Gaia Bottà

EA smantella Maxis Emeryville

La storica sede della casa videoludica fondata da Will Wright è stata chiusa da EA: The Sims e SimCity, nonostante i recenti insuccessi, continueranno ad evolvere altrove

Roma - Lo studio videoludico fondato da Will Wright, che per decenni ha architettato SimCity, ha figliato TheSims e ha fatto evolvere Spore è stato chiuso d'ufficio da EA: la storica sede di Emeryville, quartier generale di Maxis, non sarà più operativa.



Proprio nel mezzo della Game Deveolpers Conference, un tweet del designer Guillaume Pierre ha reso pubblica la notizia: l'opera del glorioso studio videoludico verrà perpetuata dalle altre sedi della casa di sviluppo, presso cui erano state già trasferite parte delle attività di Maxis.

Maxis, acquisita da Electronic Arts nel 1997, a dieci anni dalla fondazione, aveva già perso Will Wright, che nel 2009 aveva rassegnato la proprie dimissioni per dedicarsi ad inseguire il futuro con nuovi progetti. Le traversie che hanno accompagnato il tormentato rilascio del più recente capitolo di SimCity e di The Sims 4, devono avere contribuito alla decisione di EA di rinunciare al quartier generale di Emeryville: resteranno operative le sedi di Redwood Shores, Salt Lake City, Helsinki e Melbourne, dove Maxis continuerà a "supportare e dare vita a nuove esperienze per gli attuali appassionati di The Sims e SimCity", spiega EA, con all'orizzonte update e estensioni per The Sims 4, già in fase di lavorazione.
Il lavoro degli sviluppatori si concentrerà poi nell'"estendere i franchise a nuove piattaforme e a sviluppare nuovi titoli multipiattaforma". Il team di Emeryville si riverserà in parte presso le altre sedi.



Gaia Bottà
Notizie collegate
  • TecnologiaSimCity, finalmente offlineL'"impossibile" modalità offline del nuovo manageriale di Maxis/EA diventa improvvisamente possibile, anzi ufficiale. E il publisher statunitense pensa anche al modding ma con molta, molta moderazione
  • Digital LifeThe Sims 4, antipirateria coi pixelIl nuovo simulatore di EA ha adottato una peculiare strategia di tutela del diritto d'autore, forzando gli utenti scrocconi e scariconi a giocare in un indistinguibile ammasso di pixel. La richiesta di aiuto sui forum è praticamente una autodenuncia
  • Digital LifeAtari, la festa di PongAtari festeggia i 40 anni di uno dei suoi giochi storici con la versione aggiornata per iOS. Un omaggio alla creatività videoludica che ora il MoMA di New York vuole celebrare nei suoi esempi più famosi
3 Commenti alla Notizia EA smantella Maxis Emeryville
Ordina