Lindows spara il suo OS sul P2P

Mentre altri tre paesi europei hanno deciso di mettere al bando LindowsOS, l'azienda ha iniziato a diffondere una versione gratuita del proprio sistema operativo sulle reti P2P

San Diego (USA) - Con Olanda, Belgio e Lussemburgo sono ora cinque i paesi europei in cui LindowsOS, il sistema operativo Linux-based commercializzato da Lindows.com, è stato messo al bando. Dopo Svezia e Finlandia, anche un tribunale di Amsterdam con giurisdizione sul Benelux ha infatti accolto la richiesta di Microsoft di bloccare le vendite di LindowsOS.

Al contrario di quanto è successo negli Stati Uniti, dove i magistrati hanno fino ad oggi respinto tutte le richieste d'ingiunzione presentate da Microsoft, la "battaglia d'Europa" sembra dunque volgere a netto favore del colosso del software.

Nella serie di cause legali che, sulla scia di quella avviata negli USA alla fine del 2001, sono state recentemente aperte da Microsoft in diversi paesi europei, il big di Redmond accusa la società capitanata da Michael Robertson di violare il proprio marchio commercializzando un sistema operativo dal nome troppo simile a Windows.
Nonostante le forti spese legali, Robertson ha fatto sapere di volersi appellare contro le sentenze europee e, nell'ugual tempo, espandere quell'iniziativa, chiamata ChoicePC, con cui sta tentando di far leva sul Web per aggirare i divieti europei.

Un'altra arma sfoderata da Lindows.com è il P2P, mezzo scelto per la distribuzione di una versione gratuita del proprio sistema operativo avviabile da CD, LindowsCD, ribattezzato per l'occasione LindowsLive!.

L'azienda ha iniziato a "seminare" un file ISO (LindowsLive-4.5.2xx.iso) contenente il proprio sistema operativo senza installazione su alcuni dei network P2P più utilizzati al mondo, fra cui Kazaa, Gnutella, eDonkey e BitTorrent.

Attraverso il P2P, Lindows.com intende ridurre i costi legati alla banda e, nello stesso tempo, ampliare significativamente la visibilità della propria incarnazione di Linux.

"Spero che questi utenti - ha detto Robertson - compreranno altri prodotti e servizi da Lindows.com, quali Click and Run, web-filtering, software antivirus o uno dei molti giochi e programmi disponibili su Click-N-Buy".

Il boss di Lindows.com, fra i primi in passato ad aver tentato, con il sito mp3.com, il business della vendita di musica on-line, ha affermato che "il P2P è qui per rimanere" e che "l'industria discografica, come anche quella cinematografica e del software, dovrà modificare il proprio business per far leva sul P2P".
TAG: mercato
18 Commenti alla Notizia Lindows spara il suo OS sul P2P
Ordina
  • Ho trovato una copia tempo addietro di lindowscd4.0, esigenza di memoria a parte (minimo 256 M di Ram, visto che si installa in RamDrive), e' un'ottima distribuzione linux, utile soprattutto come rescue cd di emergenza, ma anche per avere tutti gli applicativi per leggere praticamente tutti i formati (OpenOffice, quindi i vari file Excel, Word, PPoint), lettore file PDF, e perfino i filmati in Divx e xvid sono fruibili con mplayer con i codec video incorporati (ovviamente aggiornati alla data di release della distribuzione)

    Per il nome molto simile a Windows, io considero in buona fedde la società che produce la distribuzione, come una fusione tra Linux e Windows (interfaccia simil Windows e cuore kernel Linux) e se un colosso come la Microsoft attacca una società solo per un nome che ricorda il suo Sistema Operativo, vuol dire che HA PAURA che il suo Windows non regga il confronto!!
    non+autenticato
  • http://www.knoppix.com
    http://morphix.sourceforge.net/

    entrambe distribuzioni Live con TUTTOOcchiolino

    ciao

    SIMO
    non+autenticato
  • Morphix non lo conosco ma Knoppix su diversi pc, soprattutto portatili non funziona.
    non+autenticato
  • sul mio non ha dato problemi (vacchio thinkpad)
  • nemmeno sul mio, Presario con centrino e schermo da 16/10.
    Anzi, considero Knoppix il miglior modo per installare una Debian senza spaccarsi troppo la testa
    non+autenticato
  • Ma dico io, con quale coraggio una ditta che produce un ambiente a finestre e lo chiama "Windows", un word processor e lo chiama "Word", un sistema operativo e lo chiama "Disk Operating System", un suite di programmi per l'ufficio e la chiama "Office", un programma per la pianificazione di progetti e lo chiama "Project", un programma per la gestione di risparmi, spese, conti correnti e lo chiama "Money"... e chi più ne ha, più ne metta...

