Claudio Tamburrino

CES2015/ Musica per le nicchie

Con un nuovo Walkman per audiofili Sony punta al mercato di fascia alta. Lo stesso a cui mira Pono, dopo la lunga gestazione nella mente di Neil Young

Roma - Sony ha presentato al CES di Las Vegas il nuovo dispositivo di punta della linea Walkman: un device che, come il suo più famoso antenato, è dedicato esclusivamente all'ascolto di tracce audio e che punta ora a resistere ai tempi puntando su qualità dell'ascolto e sulla passione dei pochi che non cedono alle lusinghe dei sempre più popolari servizi di streaming.


Il dispositivo si chiama Walkman NW-ZX2 e, dietro ad un solido case di alluminio, punta ad una alta qualità audio: questo grazie ai sofware S-Master HX e DSEE HX che promettono audio ad alta risoluzione, di qualità agli MP3 e ai CD. I formati supportati sono MP3, WMA1, FLAC (192KHz/24bit), Linear PCM (192KHz/24bit), WAV (192KHz/24bit), AAC-LC2, HE-AAC, Apple Lossless (192KHz/24bit), AIFF (192KHz/24bit), DSD: secondo le prime esperienze registrate nel corso dello show di Las Vegas il dispositivo garantisce la riproduzione di un audio ad altissima qualità, compressione permettendo.


Il nuovo Walkman è animato da Android 4.2, dispone un sistema di comunicazione di alta qualità per speaker Bluetooth (codec LDAC), e offre la possibilità di connettersi via NFC.
Il dispositivo, inoltre, è caratterizzato da una lunga durata di batteria (60 ore) e da 128 GB di memoria (espandibile) per l'immagazzinamento della musica.
Il prezzo, secondo le prime indiscrezioni, non rende Walkman NW-ZX2 un dispositivo alla portata di tutti: dovrebbe costare intorno ai 1100 dollari, anche se Sony ancora non ha preso una decisione a tal proposito. Il target di Sony, d'altronde, è rappresentato da tutti quelli utenti che non vogliono rinunciare ad ascolti ad una qualità audio a quella offerta dai più diffusi lettori musicali.

Intende colpire lo stesso target anche Pono, il lettore musicale tanto voluto da Neil Young e da numerosi supporter di Kickstarter. Dopo la distribuzione per i finanziatori del crowdfunding, esordirà nei negozi da lunedì, al costo di 400 dollari.


Promette tracce audio "di qualità pari a quelle delle registrazioni in studio", proprio "come gli artisti le hanno pensate": anche per questo gli stessi brani musicali costano di più rispetto a quelli offerti presso altri store digitali.

Claudio Tamburrino

fonte immagine
Notizie collegate
  • TecnologiaNeil Young e la musica HDSi chiama Pono il player musicale del chitarrista canadese. Pronto al debutto nel 2013, col sostegno delle major. Un'idea mostrata anche a Steve Jobs
  • TecnologiaLo smartwatch di carta di SonyL'azienda sperimenta con nuovi materiali per sviluppare un gadget capace di attirare l' interesse dei clienti. L'importante č che non assomigli troppo a un vecchio cronografo, o i grandi marchi dell'orologeria potrebbero aver qualcosa da dire
1 Commenti alla Notizia CES2015/ Musica per le nicchie
Ordina
  • Lossless che occupa ovviamente più spazio di un formato compresso, e risulta indistinguibile da esso anche per esperti del settore con attrezzatura da laboratorio, lo dimostrano le prove in doppio cieco.
    In compenso, leggo che il nuovo walkman prevede la connessione con gli speaker bluetooth, geniale! Quindi: spreco un fantastiliardo di gigabyte perché la musica non la voglio comprimere, poi la comprimo più di quanto farebbe un mp3 (in teoria col bluetooth si potrebbe disporre di una banda decente, leggo che in effetti il codec LDAC di cui sopra dovrebbe averne tre volte tanta) e infine la ascolto su uno scatolotto di plastica con altoparlanti a una via, stile radiolina a transistor.
    Io ho il mio Fiio che ha l'uscita audio digitale, oltre a un DAC di tutto rispetto. Se lo attacco al mio ampli, uso il DAC di quest'ultimo e le casse del mio stereo. Sono sicuro che si senta meglio un mp3 così che un FLAC nel bluetoothino portatile, se il bitrate è decente.
    Izio01
    4397