Claudio Tamburrino

UE, 28 Reti diverse

Non esiste un'unica esperienza online per i cittadini europei: tra Danimarca e Romania c'è un abisso. L'Italia si colloca nelle posizioni di coda della classifica

UE, 28 Reti diverseRoma - Non si possono tracciare le linee di un'esperienza europea comune online e le medie di settore rischiano di rappresentare un dato assolutamente drogato dalle ampie differenze che vi sono tra i diversi paesi membri dell'Unione.

A dirlo è il nuovo indice Desi-Digital sull'economia e della società digitali, pubblicato dalla Commissione Europea e relativo a dati raccolti tra il 2013 ed il 2014: in realtà esso conferma per ampi tratti l'arretratezza digitale del Vecchio Continente già fotografata da diversi studi, e nel farlo mette in luce le nette differenze che vi sono tra i diversi paesi.

Lo studio prende in considerazione cinque macro-argomenti: servizi pubblici digitali, integrazione della tecnologia digitale, utilizzo di Internet, capitale umano impiegato nel settore e infrastruttura di connettività. Valutando in base a diversi parametri questi aspetti arriva a delineare una classifica dei 28 paesi europei e a fotografare un quadro complessivo del settore. Stando ai risultati, in generale, le opportunità date dal digitale devono ancora essere sbloccate da gran parte dei paesi europei: ecommerce, studio online, pagamenti amministrativi e delle bollette via Internet, restano appannaggio di una minima percentuale dei cittadini.
Così, anche se le abitudini stanno cambiando, tanto che il 75 per cento dei cittadini europei (una crescita però di solo 3 punti percentuali rispetto all'anno precedente) usa Internet regolarmente ed il 49 per cento accede a contenuti audiovisivi online, le piccole e medie imprese incontrano ancora diverse difficoltà, solo il 15 per cento vende online e solo il 33 per cento dei netizen ha utilizzato form online per inviare informazioni alle autorità pubbliche (con percentuali che variano dal 69 per cento della Danimarca all'appena 6 per cento della Romania).

L'Italia langue al quartultimo posto tra i 28 Paesi europei, prima solo di Grecia, Bulgaria e del fanalino di coda Romania.
Per l'Italia si tratta, insomma, di una sonora bocciatura, ma di una conferma dei precedenti studi di settore: in una scala da 0 a 1 si ferma a 0,36. Nel dettaglio, solo il 5,1 per cento delle piccole e medie imprese italiane utilizza l'ecommerce per la vendita dei propri prodotti e servizi, derivando dal digitale solo il 4,8 del fatturato complessivo delle imprese italiane, ma soprattutto solo il 21 per cento delle famiglie italiane ha accesso ad una connessione Internet veloce e solo il 51 per cento ha un abbonamento a banda larga a rete fissa: la percentuale più bassa in assoluto per questo tipo di dati nell'intera Europa.

usb

Una conferma empirica delle difficoltà italiane, d'altra parte, si possono facilmente rintracciare negli ostacoli che stanno incontrando i tentativi di introdurre il processo telematico, i servizi online dell'amministrazione pubblica e nella tutela dell'accessibilità anche dei siti istituzionali: sintomi di un sistema ancora legato all'analogico.

