Alfonso Maruccia

Ross Ulbricht, processo al creatore di Silk Road

E' cominciato negli USA il processo al "cattivo" del marketplace dell'illegale attivo per anni su Tor. Ulbricht rischia la galera a vita, ma per il suo legale è solo un capro espiatorio

Roma - Ross Ulbricht va a processo, e il dibattimento si infiamma quasi subito: l'uomo accusato di essere il gestore di Silk Road è un vero e proprio signore della droga e va incarcerato a vita, sostiene l'accusa; Ulbricht è solo un idealista che conduce una vita frugale e si è trovato in un gioco più grande di lui, ribatte la difesa.

Il legale che assiste il presunto boss del famigerato marketplace telematico della droga ha riferito che l'unica responsabilità di Ross Ulbricht è quella di aver creato Silk Road, un "esperimento economico" avviato nel 2009 e poi lanciato ufficialmente per gli utenti di Tor due anni dopo.

Dopo aver avviato la piattaforma, però, Ulbricht avrebbe passato le redini a qualcun altro perché la sua gestione si sarebbe rivelata essere troppo stressante: lui non è e non è mai stato il famigerato Dread Pirate Roberts, ha sostenuto l'avvocato di fronte alla giuria.
Per la difesa le accuse della procura non hanno senso: Ulbricht conduceva una vita sin troppo spartana per essere un milionario arricchito dalle commissioni sulle transazioni di Silk Road, e di certo non era un "boss della droga senza scrupoli" capace persino di orchestrare sei omicidi per difendere il business della droga su Tor.

In attesa di conoscere il destino di Ross Ulbricht, una rediviva versione di Silk Road abbandona Tor - dove le acque non sono più sicure - e prova a ripartire per mezzo del software I2P, una piattaforma che fornisce servizi di navigazione Web, chat e trasferimento file teoricamente ancora più sicura della rete a cipolla. Oltre all'uso di I2P, la novità principale consiste nel fatto che ora il marketplace accetta criptomonete virtuali alternative a bitcoin (dogecoin, anoncoin) e incassa l'1 per cento di commissione sull'eventuale conversione in BTC.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàRoss Ulbricht e il cartello di Silk RoadIl Pirata Robert è stato incriminato con accuse analoghe a quelle di un boss della droga. Rischia la galera a vita, con in ballo ancora milioni in bitcoin
  • AttualitàUtopia, l'illusione del deep webAperto da una settimana, il marketplace dell'illecito è stato sequestrato dalle forze dell'ordine dei Paesi Bassi. Il mercato dell'illegale del dark web, però, vuol dimostrare di essere un'idra
  • AttualitàFBI chiude anche Silk Road 2.0Arrestato l'admin del redivivo mercato nero attivo su Tor, questa volta grazie alle informazioni fornite da un infiltrato. L'operazione in corso coinvolge anche altri "store" della darknet
16 Commenti alla Notizia Ross Ulbricht, processo al creatore di Silk Road
Ordina
  • Un server centralizzato, abbattuto quello fine del servizio.
    I prossimi negozi illegali sono già iniziati a spuntare in forma distribuita, e sarà molto più dura combatterli.
    Funz
    13000
  • Come hanno fatto a beccarlo? TOR non garantisce l'anonimato?
    Stesso discorso per Silk Road, come fecero a chiuderlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: _____
    > Come hanno fatto a beccarlo? TOR non garantisce
    > l'anonimato?
    > Stesso discorso per Silk Road, come fecero a
    > chiuderlo?

    Infiltrazioni e gestione della security degli hidden server approssimativa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: _____
    > > Come hanno fatto a beccarlo? TOR non garantisce
    > > l'anonimato?
    > > Stesso discorso per Silk Road, come fecero a
    > > chiuderlo?
    >
    > Infiltrazioni e gestione della security degli
    > hidden server
    > approssimativa.

    pare che il tizio abbia imprudentemente mischiato sullo stesso PC attività su TOR e in chiaro, e si sia pure fatto mandare roba al proprio indirizzo di casa.
    Per uno stra-ricercato è stato un comportamento decisamente imprudente.
    Funz
    13000
  • C'e' ancora troppa ignoranza tra coloro che indagano e accusano, e anche tra i giudici.

    Non sono capaci a capire la differenza che c'e' tra chi traccia la strada, chi la asfalta, chi la percorre su un carretto, chi si fa dare un passaggio da quel carretto trasportando cose, e chi compra e vende quelle cose che vengono trasportate da qualcuno su quel carretto guidato da qualcun altro, su una strada tracciata da un altro ancora, e asfaltata da un altro ancora.

    Prendono quello che ha un chiosco di panini ai margini della strada e lo accusano di tutto quello che transita su quella strada.

    Ovviamente tutto questo non ha minimamente scalfito il mercato della droga: ancora viene coltivata, raffinata e distribuita, per altre strade.

