Gaia Bottà

Kickass Torrents, domini e sequestri

Il dominio somalo di KAT è stato abbattuto, probabilmente su richiesta dei detentori dei diritti. Il sito dedicato ai torrent ricompare presso l'indirizzo storico

Roma - Fra gli snodi della condivisione di contenuti più frequentati, Kickass Torrents è un ospite sgradito per la Somalia: il dominio .so, ultima base scelta dagli amministratori per fare fronte ai provvedimenti decretati dalla giustizia di mezzo mondo, è stato reso inservibile dal registry che gestisce i domini somali, probabilmente a seguito di una segnalazione da parte dei detentori dei diritti su opere di cui il sito agevolava la circolazione illegale.

Kickass.so risulta ora inaccessibile, insieme ad altri siti che con KAT condividono solo il nome: il sito truffaldino kickasstorrents.so, ad esempio, è stato annoverato fra i domini bloccati, probabilmente risultato di un'operazione grossolana basata sulla parola chiave "kickass".

Colpito dalle inibizioni anche in Italia, nel 2012 e nel 2014, KAT è negli anni migrato di dominio in dominio per sfuggire ai provvedimenti con cui le autorità avrebbero voluto tagliarlo fuori dalla Rete. La strategia, adottata anche da The Pirate Bay e da numerosi altri siti, ha di volta in volta dimostrato l'inefficacia dei blocchi: gli utenti hanno sempre saputo rincorrere i servizi a cui non intendono rinunciare.
Kickass Torrents si è dunque riaffacciato in Rete presso il dominio storico .to: poiché risulta essere quello più colpito dai provvedimenti inibitori è probabile che il sito si reincarni presto in un nuovo dominio. (G.B.)
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Kickass Torrents, domini e sequestri
Ordina