L'altro lato della medaglia è dato dalla parte alta della classifica guidata dai paesi scandinavi (con la Danimarca al primo posto con un punteggio di 0,68 su 1) ed i Paesi Bassi, seguiti da Regno Unito, Estonia, Lussembrugo, Irlanda e Germania. In queste realtà l'esperienza appare assolutamente diversa, con la gran parte dei cittadini che si interfacciano con l'amministrazione pubblica attraverso Internet e con maggiori possibilità anche di fruire di contenuti multimediali online.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • Attualità2015, l'anno dell'Italia digitale?A febbraio matureranno le identità digitali ed entro settembre 2016 le pubbliche amministrazioni dovranno diventare completamente digitali: col documento informatico la carta crepa?
  • AttualitàInternet, un mondo divisoL'ITU presenta un nuovo studio sulla diffusione delle connessioni: più di metà del mondo è ancora offline, ma il mobile si sta rapidamente diffondendo. Un punto di partenza ufficiale per studiare le politiche da adottare
  • AttualitàRapporto Telecom, Italia Connessa?L'incumbent pubblica un rapporto sullo stato delle "Agende digitali regionali". Un processo di innovazione che procede meglio del previsto secondo Telecom. Ma Eurostat certifica il ritardo nella cultura informatica del Belpaese
18 Commenti alla Notizia UE, 28 Reti diverse
Ordina
  • ma dove vogliamo andare se ieri mi sono connesso con teamviewer ad un pc che era "lento" per capire il problema ho fatto lo speed test su una linea a 20 Mbit mi sono trovato a 0.9 Mbit, come puoi pensare di creare economia digitale quando non si riesce neanche a usare internet ?
    Teamviewer ci ha messo 3 minuti buoni a connettersi e vedevo il mouse a scatti...e non ero collegato ad un PC nella campagna sperduta ma in un capoluogo di regione.
  • Ringraziamo Colaninno e Tronchetti Provera per aver dissanguato e spolpato Telecom.

    Dovrebbero essere processati per disastro economico.
    non+autenticato
  • Dove stavi di preciso a che distanza da una centrale? Eri agganciato ad un ADSL2+ veramente?
    Per anadare sotto il megabit su ADSL2+ devi avere un'attenuzione tremenda quindi o una distanza enorme o un guasto sulla linea.
    Nella seconda ipotesi si tratta di verificare il rame, che al 90% ha qualche parte esposta all'acqua danneggiata.
    non+autenticato
  • Con le micro aziende che ci sono in Italia che E-Commerce si dovrebbe sviluppare? Una piccola azienda meccanica (lavorazioni a CNC ecc) che E-commerce potrebbe creare? Micca tutti vendono cellulari e scarpe!!!!! Siamo reali!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: kitttri
    > Con le micro aziende che ci sono in Italia che
    > E-Commerce si dovrebbe sviluppare? Una piccola
    > azienda meccanica (lavorazioni a CNC ecc) che
    > E-commerce potrebbe creare? Micca tutti vendono
    > cellulari e scarpe!!!!! Siamo
    > reali!!!

    esiste anche il B2B
  • - Scritto da: Fulmy(nato)
    > - Scritto da: kitttri
    > > Con le micro aziende che ci sono in Italia
    > che
    > > E-Commerce si dovrebbe sviluppare? Una
    > piccola
    > > azienda meccanica (lavorazioni a CNC ecc) che
    > > E-commerce potrebbe creare? Micca tutti
    > vendono
    > > cellulari e scarpe!!!!! Siamo
    > > reali!!!
    >
    > esiste anche il B2B

    Meglio il P2P ...
    non+autenticato
  • Da un lato c'è la siae che abbaia alla luna e con il suo presidente danno l'esempio di cosa sia la legalità, dall'altro la velocità minima garantita di una decina di Kb/s...
    Ma chi sono i veri pirati? A suo tempo erano al soldo della regina... ad oggi non è cambiato molto.
    non+autenticato
  • > Ma chi sono i veri pirati? A suo tempo erano al
    > soldo della regina...

    Quelli erano i corsari, ti confondi:

    https://www.zoomarine.it/Blog/Post/48/Lettera-di-c...
  • Sei tu che ti sbagli, la distinzione tra pirati e corsari non sempre era tenuta in gran conto ...

    http://www.fratelli-della-costa.it/contents/tortug...

    Sempre nel sito da te segnalato:

    https://www.zoomarine.it/#/Blog/Post/96/Pirati-e-c...

    Perché allora pirati e corsari sono diventati sinonimi, se invece tra di loro c’è una così marcata differenza?
    Il motivo è molto semplice: una volta finita la guerra, i governi semplicemente non concedevano più la lettera di corsa; quindi molti corsari continuarono l’attività “in proprio”, diventano, di fatto, dei pirati.
    non+autenticato
  • Quindi i pirati che a causa di una guerra ricevevano la "lettera di corsa", diventavano corsari, ma ritornavano ad essere pirati alla fine della guerra momento in cui la lettera veniva revocata.

