazione si configura quindi come una vera e propria "smilitarizzazione" delle tante cause legali intentate contro Android in questi anni, una dichiarazione di cessata ostilità che a conti fatti arriva dopo un certo numero di accordi (stragiudiziali e non) che hanno già da tempo depotenziato la guerra "termonucleare" contro l'OS mobile acquisito a suo tempo da Google.

Del passaggio di mano dei brevetti Nortel da Rockstar a RPX si dichiarano tutti contenti, dal CEO di RPX che parla di un "sistema più efficiente" per ottenere valore dai brevetti rispetto alle cause legali, fino a Microsoft che sottolinea come il sistema dei brevetti funzioni a dovere per promuovere l'innovazione.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessBrevetti Nortel, l'asta si affollaUn numero crescente di organizzazioni e grandi aziende dell'IT professano interesse per l'acquisizione del succulento pacchetto di Proprietà Intellettuali dell'ex-colosso delle telecomunicazioni
  • BusinessGoogle fa pace coi brevetti RockstarArchiviata la battaglia con il consorzio formato per batterla nell'asta per il portafoglio di titoli di Nortel. Mistero sulle cifre, ma Cisco pagherà quasi 190 milioni per chiudere vicenda analoga
12 Commenti alla Notizia Brevetti Nortel, l'ultimo passaggio di mano
Ordina
  • Microsoft, Apple, Ericsson, BlackBerry e Sony hanno perso ben 3,6 miliardi di $ per correre dietro a brevetti-fuffa e cercare di danneggiare la concorrenza.
    Adesso mi auguro che qualcuno ne renda conto, in Cd'A.

    E se quelli di RPX pensano di fare i patent troll, gli auguro di fare la stessa fine e veder andare in fumo i loro 900 milioni "investiti" in questa maniera.
    Funz
    13017
  • La verità sta semplicemente in questo passaggio:

    "Duemila brevetti sono già stati suddivisi tra i membri del consorzio"
    Ognuno andrà a mungere la vacca (Google) quando lo riterrà opportuno.
    maxsix
    10108
  • - Scritto da: maxsix
    > Ognuno andrà a mungere la vacca (Google) quando
    > lo riterrà opportuno.

    Chi non riesce a tenere il passo con l'innovazione, cerca di mungere.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: maxsix
    > > Ognuno andrà a mungere la vacca (Google) quando
    > > lo riterrà opportuno.
    >
    > Chi non riesce a tenere il passo con
    > l'innovazione, cerca di
    > mungere.

    Ohi non scambiamo sempre il prima e il dopo.
    1. Prima ci sono i brevetti Nortel.
    2. Poi ci sono le scopiazzate di Google (ancora in questo merito da dimostrare appieno).
    3. Poi ci potrebbe essere chi in possesso del punto 1 munga il punto 2.

    Altrimenti siamo sempre al solito inutile revisionismo.
    maxsix
    10108
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: bradipao
    > > - Scritto da: maxsix
    > > > Ognuno andrà a mungere la vacca
    > > > (Google) quando lo riterrà opportuno.

    > > Chi non riesce a tenere il passo con
    > > l'innovazione, cerca di mungere.

    > Ohi non scambiamo sempre il prima e il dopo.
    > 1. Prima ci sono i brevetti Nortel.
    > 2. Poi ci sono le scopiazzate di Google (ancora
    > in questo merito da dimostrare
    > appieno).
    > 3. Poi ci potrebbe essere chi in possesso del
    > punto 1 munga il punto
    > 2.
    >
    > Altrimenti siamo sempre al solito inutile
    > revisionismo.

    Anche questa volta angoli stondati, il cerchio, il quadrato, la leva, l'acqua calda e brevetti simili ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    > La verità sta semplicemente in questo passaggio:
    >
    > "Duemila brevetti sono già stati suddivisi tra i
    > membri del
    > consorzio"
    > Ognuno andrà a mungere la vacca (Google) quando
    > lo riterrà
    > opportuno.

