Asta ricca per Mike Rowe

Il giovanissimo programmatore canadese ha ora l'opportunità di sfruttare la grande visibilità che ha avuto il caso del suo dominio. Ha messo su un'asta che, al momento, ha già superato i 100mila dollari

Internet - Altro che Xbox e gita a Redmond. Dal suo piccolo scontro con Microsoft, gigante a cui aveva pestato i piedi creando il sito mikerowesoft.com, Mike Rowe potrebbe guadagnarci un discreto gruzzolo di denaro.

Il diciassettenne canadese, spesso accusato di aver "svenduto" il proprio dominio a Microsoft, sembra intenzionato a rifarsi attraverso la messa all'asta, su eBay, di una copia delle lettere scambiate negli scorsi mesi con i legali del big di Redmond.

Nel momento in cui si scrive, l'asta ha superato la ragguardevole cifra di 200.000 dollari, ossia quasi 400 milioni delle vecchie lire: una cifra che, durante i tre giorni che ancora mancano alla scadenza dell'incanto, sembra destinata a crescere ulteriormente. Niente male per un mucchietto di scartoffie, pardon, per "un pezzo della storia di Internet", come le chiama Rowe.
"Questo è il tomo che hanno mostrato TV, Internet, riviste e di cui hanno parlato le radio", si legge nella descrizione dell'articolo scritta da Mike Rowe. "Il pacchetto contiene 25 pagine di policy, normative, denunce e molto altro". Insomma, una lettura a suo dire imperdibile.

"Sfrutta questa opportunità, - incalza ancora il ragazzo canadese - una di quelle che capitano una volta sola nella vita".

Qualcuno certo freme per conoscere chi, fra tre giorni, avrà colto questa "irripetibile opportunità"...
TAG: domini
38 Commenti alla Notizia Asta ricca per Mike Rowe
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)