Claudio Tamburrino

Francia, il Terrore e il terrorismo

Non sono chiari i contenuti che hanno fatto scattare la censura imposta agli ISP, mancano i bilanciamenti democratici e si parla giÓ di estendere tale possibilitÓ ad altri contenuti, come quelli pro-ana

Francia, il Terrore e il terrorismoRoma - Le autorità francesi hanno bloccato i primi siti per apologia di terrorismo senza bisogno della revisione della richiesta da parte di un giudici, in applicazione della nuova legge, approvata all'indomani della strage della redazione del giornale satirico Charlie Hebdo, che permette tale tipo di azione nei confronti dei contenuti che inneggiano al terrorismo e di quelli pedo-pornografici.

Al momento sembrano essere cinque i siti Web accusati di essere pro-jihad e per questo bloccati.
Tra questi vi è il sito contenente i dispacci dell'ISIS e Islamic-news.info, inaccessibile da ieri e per cui i netizen vengono reindirizzati - da alcuni ISP - su una pagina statica dove figura un messaggio del Ministero degli Interni che spiega che il sito "aveva contenuti terroristici o faceva apologia pubblica di atti di terrorismo" e che è stato bloccato per "proteggere gli internauti da contenuti violenti o contrari alla legge".

Tecnicamente si tratta di un blocco via DNS che gli Internet Service Provider sono obbligati ad adottare entro 24 ore dalla richiesta delle autorità: il tutto senza passare al vaglio del potere giudiziario.
Il blocco non riguarda le altre modalità di accesso ai contenuti del sito: Islamic-news.info rimane inoltre indicizzato dai motori di ricerca e la relativa pagina su Facebook resta per il momento aperta.

Allo stesso modo rimangono aperte le polemiche: da un lato il messaggio standardizzato per notificare la decisione non appare rispondere alle esigenze di trasparenza circa la decisione dell'inibizione; dall'altro questo si somma alla mancata revisione del potere giudiziario e ai dubbi circa l'assoluta illegalità dei contenuti bloccati.

La promessa di politici ed autorità francesi era che i nuovi blocchi di siti internet sarebbero stati adottati solo nei confronti dei siti chiaramente illegali; sembrano infine mancare i controbilanciamenti burocratici-amministrativi per garantire la giustizia della misura, dal momento che il ricorso per la rimozione del blocco è infatti possibile solo dopo due mesi: quando cioè scade il blocco preliminare voluto dalle autorità.

Le paure degli osservatori sembrano essere incrementate dall'ipotesi di veder estesa tale possibilità di intervento oltre che al terrorismo e ai contenuti pedopornografici, anche a quei siti cosiddetti pro-ana, legati cioè alla promozione di immagini distorte del corpo umano e disturbi alimentari a ciò legate.

Ma non basta: un altro progetto di legge francese che verrà discusso nei prossimi giorni prevede l'obbligo da parte degli ISP di collaborare per "individuare i sospetti" e "di decifrare le comunicazioni private necessarie alle indagini".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
26 Commenti alla Notizia Francia, il Terrore e il terrorismo
Ordina
  • Sta maturando il tempo per un'altra rivoluzione...
    non+autenticato
  • Ma per piacere!
    non+autenticato
  • è come per l'assoluzione dai peccati fare i gargarismi con l'acqua santa, ci si lava solo la coscienza...
    Mi ricordo che le vendite su ebay di reperti archeologici che servono a finanziare il terrorismo (a detta dei giornali) si effettuano tramite Paypal, Visa, Mastercard in prima fila a negare i propri servizi ai siti per scariconi ... perchè adesso stanno in silenzio ed i governi fanno finta di non sapere ???
    Esiste un detto: è un ladro tanto chi ruba e quanto chi tiene il sacco, ma qui la cosa è molto più grave in quanto si tratta di terrorismo.
    non+autenticato
  • "Chi rinuncia alla propria Liberta' per raggiungere la sicurezza, non merita' ne' la Liberta' ne' la sicurezza"
    - Benjamin Franklin
  • Parole sante, ma ormai viviamo in un mondo di stolti manipolati, e solo pochi potranno essere d'accordo.
    E' tempo di sterminate greggi da manovrare, non di liberi pensatori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Olongar
    > Parole sante, ma ormai viviamo in un mondo di
    > stolti manipolati, e solo pochi potranno essere
    > d'accordo.
    > E' tempo di sterminate greggi da manovrare, non
    > di liberi
    > pensatori.

    Non che 20 o 50 anni fa la gente fosse molto diversa eh, sono semplicemente cambiati i mezzi di manipolazione.
    non+autenticato
  • "sembrano infine mancare i controbilanciamenti burocratici-amministrativi per garantire la giustizia della misura, dal momento che il ricorso per la rimozione del blocco è infatti possibile solo dopo due mesi: quando cioè scade il blocco preliminare voluto dalle autorità."