    Diciamo che i pirati erano a tempo indeterminato, mentre i corsari erano pirati con contratto co.co.pro.A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ritornando all'osservazione iniziale: la regina pagava i pirati e nel momento in cui ricevevano la "lettera di corsa" diventavano corsari.
    C'est la vie!Sorride
    non+autenticato
  • "Una conferma empirica delle difficoltà italiane, d'altra parte, si possono facilmente rintracciare negli ostacoli che stanno incontrando i tentativi di introdurre il processo telematico, i servizi online dell'amministrazione pubblica e nella tutela dell'accessibilità anche dei siti istituzionali: sintomi di un sistema ancora legato all'analogico.

    Corrige: un sistema legato all'assunzione di personale per compiti che i PC fanno meglio e più in fretta.
    Altrimenti non si capisce.
  • - Scritto da: Leguleio
    > "Una conferma empirica delle difficoltà
    > italiane, d'altra parte, si possono facilmente
    > rintracciare negli ostacoli che stanno
    > incontrando i tentativi di introdurre il processo
    > telematico, i servizi online dell'amministrazione
    > pubblica e nella tutela dell'accessibilità anche
    > dei siti istituzionali: sintomi di un sistema
    > ancora legato
    > all'analogico
    .
    >
    > Corrige: un sistema legato all'assunzione di
    > personale per compiti che i PC fanno meglio e più
    > in
    > fretta.
    > Altrimenti non si capisce.

    ROTFLASC...
    ...che erano anni che non utilizzavo questa sigla. Non potevi dirlo meglio!

    GT
  • I pc lo farebbero meglio e piu' in fretta ... ma poi ci si mettono i software applicativi relizzati appositemente per la p.a. che fanno in modo che ci voglia almeno n volte il tempo necessario a farlo a mano ... con n grande a piacere .
    non+autenticato
  • > I pc lo farebbero meglio e piu' in fretta ... ma
    > poi ci si mettono i software applicativi
    > relizzati appositemente per la p.a. che fanno in
    > modo che ci voglia almeno n volte il tempo
    > necessario a farlo a mano ... con n grande a
    > piacere
    > .

    Ah sì, anche quello è vero.A bocca aperta
    Diciamo che non sempre hanno le possibilità di acquistare software fatto apposta per funzionare male. Il più delle volte il budget è limitato, e vince il più economico, di norma un prodotto Microsoft. Che non sarà un granché, ma si più rapidamente che a mano.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > I pc lo farebbero meglio e piu' in fretta
    > ...
    > ma
    > > poi ci si mettono i software applicativi
    > > relizzati appositemente per la p.a. che
    > fanno
    > in
    > > modo che ci voglia almeno n volte il tempo
    > > necessario a farlo a mano ... con n grande a
    > > piacere
    > > .
    >
    > Ah sì, anche quello è vero.A bocca aperta
    > Diciamo che non sempre hanno le possibilità di
    > acquistare software fatto apposta per funzionare
    > male. Il più delle volte il budget è limitato, e
    > vince il più economico, di norma un prodotto
    > Microsoft. Che non sarà un granché, ma si più
    > rapidamente che a
    > mano.
    In realta' ci sono altri 2 motivi molto importanti (in parte correlati) che, ignorati, deformano molte cose

    - nel commento acido del "compiti che i PC fanno meglio e più in fretta" che dicevi tu, c'e' da inserire il fatto che affastellamenti di burocrazia cartacea corretta a mano, intrisa di eccezioni e doppioni fatta dal legislatore di turno, fa si che "il compito da dare al PC" NON sia affatto facile... serve aime' un umano che li' opera da tempo e che si sa' districare e che puo' aiutare il povero cristo utente.

