Gaia Bottà

Google, verso la traduzione simultanea

Mountain View sta lavorando per migliorare la propria app Translate con il riconoscimento automatico delle lingue parlate. Novità anche per l'assistente Google Now

Roma - I colossi della tecnologia sono impegnati in una corsa all'interpretariato, con l'obiettivo di mettere a disposizione dell'utenza dei servizi che operino come il traduttore universale di Star Trek o il Babelfish della Guida galattica per gli autostoppisti: se Microsoft ha già mostrato le potenzialità dello Skype Translator, Google non sembra voler essere da meno.

È il New York Times a fornire un'anticipazione sui prossimi piani di Mountain View: se l'app Google Translate ora si limita alla traduzione di testi e consente di operare sulla voce, affidando però all'utente il compito di selezionare la lingua di origine, presto verrà aggiornata affinché riconosca le "più popolari" lingue parlate, e traduca in un testo scritto nella lingua di destinazione desiderata. Già nel 2013 Google aveva prospettato l'avvento di un sistema di traduzione simultanea per Android, promettendo traduzioni "vicine alla perfezione" per certe coppie di lingue, come ad esempio inglese e portoghese.

All'orizzonte, suggerisce ancora il New York Times, ci sarebbero aggiornamenti in questo senso anche per l'assistente digitale Google Now: l'acquisizione dell'azienda sviluppatrice di Word Lens, applicazione dedicata alle traduzioni testuali in realtà aumentata, potrebbe sfociare in un servizio che consenta di ottenere traduzioni dalle fotografie di testi composti in lingue non conosciute dall'utente.
È evidente come la Grande G sta lavorando attivamente sul fronte dell'interazione vocale, di cui i sistemi di traduzione non costituiscono che un tassello: l'assistente digitale di Google, suggeriscono le analisi di Android Police, potrebbe presto integrare un sistema di notifiche vocali. (G.B.)
Notizie collegate
  • TecnologiaSkype contro la Torre di BabeleUn sistema di traduzione consecutiva automatico. Integrato nel software per le videochiamate VoIP. Sarà realtà a partire dalla fine del 2014
  • BusinessGoogle, traduzioni in realtà aumentataIl produttore di Word Lens annuncia l'acquisizione da parte di Google, un'operazione che dovrebbe eventualmente portare a integrare la futuristica tecnologia di traduzioni in realtà aumentata in Google Traslate
  • TecnologiaGoogle impara dai discentiSpell Up è progetto che unisce apprendimento e divertimento. Giochi di parole e indovinelli per imparare la lingua, mentre Google incamera dati preziosi utili alle funzioni di riconoscimento vocale
2 Commenti alla Notizia Google, verso la traduzione simultanea
Ordina
  • Già fa pietà la traduzione non simultanea, figuriamoci cosa verrà fuori...
    non+autenticato
  • Credo faccia schifo traducendo nelle lingue minori ma tra inglese e spagnolo, probabilmente non sbaglia una parola. Con l'italiano ne sbaglia diverse ma il senso è più che comprensibile ed è migliorato parecchio in pochi anni, (non esce più capretto al posto di bambino), ma se traduci dall'albanese all'italiano il senso è un mistero.
    Ma come detto è roba che migliora con il tempo (non decenni) e con l'uso (le lingue minori oltre ad essere meno interessanti commercialmente forniscono anche meno dati ed informazioni a pari tempo), poi se magari la gente non usasse slang, abbreviazioni, ecc... le cose sarebbero più semplici ancora.
    non+autenticato