Claudio Tamburrino

YouTube, i bambini contano

Il Tubo pensa ai più piccoli con una versione ad hoc: si allarga così il mercato della piattaforma eliminando il limite di età per gli iscritti

Roma - Il 23 febbraio farà il suo esordio negli States la versione di YouTube pensata per i minori di 13 anni: accessibile via app, YouTube Kids sarà caratterizzata da un filtro ad hoc, funzioni di ricerca locali ed un timer per limitare il tempo online dei suoi utenti.

Già ad agosto Google aveva annunciato di essere al lavoro su una versione di YouTube pensata proprio per i bambini. D'altronde, la fruizione del Tubo sembra trovare un ostacolo solo nel digital divide e nei limiti di età: per il primo Big G sta portando avanti diversi progetti per portare la Rete ovunque, per il secondo ha deciso di mettere mano al suo servizio, offrendone dunque una versione degna dell'approvazione di un qualsiasi genitore. E soprattutto della normativa a stelle e strisce, ed in particolare il Children's Online Privacy Protection Act (COPPA), legge che negli USA regola appunto l'accesso e le garanzie dedicate alla privacy dei servizi online per i minori e che obbliga le aziende ad ottenere il via libera dei genitori per poter utilizzare i dati dei bambini, anche a scopo pubblicitario.

YouTube, solo nell'ultimo anno, ha visto le visite globali cresciute del 50 per cento: l'obiettivo, comunque, resta quello di continuare a crescere e conquistare la fascia di mercato dei più piccoli. Abbattere il limite di età dei 13 anni per iscriversi ai propri servizi è uno degli scopi della versione ottimizzata per i più piccoli.
La nuova versione esordirà sotto forma di app per Android: tramite di essa si avrà accesso ad una piattaforma senza i commenti e con il blocco contenuti discutibili, selezionati da un filtro specifico che mette inoltre in risalto i video tratti da show per bambini, quelli con contenuti educativi ecc.

Pensando ai bambini impossibilitati a digitare sui dispositivi mobile, YouTube ha predisposto per l'app anche una funzione di ricerca vocale.

Inoltre, per permettere ai genitori di monitorare il tempo utilizzato sulla piattaforma dai loro figli, l'app sarà dotata di un sistema di controllo del tempo passato sull'app.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàYouTube e i censori volontariEmergono indiscrezioni su come il Tubo si batte contro i contenuti inappropriati: mobilita gli utenti e la polizia, e dota alcuni soggetti di superpoteri di segnalazione
  • BusinessGoogle pensa ai bambiniBig G al lavoro su una versione di YouTube che consentirebbe di eliminare il limite di età per gli iscritti. Facebook si muove nella stessa direzione. Ma le leggi Usa sono un duro scoglio da superare
  • AttualitàGoogle, soluzioni minoriNel 2015 online Mountain View metterà a disposizione delle versioni dei propri servizi e del proprio browser tagliate su misura dei più piccoli. E dei loro genitori