Gaia Bottà

Facebook Messenger, dalla voce al testo

L'app offre a un numero limitato di utenti la possibilità di tradurre le comunicazioni vocali inviate e ricevute in messaggi scritti. Un test in attesa di estendere la funzione a tutti

Roma - Facebook già offre la possibilità di inviare messaggi vocali tramite l'app Messenger, molti dei dispositivi mobile degli utenti offrono funzioni e comandi basati sulla voce, che permettono di dettare all'applicazione il testo da trasmettere: il social network in blu chiude ora il cerchio, avviando in via sperimentale una funzione che trascrive i messaggi vocali in parole scritte.

Utile tanto in luoghi affollati e rumorosi quanto in consessi intimi, la possibilità di tradurre in un testo i messaggi vocali ricevuti e inviati è stata introdotta da Facebook per un numero limitato di utenti, i primi a fornire i feedback che serviranno a raffinarne i dettagli del servizio.

La piccola evoluzione dell'app promette così di trattenere l'interesse di una massa di utenti in crescita, nonostante le rimostranze che si sono accompagnate alla forzatura della scissione dall'applicazione principale del social network.
Ulteriori sviluppi nell'ambito della interazione vocale potrebbero essere presentati da Facebook nel prossimo futuro: di recente il social network ha annunciato l'acquisizione della startup Wit.ai, all'avanguardia nel settore dei comandi vocali e del riconoscimento del linguaggio naturale. (G.B.)
Notizie collegate