Claudio Tamburrino

YouTube e la dichiarazione di indipendenza

Continua la battaglia degli artisti indie: l'accordo che il Tubo vorrebbe firmassero li costringerebbe ad accettare condizioni inique

Roma - YouTube si trova di nuovo al centro delle polemiche per la contrattazione relativa ai termini di servizio del suo servizio di streaming musicale legato a YouTube.

A farsi sentire - stavolta per parlare delle condizioni economiche del suo rapporto con il Tubo - è la violoncellista Zoe Keating, che si lamenta in particolare del fatto che Google vorrebbe obbligarla ad includere sia nel servizio a pagamento che in quello premium qualsiasi cosa caricata col suo nome. Il Tubo pretende inoltre che tutte le canzoni siano caricate con l'opzione di monetizzazione che le associa all'advertising, che la distribuzione su YouTube goda delle tempistiche migliori, o almeno al pari di quelle di altri servizi o canali distributivi e che il contratto duri almeno cinque anni.

Checché ne dica Google, il problema è legato in generale ai nuovi termini di servizio di YouTube Music, redatti dal Tubo in vista del nuovo servizio di streaming Music Key ed imposti anche agli artisti indipendenti sotto la minaccia di scomparire dal Tubo o di dover rinunciare alla monetizzazione dei video.


Il contratto che YouTube chiede agli indipendenti di firmare, infatti, sembra nettamente sfavorevole rispetto a quello negoziato con le major: per questo le etichette si erano rivolte prima alla FTC, poi alle autorità antritrust europee.

Nonostante YouTube abbia sempre sostenuto di contare molto sui contenuti frutto della creatività degli artisti indipendenti, infatti, le dure condizioni che YouTube vorrebbe imporre loro suonano come una minaccia, soprattutto perché chi non dovesse aderirvi finirebbe per essere tagliato fuori dal "più grande punto di riferimento musicale per i consumatori su scala internazionale", un servizio che, data la posizione di Google sul mercato, rischia di dare del filo da torcere ai rivali.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
17 Commenti alla Notizia YouTube e la dichiarazione di indipendenza
Ordina
  • Come da copione non esiste il bianco e nero, nel mondo del commercio non ci sono "buoni" o "cattivi". Molti con l'avvento di internet hanno sperato in una scomparsa delle case discografiche per inutilità, e hanno salutato servizi come Vitaminic (ora acquistato), e in seguito Youtube come i loro sostituti. Ma anche Youtube non fa mica beneficenza.
  • - Scritto da: Leguleio
    > Come da copione non esiste il bianco e nero, nel
    > mondo del commercio non ci sono "buoni" o
    > "cattivi". Molti con l'avvento di internet hanno
    > sperato in una scomparsa delle case discografiche
    > per inutilità, e hanno salutato servizi come
    > Vitaminic (ora acquistato), e in seguito Youtube
    > come i loro sostituti. Ma anche Youtube non fa
    > mica
    > beneficenza.

    Si ma a noi che ci frega?
    L'importante e' che l'utente possa avere l'esperienza di una fruizione gratuita e anonima.
    I dettagli commerciali non lo riguardano e non lo devono riguardare.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Leguleio
    > > Come da copione non esiste il bianco e nero, nel
    > > mondo del commercio non ci sono "buoni" o
    > > "cattivi". Molti con l'avvento di internet hanno
    > > sperato in una scomparsa delle case
    > discografiche
    > > per inutilità, e hanno salutato servizi come
    > > Vitaminic (ora acquistato), e in seguito Youtube
    > > come i loro sostituti. Ma anche Youtube non fa
    > > mica
    > > beneficenza.
    >
    > Si ma a noi che ci frega?
    > L'importante e' che l'utente possa avere
    > l'esperienza di una fruizione gratuita e
    > anonima.

    Dovrebbe fregarti: se la violinista muore di fame difficilmente potrà suonare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Dovrebbe fregarti: se la violinista muore di fame
    > difficilmente potrà
    > suonare...

    E chi lo stabilisce che muore di fame, tu?
    E anche se fosse, c'è qualcuno che cancella le decine di milioni di brani composti fin'ora e c'è qualche legge che vieta ad un musicista di avere anche un lavoro normale?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oingo Boingo Brothers
    > - Scritto da: Hop
    >
    > > Dovrebbe fregarti: se la violinista muore di
    > fame
    > > difficilmente potrà
    > > suonare...
    >
    > E chi lo stabilisce che muore di fame, tu?

    O tu?A bocca aperta

    > E anche se fosse, c'è qualcuno che cancella le
    > decine di milioni di brani composti fin'ora e c'è
    > qualche legge che vieta ad un musicista di avere
    > anche un lavoro
    > normale?