    - nelle usuali classifiche europee ict dell'"italia va male e i paesi nordici benone" c'e' sempre un bias sulle dimensioni
    cioe intendo...
    * la sola Roma ha la meta' degli abitanti dell'intera Danimarca.
    * i cui abitanti sono poi principalmente dislocati in 4-5 citta (copenaghen in primisi) e cmq in una sola zona del paese
    * il solo Lazio e', come km, la meta' dell'intera danimarca
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Leguleio
    > > > I pc lo farebbero meglio e piu' in fretta
    > > ...
    > > ma
    > > > poi ci si mettono i software applicativi
    > > > relizzati appositemente per la p.a. che
    > > fanno
    > > in
    > > > modo che ci voglia almeno n volte il tempo
    > > > necessario a farlo a mano ... con n grande
    > a
    > > > piacere
    > > > .
    > >
    > > Ah sì, anche quello è vero.A bocca aperta
    > > Diciamo che non sempre hanno le possibilità di
    > > acquistare software fatto apposta per funzionare
    > > male. Il più delle volte il budget è limitato, e
    > > vince il più economico, di norma un prodotto
    > > Microsoft. Che non sarà un granché, ma si più
    > > rapidamente che a
    > > mano.
    > In realta' ci sono altri 2 motivi molto
    > importanti (in parte correlati) che, ignorati,
    > deformano molte
    > cose
    >
    > - nel commento acido del "compiti che i PC fanno
    > meglio e più in fretta" che dicevi tu, c'e' da
    > inserire il fatto che affastellamenti di
    > burocrazia cartacea corretta a mano, intrisa di
    > eccezioni e doppioni fatta dal legislatore di
    > turno, fa si che "il compito da dare al PC" NON
    > sia affatto facile... serve aime' un umano che
    > li' opera da tempo e che si sa' districare e che
    > puo' aiutare il povero cristo
    > utente.
    >
    > - nelle usuali classifiche europee ict
    > dell'"italia va male e i paesi nordici benone"
    > c'e' sempre un bias sulle dimensioni
    >
    > cioe intendo...
    > * la sola Roma ha la meta' degli abitanti
    > dell'intera Danimarca.
    >
    > * i cui abitanti sono poi principalmente
    > dislocati in 4-5 citta (copenaghen in primisi) e
    > cmq in una sola zona del
    > paese
    > * il solo Lazio e', come km, la meta' dell'intera
    > danimarca

    Fossimo solo dietro alla danimarca si spiegherebbe tutto, hai scuse anche per tutti gli altri paesi davanti a noi nella classifica ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: 735040
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: Leguleio

    > si
    > più
    > > > rapidamente che a
    > > > mano.
    > > In realta' ci sono altri 2 motivi molto
    > > importanti (in parte correlati) che,
    > ignorati,
    > > deformano molte
    > > cose
    > >
    > > - nel commento acido del "compiti che i PC
    > fanno
    > > meglio e più in fretta" che dicevi tu, c'e'
    > da
    > > inserire il fatto che affastellamenti di
    > > burocrazia cartacea corretta a mano, intrisa
    > di
    > > eccezioni e doppioni fatta dal legislatore di
    > > turno, fa si che "il compito da dare al PC"
    > NON
    > > sia affatto facile... serve aime' un umano
    > che
    > > li' opera da tempo e che si sa' districare e
    > che
    > > puo' aiutare il povero cristo
    > > utente.
    > >
    > > - nelle usuali classifiche europee ict
    > > dell'"italia va male e i paesi nordici
    > benone"
    > > c'e' sempre un bias sulle dimensioni
    > >
    > > cioe intendo...
    > > * la sola Roma ha la meta' degli abitanti
    > > dell'intera Danimarca.
    > >
    > > * i cui abitanti sono poi principalmente
    > > dislocati in 4-5 citta (copenaghen in
    > primisi)
    > e
    > > cmq in una sola zona del
    > > paese
    > > * il solo Lazio e', come km, la meta'
    > dell'intera
    > > danimarca
    >
    > Fossimo solo dietro alla danimarca si
    > spiegherebbe tutto, hai scuse anche per tutti gli
    > altri paesi davanti a noi nella classifica
    > ?
    no (o magari si.)Sorride e non era una scusa.Sorride E' un FATTO "geometrico".
    A parita' di altri fattiori, gestire molta meno gente e meno territorio e' piu' facile.
    Tant'e' che proprio il titolo dell'articolo e' poi "28 reti diverse"...
    E' solo un bias di cui tenere conto..... NON *la* motivazione per cui l'italia e' molto indietro.
    non+autenticato