Gaia Bottà

Nintendo, bene il presente

Dopo mesi di crisi, l'azienda registra il secondo trimestre in positivo. La mamma di Super Mario è però costretta a ridimensionare le aspettative per i prossimi mesi

Roma - Il momento fotografato dalla trimestrale di Nintendo è positivo, conferma il ritorno al bilancio in nero già fatto registrare nel mese di ottobre dopo tre anni consecutivi in perdita: la casa videoludica, però, non azzarda a riporre troppe speranze nel futuro.

I dati comunicati dal colosso videoludico incassano gli entusiasmi del mercato per le festività natalizie, al pari degli altri grandi produttori, Sony e Microsoft: Nintendo pone l'accento soprattutto sui titoli, capaci ancora una volta di incoraggiare la vendita dell'hardware.

Vendite complessive hardware e software

Rispetto a Wii U Nintendo cita Mario Kart 8 e Super Smash Bros. per Wii U: globalmente, nei primi nove mesi dell'anno fiscale, hanno totalizzato rispettivamente vendite per 4,77 milioni di unità e 3,39 milioni di unità, a rappresentare una grossa fetta delle vendite totali di software, pari a 20,59 milioni di titoli. Di conseguenza, spiega Nintendo, a partire da aprile 2014 3,03 milioni di Wii U hanno intrattenuto nuovi gamer: 1,91 milioni di console sono state vendute nel periodo compreso tra l'inizio di ottobre e la fine di dicembre, un numero sovrapponibile a quello fatto registrare nel periodo corrispondente dello scorso anno.
Per quanto attiene 3DS, con il comparto software che gode di vendite stabili, Nintendo registra i primi frutti del lancio giapponese delle nuove versioni della console, New Nintendo 3DS/New Nintendo 3DS XL: le vendite procedono bene (1,84 milioni di unità), e sono positive le attese rispetto alle performance del nuovo handheld che a febbraio debutterà sul mercato statunitense e europeo.

Proprio sulla console portatile, però, si addensano le preoccupazioni che Nintendo riversa nell'aggiustamento delle previsioni per la chiusura dell'anno fiscale: le vendite di 3DS sul mercato statunitense e europeo in questo trimestre non sono cresciute a sufficienza per soddisfare le aspettative della casa videoludica. Se gli utili per i primi nove mesi dell'anno fiscale si contano in 31,6 miliardi di yen (236 milioni di euro), il trimestre, seppur in miglioramento rispetto al trimestre precedente e al periodo corrispondente dello scorso anno, non permette di sperare nel raggiungimento di utili di esercizio per 40 miliardi di yen (300 milioni di euro): le previsioni sono dimezzate a 20 miliardi, in vista delle perdite previste per il prossimo trimestre, ma l'obiettivo è comunque un bilancio annuale in positivo.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • TecnologiaNintendo, un nuovo Nuovo 3DSLa casa nipponica conferma l'avvento del nuovo handheld sui mercati occidentali, con relative release software ottimizzate. Il nuovo 3DS avrà qualche Megahertz in più, ma anche un caricatore in meno nella confezione
  • BusinessNintendo, un trimestre a sorpresaLe vendite dei titoli sospingono le vendite delle console: la mamma di Super Mario stupisce gli analisti con risultati positivi
  • BusinessMario non basta a risollevare NintendoUn titolo come Mario Kart 8 ha venduto 2,8 milioni di copie in un mese, le vendite dell'hardware crescono rispetto al trimestre precedente, ma le perdite restano consistenti