    Ma intanto ci dicono che un pericoloso narcotrafficante e' stato assicurato alla giustizia.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Ma intanto ci dicono che un pericoloso
    > narcotrafficante e' stato assicurato alla
    > giustizia.

    Infatti é un narcotrafficante anche se non la spaccia a mano per le strade. Perché giustifichi individui del genere?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: panda rossa

    > > Ma intanto ci dicono che un pericoloso
    > > narcotrafficante e' stato assicurato alla
    > > giustizia.

    > Infatti é un narcotrafficante anche se non la
    > spaccia a mano per le strade. Perché giustifichi
    > individui del genere?

    Non mi risulta che abbia trafficato in droga, si potrebbe dire che lui ha costruito la piazzetta in cui la gente andava a spacciare e che l'ha costruita in modo capzioso per renderne difficoltosa l'individuazione alle forze dell'ordine.
    Ma a quanto ho letto non faceva compravendita di droga, quindi non si pò dire che fosse un narcotrafficante, non senza rischiare un'accusa di diffamazione almeno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: min

    > quindi non si pò dire che fosse un
    > narcotrafficante, non senza rischiare un'accusa
    > di diffamazione
    > almeno.

    Addirittura. Rotola dal ridere   Allora viva il garantismo a tutti i costi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: min
    >
    > > quindi non si pò dire che fosse un
    > > narcotrafficante, non senza rischiare un'accusa
    > > di diffamazione
    > > almeno.
    >
    > Addirittura. Rotola dal ridere   Allora viva il garantismo
    > a tutti i
    > costi.

    Lo sai che ne ha denunciati di più per diffamazione la famiglia "Capone" di un sacco di politici nostrani ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: min

    >
    > Non mi risulta che abbia trafficato in droga, si
    > potrebbe dire che lui ha costruito la piazzetta
    > in cui la gente andava a spacciare e che l'ha
    > costruita in modo capzioso per renderne
    > difficoltosa l'individuazione alle forze
    > dell'ordine.



    Domandina: se io dispongo di un appartamento e lo do in uso ad alcune persone che all'interno dello stesso trafficano in droga ed io SONO A CONOSCENZA dei loro traffici illegali, sono perseguibile penalmente oppure no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > - Scritto da: min
    >
    > >
    > > Non mi risulta che abbia trafficato in droga, si
    > > potrebbe dire che lui ha costruito la piazzetta
    > > in cui la gente andava a spacciare e che l'ha
    > > costruita in modo capzioso per renderne
    > > difficoltosa l'individuazione alle forze
    > > dell'ordine.
    >
    > Domandina: se io dispongo di un appartamento e lo
    > do in uso ad alcune persone che all'interno dello
    > stesso trafficano in droga ed io SONO A
    > CONOSCENZA dei loro traffici illegali, sono
    > perseguibile penalmente oppure no?

    Si, ma non per spaccio, puoi esserlo per favoreggiamento, ma nessuno può accusarti di aver commesso il fatto specifico di spacciare se non eri tu a farlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > Domandina: se io dispongo di un appartamento e lo
    > do in uso ad alcune persone che all'interno dello
    > stesso trafficano in droga ed io SONO A
    > CONOSCENZA dei loro traffici illegali, sono
    > perseguibile penalmente oppure
    > no?
    Allo stesso modo di chi ha "inventato" TOR, o Internet, o l'energia elettrica...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Ma intanto ci dicono che un pericoloso
    > > narcotrafficante e' stato assicurato alla
    > > giustizia.
    >
    > Infatti é un narcotrafficante anche se non la
    > spaccia a mano per le strade.

    C'e' una sentenza di colpevolezza emessa da un tribunale, per caso?
    Oppure solo una accusa sommaria?

    > Perché giustifichi
    > individui del
    > genere?

    Per presunzione di innocenza, non avendo in mano alcun elemento per giudicare.

    Tra l'altro, solitamente, quando arrestano un presunto narcotrafficante fanno anche le foto alle centinaia di panetti di droga che hanno trovato nel suo magazzino, pronta per lo spaccio.

    Qui invece la droga non c'e'...
  • - Scritto da: panda rossa

    > Tra l'altro, solitamente, quando arrestano un
    > presunto narcotrafficante fanno anche le foto
    > alle centinaia di panetti di droga che hanno
    > trovato nel suo magazzino, pronta per lo
    > spaccio.
    >
    > Qui invece la droga non c'e'...


    Ti pongo la stessa domanda che ho posto a "min":

    Domandina: se io dispongo di un appartamento e lo do in uso ad alcune persone che all'interno dello stesso trafficano in droga ed io SONO A CONOSCENZA dei loro traffici illegali, sono perseguibile penalmente oppure no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno

    > Domandina: se io dispongo di un appartamento e lo
    > do in uso ad alcune persone che all'interno dello
    > stesso trafficano in droga ed io SONO A
    > CONOSCENZA dei loro traffici illegali, sono
    > perseguibile penalmente oppure
    > no?

    sei perseguibile ma non sei un narcotrafficante come invece hai scritto sopra.
    non+autenticato