    I piccoli non hanno la stessa forza dei grandi

    PS: stai ancora guardando biancaneve sul tuo mysky? non ti è sparito dopo 48 vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oramai
    > - Scritto da: maxsix
    > > La verità sta semplicemente in questo
    > passaggio:
    > >
    > > "Duemila brevetti sono già stati suddivisi
    > tra
    > i
    > > membri del
    > > consorzio"
    > > Ognuno andrà a mungere la vacca (Google)
    > quando
    > > lo riterrà
    > > opportuno.
    >
    > I piccoli non hanno la stessa forza dei grandi

    Wut?

    Il Consorzio Rockstar era stato fondato con l'intento preciso di sfruttare l'enorme mole di brevetti di Nortel, 6.000 titoli riguardanti ogni genere di tecnologia di comunicazione e non solo, per mettere alle strette la piattaforma Android, un'iniziativa supportata da ben noti competitor di Google nel mercato mobile come Microsoft, Apple, Ericsson, BlackBerry e Sony .

    Hai qualche problema sul percepire le dimensioni?
    Brutta storia eh.

    >
    > PS: stai ancora guardando biancaneve sul tuo
    > mysky? non ti è sparito dopo 48
    > vero?

    Boh non ho fatto caso.
    Comunque ieri mi sono visto con estrema sorpresa e meraviglia Frozen - Karaoke edition in HD.

    Stupendo.
    Tanto di cappello.

    E l'illuminazione particellare e la total reflection nel bosco quando arriva olaf mi ha fatto cadere la mascella. Sono ancora qua che sto pensando a come minchia ci sono riusciti.
    maxsix
    10108
  • > Boh non ho fatto caso.

    Brutta storia anche questa.
    Non lo hai più, durano 48 ore quelli walt-disney
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oramai
    > > Boh non ho fatto caso.
    >
    > Brutta storia anche questa.
    > Non lo hai più, durano 48 ore quelli walt-disney

    E' sull'on-demand anche ora e su sky go.
    Comunque è credibile che Walt disney (vista la sua famosa e rinomata politica commerciale sui cartoni animati) imponga a sky date di scadenza ristrette.
    maxsix
    10108
  • >
    > E' sull'on-demand anche ora e su sky go.

    Che non è quello il punto, il punto è che se registri Biancaneve o Star-wars devi ricordarti ed avere tempo di guardarlo entro 48 ore, un'assurdità. Ovvio che se me lo ritrovo su on-demand poco male, ma appena esce dalla programmazione sei fregato. Inoltre su on-demand non vedi in HD se non quelli "scelti per te", magari per biancaneve non importa, ma per star-wars c'è differenza se permetti.

    > Comunque è credibile che Walt disney (vista la
    > sua famosa e rinomata politica commerciale sui
    > cartoni animati) imponga a sky date di scadenza
    > ristrette.

    Rimane il punto che mi avevi detto di non conoscere lo strumento, diciamo che ti ho perdonato visto che è Natale, ti invito solo a controllare prima di fare affermazioni e accusare gli altri di ignoranza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    > La verità sta semplicemente in questo passaggio:
    >
    > "Duemila brevetti sono già stati suddivisi tra i
    > membri del
    > consorzio"
    > Ognuno andrà a mungere la vacca (Google) quando
    > lo riterrà
    > opportuno.

    Cosa mungono, se non hanno nemmeno le mani per asciugarsi le lacrime?
    Hanno perso 3,6 miliardi di $ nel caso non te ne fossi reso conto. Persi, svaniti, andati in fumo.

    Più chissà quanti milioni in cause legali basate su migliaia di brevetti la cui percentuale di fuffa presumibilmente è superiore al 95%... di sicuro non si sono rifatti della perdita.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 dicembre 2014 13.44
    -----------------------------------------------------------
    Funz
    13017
  • - Scritto da: maxsix
    > La verità sta semplicemente in questo passaggio:
    >
    > "Duemila brevetti sono già stati suddivisi tra i
    > membri del
    > consorzio"
    > Ognuno andrà a mungere la vacca (Google) quando
    > lo riterrà
    > opportuno.


    per il momento hanno sukato duro per miliardi di dollari, giusto fedele?
    non+autenticato