StarOffice stringe la mano a Solaris

Sun ha rilasciato la prima versione di StarOffice per Solaris x86, piattaforma che l'azienda sembra intenzionata a rilanciare come alternativa desktop, nelle aziende, a Linux e Windows

Santa Clara (USA) - Sun ha rilasciato una versione della sua suite StarOffice 7 sulla piattaforma Solaris x86, una variante per le CPU x86 del proprio sistema operativo Unix-like. Questa mossa sembra dimostrare come, nonostante questa piattaforma abbia perso nel recente passato cospicue quote di mercato a favore di Linux e altri Unix open source, Sun sia intenzionata a mantenerla in vita anche come alternativa a Linux e Windows nel desktop.

"Sun continua a investire risorse nello sviluppo di soluzioni di computing solide e a basso costo", ha affermato John Loiacono, vice president of operating platforms di Sun. "Sebbene Solaris x86 non sia il nostro prodotto di punta per il desktop, esso rappresenta una valida alternativa alle altre piattaforme client aziendali".

StarOffice 7 per Solaris x86, disponibile per il download qui, viene venduta da Sun al prezzo di circa 80 dollari a licenza.
Sun ha anche annunciato di aver appena ricevuto una commessa di 10.000 licenze di StarOffice da parte di United India Assurance, una delle pių grandi compagnie d'assicurazioni indiana.
8 Commenti alla Notizia StarOffice stringe la mano a Solaris
Ordina
  • tienitelo te il tuo software chiuso e propietario, w open officeSorride
    non+autenticato
  • Boh, un buon software per l'ufficio come StarOffice non e' una cosa cattiva che sia disponibile anche per questo sistema operativo pero' mi faccio delle domande...

    Oltre a non capirne l'utilita' su un sistema operativo di solito usato per i server e per il quale anche se c'e' StarOffice mancano tantissimi altri strumenti GNU a parte i piu' importanti, mi viene di pensare che la Sun non sappia piu' cosa fare.

    Da un lato supporta e sostiene Linux, dall'altra cerca di rifilare e continua a sostenere il suo Solaris arrivando a portarci su Gnome e ora pure StarOffice.
    Ma a quale scopo? Perche' un clone di Linux piu' pesante e con meno applicazioni? E perche' spacciarlo per piattaforma desktop?
    E poi a che prezzi?

    E perche' gli utenti dovrebbero preferirlo a Linux?

    La Sun annaspa. Non sa piu' che pesci pigliare e dopo il collasso di SCO la Sun sembra la prossima, almeno per quanto riguarda il lato software. Si perche' Sun almeno fa anche hardware e di discreta qualita'. E allora ha due facce, da un lato Linux le fa comodo perche' se questo puo' significare un server in piu' venduto, ben venga, dall'altro lo si odia perche' Solaris non se lo fila piu' nessuno.
    SCO si sa, non facendo hardware doveva essere la prima azienda a fare il botto, la Sun la vedo molto ridimensionata.
    E per arrivare a simili cose spera se non altro di ritagliarsi la sua piccola fetta di utenti che hanno paura delle cazzate di SCO ma che vogliono abbandonare M$.

    Nessuna azienda pero' riesce a comprendere a pieno le implicazioni della rivoluzione Linux e continua a pensare che ci sia spazio per un sistema operativo "tradizionale" e con tradizionale intendo con una struttura chiusa con il concetto di licenza d'uso e menate varie.
    E' il concetto di licenza d'uso che tutte queste aziende non vogliono capire che e' una forzatura inventata negli anni '80 che si sta sgretolando e tutto cio' che si basera' su tale aberrazione concettuale (chiusura del codice e licenza d'uso a postazione) non avra' piu' speranza.

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
    mechano@punto-informatico.it
  • ma se e' un macigno solaris per x86, ha delle richieste hardware assurde
    non+autenticato
  • Solaris e' emulato dal kernel di parecchi Unix, quindi che un nuovo software sia supportato da questa piattaforma e' senza dubbio un bene.
    non+autenticato
  • sarà da vedere come farete a farlo costare meno della mandrale d.e. + openoffice + un mucchio di altre robe libere/gratuite che sto usando ora...
    non+autenticato
  • ... è forse la società che si contraddice di piu' in assoluto...
    Prima decide di abbandonare l'idea di Solaris su x86, poi si butta su Linux, poi ci ripensa, torna indietro e decide di spingere di nuovo Solaris su desktop...

    bah...

    io sono un piccolo fan di Solaris, ne amministro molti e devo ammettere che sono complessivamente soddisfatto di questo os.

    Ma sinceramente non me lo vedo su un desktop... "de gustibus..."
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)