    Tu ti faresti operare da un chirurgo che fa il muratore?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > > E chi lo stabilisce che muore di fame, tu?
    >
    > O tu?A bocca aperta

    Io non devo stabilire nulla.
    Tu hai fatto un affermazione ardita che si scontra con la realtà presente e passata, sta a te dimostrarla, mica a me.



    > Tu ti faresti operare da un chirurgo che fa il
    > muratore?

    Bravo 2014, esempio da perfetto ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: chirurgo muratore
    > - Scritto da: Hop
    >
    > > > E chi lo stabilisce che muore di fame,
    > tu?
    > >
    > > O tu?A bocca aperta
    >
    > Io non devo stabilire nulla.
    > Tu hai fatto un affermazione ardita che si
    > scontra con la realtà presente e passata, sta a
    > te dimostrarla, mica a
    > me.
    >
    > > Tu ti faresti operare da un chirurgo che fa
    > il
    > > muratore?
    >
    > Bravo 2014, esempio da perfetto ...

    Alla tua portata caro panda...
    Questo è il tempo che devi investire per imparare a suonare:
    http://www.consmilano.it/it/didattica
    e secondo te non è un lavoro?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Questo è il tempo che devi investire per imparare
    > a
    > suonare.

    A certo, e magari chi va in palestra deve essere pagato perchè fa esercizi 3 ore alla settimana Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Invece, guarsa un po' è l'esatto contrario: paga per fare fatica.

    Si impara a comporre e a suonare PER PIACERE personale esattamente come si va in palestra per questioni di hobby e salute.

    I 133.816 mod Amiga disponibili ad oggi sono brani composti da gente senza spendere nulla e senza far pagare nulla.


    Confondi il saper suonare col vendere musica e questo la dice lunga su quali siano le tue priorità: solo ed esclusivamente i soldi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Leguleio
    > > > Come da copione non esiste il bianco e
    > nero,
    > nel
    > > > mondo del commercio non ci sono "buoni"
    > o
    > > > "cattivi". Molti con l'avvento di
    > internet
    > hanno
    > > > sperato in una scomparsa delle case
    > > discografiche
    > > > per inutilità, e hanno salutato servizi
    > come
    > > > Vitaminic (ora acquistato), e in
    > seguito
    > Youtube
    > > > come i loro sostituti. Ma anche Youtube
    > non
    > fa
    > > > mica
    > > > beneficenza.
    > >
    > > Si ma a noi che ci frega?
    > > L'importante e' che l'utente possa avere
    > > l'esperienza di una fruizione gratuita e
    > > anonima.
    >
    > Dovrebbe fregarti: se la violinista muore di fame
    > difficilmente potrà
    > suonare...

    Se la violinista muore di fame, forse non era abbastanza apprezzata, e a quel punto avrebbe fatto meglio a lavorare in un call center o alla cassa di un supermercato.

    Gli artisti capaci non hanno di questi problemi: si esibiscono e riempiono i teatri.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Hop
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: Leguleio
    > > > > Come da copione non esiste il
    > bianco
    > e
    > > nero,
    > > nel
    > > > > mondo del commercio non ci sono
    > "buoni"
    > > o
    > > > > "cattivi". Molti con l'avvento di
    > > internet
    > > hanno
    > > > > sperato in una scomparsa delle case
    > > > discografiche
    > > > > per inutilità, e hanno salutato
    > servizi
    > > come
    > > > > Vitaminic (ora acquistato), e in
    > > seguito
    > > Youtube
    > > > > come i loro sostituti. Ma anche
    > Youtube
    > > non
    > > fa
    > > > > mica
    > > > > beneficenza.
    > > >
    > > > Si ma a noi che ci frega?
    > > > L'importante e' che l'utente possa avere
    > > > l'esperienza di una fruizione gratuita e
    > > > anonima.
    > >
    > > Dovrebbe fregarti: se la violinista muore di
    > fame
    > > difficilmente potrà
    > > suonare...
    >
    > Se la violinista muore di fame, forse non era
    > abbastanza apprezzata, e a quel punto avrebbe
    > fatto meglio a lavorare in un call center o alla
    > cassa di un
    > supermercato.
    Nel frattempo però sta facendo ingrassare i tuoi odiatissimi intermediari, il tubo in questo caso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Nel frattempo però sta facendo ingrassare i tuoi
    > odiatissimi intermediari, il tubo in questo
    > caso.


    1) impara a quotare
    2) youtube non prende un cents dalle mie creazioni, il content Id le indentifica e i video che li contengono vengono automaticamente rimossi.
    non+autenticato