    Sono iniziative esclusivamente francesi, cioè di un Paese in stato di choc per gli attacchi al giornale Charlie hebdo, oppure qualcuno potrebbe proporle anche in Italia?
  • - Scritto da: Leguleio
    > "sembrano infine mancare i controbilanciamenti
    > burocratici-amministrativi per garantire la
    > giustizia della misura, dal momento che il
    > ricorso per la rimozione del blocco è infatti
    > possibile solo dopo due mesi: quando cioè scade
    > il blocco preliminare voluto dalle
    > autorità
    ."
    >
    > Sono iniziative esclusivamente francesi, cioè di
    > un Paese in stato di choc per gli attacchi al
    > giornale Charlie hebdo, oppure qualcuno
    > potrebbe proporle anche in
    > Italia?

    Molto semplice: se tali misure di sicurezza costituirebbero qualche forma di tornaconto personale per qualcuno, allora si faranno, altrimenti non si faranno e qualcun altro si fara' bello ergendosi a difensore delle liberta' individuali millantando di averle impedite.

    Della sicurezza delle persone non frega proprio niente a nessuno.
  • > Molto semplice: se tali misure di sicurezza
    > costituirebbero

    Se tali misure di sicurezza costituiranno .
  • Si tratta solo di un effetto choc da leoni da tastiera italica o qualcuno potrebbe fare inutili post simili anche in francia?
    non+autenticato
  • > Si tratta solo di un effetto choc da leoni da
    > tastiera

    Chi sono i leoni da tastiera? Newbie, inesperto
  • - Scritto da: Leguleio
    > Sono iniziative esclusivamente francesi, cioè di
    > un Paese in stato di choc per gli attacchi al
    > giornale Charlie hebdo
    Sono misure scaturite dalla marcia per la libertà di parola...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Sono misure scaturite dalla marcia per la libertà
    > di
    > parola...
    Davvero ?
    Ho visto centinaia di cartelli e migliaia di slogan ma nessuno che chiedesse questa misura.
    Strano no?
    Non saranno invece misure scaturite dalla mente di alcuni politici con l'occasione?
    Conosci il proverbio "l'occasione fa l'uomo ladro?".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lei non sa chi sono io
    > - Scritto da: Hop
    >
    > > Sono misure scaturite dalla marcia per la
    > libertà
    > > di
    > > parola...
    > Davvero ?
    > Ho visto centinaia di cartelli e migliaia di
    > slogan ma nessuno che chiedesse questa
    > misura.
    > Strano no?

    Normale invece, scommetto che le foto le hai viste sui giornali e in TV, dai invece un'occhiata a cosa posta la gente su faccialibro, istagram o twitter e ricordati: http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/12/liberta.../


    > Non saranno invece misure scaturite dalla mente
    > di alcuni politici con l'occasione?
    > Conosci il proverbio "l'occasione fa l'uomo
    > ladro?".
    non+autenticato
  • - Scritto da: . .
    > - Scritto da: Lei non sa chi sono io
    > > - Scritto da: Hop
    > >
    > > > Sono misure scaturite dalla marcia per
    > la
    > > libertà
    > > > di
    > > > parola...
    > > Davvero ?
    > > Ho visto centinaia di cartelli e migliaia di
    > > slogan ma nessuno che chiedesse questa
    > > misura.
    > > Strano no?
    >
    > Normale invece, scommetto che le foto le hai
    > viste sui giornali e in TV, dai invece
    > un'occhiata a cosa posta la gente su faccialibro,
    > istagram o twitter e ricordati:
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/12/liberta
    Tu sai distinguere tra manifestazione e "tuitter"?
    E in ogni caso dei "tuit" provenienti dalla manifestazione durante la manifestazione conteneva quella proposta.
    Sai com'è alla manifestazione se hai in mano un cartello si vede chi tuitta invece non sai chi è ne hai idea di cosa pensa realmente o sia mai stato a quella manifestazione.
    Quindi tra le cose che CERTAMENTE venivano da quella manifestazione non c'era traccia di tale proposta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tucumcoso Travestito
    > - Scritto da: . .
    > > - Scritto da: Lei non sa chi sono io
    > > > - Scritto da: Hop
    > > >
    > > > > Sono misure scaturite dalla marcia
    > per
    > > la
    > > > libertà
    > > > > di
    > > > > parola...
    > > > Davvero ?
    > > > Ho visto centinaia di cartelli e
    > migliaia
    > di
    > > > slogan ma nessuno che chiedesse questa
    > > > misura.
    > > > Strano no?
    > >
    > > Normale invece, scommetto che le foto le hai
    > > viste sui giornali e in TV, dai invece
    > > un'occhiata a cosa posta la gente su
    > faccialibro,
    > > istagram o twitter e ricordati:
    > >
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/12/liberta

    > Tu sai distinguere tra manifestazione e "tuitter"?
    > E in ogni caso dei "tuit" provenienti dalla
    > manifestazione durante la manifestazione
    > conteneva quella proposta.
    > Sai com'è alla manifestazione se hai in mano un
    > cartello si vede chi tuitta invece non sai chi è
    > ne hai idea di cosa pensa realmente o sia mai
    > stato a quella manifestazione.

    http://www.aranzulla.it/come-postare-foto-su-twitt...
    non+autenticato
  • - Scritto da: . .

    > http://www.aranzulla.it/come-postare-foto-su-twitt
    Ecco bravo leggi aranzulla vedi se trovi immagini della manifestazione dove si richiede la misura.
    Poi tuittacela se ci riesci
    non+autenticato