Alfonso Maruccia

MWC 2015/ HTC è mobile, in forma e virtuale

Il produttore taiwanese annuncia a Barcellona tre novità: dal nuovo One M9, alle soluzioni per il fitness hi-tech, senza rinunciare al nuovo trend della VR videoludica, con un partner eccellente come Valve

Roma - Al Mobile World Congress (MWC) di Barcellona HTC c'è, e le novità della corporation non riguardano solo il mercato degli smartphone. Il trittico di nuove proposte del produttore asiatico include infatti un terminale di nuova generazione, un braccialetto da polso per il fitness e un caschetto per la realtà virtuale esplicitamente dedicato ad applicazioni videoludiche.


Il nuovo smartphone HTC, prima di tutto, è One M9, vale a dire una versione riveduta e corretta del precedente modello One M8: il terminale del 2015, osserva Telefonino.net da Barcellona, è infatti caratterizzato da un design molto simile a quello della versione 2014 a parte qualche particolare qua e là, mentre a cambiare (sovente in maniera radicale) sono le specifiche interne del terminale.


HTC One M9 è basato su un SoC ARM Snapdragon 810 con CPU a otto core, 3 Gigabyte di RAM, batteria da 2840mAh e 32 Gigabyte di storage espandibili tramite schede di memoria microSD. Il sistema operativo è Android Lollipop 5.0, mentre la skin proprietaria di HTC (Sense Seven) occupa tanto spazio da far scendere lo storage disponibile all'utente fino a 21GB. Un upgrade particolarmente sostanzioso è stato poi dedicato al reparto fotocamera, che passa dai 4 megapixel dell'M8 ai 20 megapixel del nuovo terminale.

Passando dal mobile al fitness, una novità assoluta per HTC è il braccialetto Grip: il gadget hi-tech indossabile è dotato di uno schermo ricurvo, un ricevitore GPS e altri 4 sensori, una dotazione che secondo la corporation ne fanno un sistema wearable ideale per l'attività fisica. Con il GPS attivato la batteria di HTC Grip dura cinque ore, mentre non è presente un sensore per monitorare il battito cardiaco. Supportati anche i monitor esterni tramite collegamento Bluetooth. Il costo? 199 dollari, disponibilità dalla prossima primavera.

L'ultima novità di HTC è stata presentata al MWC ma è tutto fuorché un gadget pensato per il mobile: Vive è un caschetto per la realtà virtuale sviluppato in collaborazione nientemeno che con Valve, la casa dei download digitali di Steam e della rinascita videoludica (Internet-dipendente) del PC, un dispositivo dotato di due schermi da 1200x1080 pixel (uno per occhio) e frequenza di aggiornamento da 90fps, sensori in grado di tracciare il movimento della testa del giocatore con tanto di puntatore laser, giroscopio e accelerometro.


Una novità sin qui inedita nel mondo della VR è la presenza di una stazione base "Steam VR", un sistema che dovrebbe in teoria permettere all'utente di "camminare" all'interno di un ambiente virtuale e che richiede uno spazio di circa 4 metri per 4 per poter funzionare come si deve. HTC Vive verrà consegnato agli sviluppatori questa primavera, mentre uscirà in versione consumer in tempo per le prossime vacanze natalizie.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
1 Commenti alla Notizia MWC 2015/ HTC è mobile, in forma e virtuale
Ordina