    Con quale coraggio riesce a rompere i co***ni a qualcuno perchè un sistema operativo ha un nome che SOMIGLIA ad una COMUNE PAROLA DEL VOCABOLARIO INGLESE???

    Gli avvocati ed i commerciali della microsoft dovrebbero vergognarsi di stare al mondo.


    non+autenticato

  • bum
    molto peggio e' intel che ha brevettato

    "entra in internet"

    in italiano
    non+autenticato
  • Che almeno in 3 paesi qualcuno si è fatto il panfilo nuovo da 30 metri grazie a M$... e non dite di no...
    non+autenticato
  • Ma si può permettere ad una società di registrare u marchio, un trade-mark, un copyright........sulla parole "FINESTRE"!!!!!!

    Ma stiamo scherzando!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma si può permettere ad una
    > società di registrare u marchio, un
    > trade-mark, un copyright........sulla parole
    > "FINESTRE"!!!!!!
    >
    > Ma stiamo scherzando!

    E ci hanno già provato anche a far causa per "parola" ("word"), questi vogliono brevettare tutto il vocabolario.

    Fanno prima a brevettare le 26 lettere e le 10 cifre...

    Comunque stranamente gli europei in questo caso si stanno dimostrando più stupidi degli americani.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Comunque stranamente gli europei in questo
    > caso si stanno dimostrando più
    > stupidi degli americani.

    perche' strano? qualcosa ti fa pensare che normalmente gli europei sono piu' furbi? io direi piuttosto che nel migliore dei casi siamo cretini uguali.
    non+autenticato
  • ma no! secondo me basta che brevettano gli insulti più comuni (che gli tirano gli utenti tutti i giorni) non so tipo:
    son of a b*tch
    suck*rs
    thi*ves
    c*nts

    vivrebbero di rendita


    - Scritto da: Anonimo

    > E ci hanno già provato anche a far
    > causa per "parola" ("word"), questi vogliono
    > brevettare tutto il vocabolario.
    >
    > Fanno prima a brevettare le 26 lettere e le
    > 10 cifre...
    >
    non+autenticato
  • Si puo' brevettare un marchio e si puo' impedire di utilizzare un marchio simile, se palesemente utilizzato per sfruttare la notorieta' del primo, se il prodotto appartiene alla stessa "categoria".

    Che ne so... se comincio a produrre gomme da masticare col nome "Brooklyns", la Perfetti mi denuncera' e vincera' la causa, nonostante "Brooklyn" sia un quartiere di New York, un ponte... o quello che vuoi.
    Stesso discorso per Windows e le sue finestre.

    Pure a me stanno sulle paXXe queste storie dei nomi e dei brevetti, PERO' se un'azienda (che fessa non e') lo fa "apposta" a scegliersi quel nome, allora deve aspettarsi pure le conseguenze.
    Il mio punto di vista e': se avete un prodotto che ritenete veramente valido e competitivo, allora chiamatelo: "Pincopallino"... se sara' un prodotto BUONO la gente lo utilizzera' (lo comprera') indipendentemente dal nome.... insomma, le magagne, non andatevele a cercare!
    non+autenticato
  • Non sono d'accordo con te...

    sono d'accordissimo!!!!!!!!!!!!

    non+autenticato
  • Beh, pensa che io conosco uno che ha brevettato un marchio con la parola ITALIA !
    Il marchio in questione è "Forza Italia".
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Beh, pensa che io conosco uno che ha
    > brevettato un marchio con la parola ITALIA !
    > Il marchio in questione è "Forza
    > Italia".

    E ti pareva!!!!!!!!!!!!!!!!
    Quanto siete noiosi..........
    Che palle!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Funziona così.
    Si possono utilizzare nomi generici per prodotti che non rientrano nel significato di quei nomi.
    Ad esempio: non posso vendere arance e chimarmi Arancia spa
    posso pero chimare il mi nuovo modello di automobile "Arancia 1600 16v"
    e lo stesso vale per le finestre. E non si tratta di brevetto, non confondiamo le cose. Si tratta di marchio.
    Qualche dubbio l'avrei invece , per esempio, sulla parola Word per un programma di videoscrittura...
    non+autenticato
  • Bhe... tutto sommato penso che quella dei "pinguini" sia stata una mossa sapientemente studiata a tavolino.
    Sapevano che sarebbero finiti in tribunale, ma la loro distrubuzione di linux, senza installazione, si presume, punti principlamente a tutti quegli utenti che linux non l'hanno mai visto, che smanettano, ma che linux non lo sanno neppure installare ed in sostanza, penso, Linudows, alla fine e' solo una mossa commerciale per cominciare a rompere le scatole al mercato home-users della microsoft e Il fatto che siano finiti in tribunale, non fa che aumentare la pubblicita' gratuita a questa releaseSorride



    viva debian ! Fan Linux