Claudio Tamburrino

Uber, gli ostacoli e il successo

Continua la resistenza, dall'Asia all'Europa, contro l'app e i suoi servizi. Che non segna corse a vuoto, confermando il dilagare delle proprie auto

Roma - Se c'è un segno che il successo di Uber sia ormai consolidato non può che essere trovato nella città che per antonomasia viene associata al servizio dei taxi, New York: a quanto pare le macchine dell'app hanno superato per numero (14.088) le macchine gialle (13.587). Questo, nonostante Uber non abbia da nessuna parte vita facile, inseguita da proteste, cause e proposte di legge per inquadrarne il servizio nelle miriadi di leggi locali.

Negli Stati Uniti, per esempio, sta entrando nel vivo il processo californiano che la vede sul banco degli imputati con l'accusa di non aver regolarizzato l'assunzione dei suoi autisti, e che in particolare secondo i giudici devono essere considerati veri e propri impiegati.

Causa simile è stata d'altra parte aperta sempre in California anche nei confronti di Lyft, la startup dedicata al ride-sharing che annovera ora tra i suoi investitori anche il gigante giapponese dell'ecommerce Rakuten, segno che tali procedimenti possono segnare un punto sulla questione giuridica in questione e sull'organizzazione generale delle due startup.
Per entrambe, ed in particolare per Uber, che ha già fatto il suo esordio in mezzo mondo, sul banco rimangono poi le questioni relative al rispetto delle diverse leggi locali che regolamentano i servizi di taxi e gli NCC e le norme di sicurezza ed in materia di gestione dei dati.

Sono d'altra parte diversi i casi e le motivazioni anti-Uber: dopo le cause in India, Taiwan ed in Europa, sempre in California, per esempio, Uber è stata denunciata dai tassisti anche per pubblicità ingannevole, in particolare per quanto riguarda la sicurezza dei viaggiatori.

Per l'Italia, nel frattempo, è in Lombardia che si sta concretizzando l'ipotesi di una legge ad hoc, la proposta di legge 187 contenente "Disposizioni per la razionalizzazione dell'utilizzo delle nuove tecnologie al fine di agevolare l'incontro tra domanda e offerta di servizi di trasporto pubblico locale non di linea": nonostante il nome sembra puntare a limitare fortemente il servizio di noleggio con conducente offerto da Uber in contrapposizione con quello dei taxi. Nelle fasi di concretizzazione della legge è stata chiamata ad intervenire in Regione Lombardia la General Manager per l'Italia di Uber e e l'Amministratrice delegata di MYTAXI.

Sempre in Italia, poi, il Movimento dei Consumatori ha chiesto all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di indagare sulle pratiche commerciali di un altro servizio dell'app, UberPop, accusato di essere incompatibile con le norme sui taxi, la sicurezza dei clienti e la trasparenza delle tariffe e dei contratti. Il servizio permette potenzialmente a chiunque di offrire passaggi agli utenti di Uber, fuori da qualsiasi inquadramento professionale.

Nel frattempo la Corea del Sud ha accusato il CEO di Uber di condurre un servizio illegale di taxi e a Parigi le autorità hanno condotto un raid nella sua sede alla ricerca di prove per verificare le accuse mosse nei suoi confronti soprattutto su pressione della categoria dei tassisti.

Ancora più dura e determinata nell'intervento anti-Uber è poi la Germania, che ha bandito il servizio UberPop in seguito alla decisione di un giudice che l'ha trovata in violazione della normativa nazionale sui trasporti ed in particolare per il fatto che sfruttasse autisti non professionisti. Per questo Uber è stata anche ammonita con la minaccia di una sanzione di 250mila euro in caso di ogni nuova violazione.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
22 Commenti alla Notizia Uber, gli ostacoli e il successo
Ordina
  • È di oggi la notizia che Uber vuole ricorrere alla Corte di giustizia europea contro le decisioni di Francia e Germania.

    http://www.lastampa.it/2015/04/02/tecnologia/uber-...
  • Basterebbe eliminare le licenze e lasciare che sia il mercato a decidere chi deve sopravviere ( chi offre il servizio migliore/più economico ) e chi deve morire
    E cosi dovrebbe essere anche in tutte le altre categorie (lobby) del paleolitico ( avvocai, notai, etc )
    Lo stato dovrebbe mettere le regole (norme di sicurezza, di comportamento, titoli ( partecipazioni a corsi, etc)) e basta il resto dovrebbe farlo il mercato.. invece in italia possiamo avere solo 5437 notai e se vuoi diventare notaio devi aspettare che uno crepi, che sei vai dall'avvocato ti fanno tutti la stessa tariffa(rapina) perchè lo impone l'ordine etc etc
    non+autenticato
  • > Basterebbe eliminare le licenze e lasciare che
    > sia il mercato a decidere chi deve sopravviere (
    > chi offre il servizio migliore/più economico ) e
    > chi deve
    > morire

    Per quanto riguarda i tassì, in nessun Paese del mondo, nemmeno nel più liberale secondo le misurazioni internazionali che è Singapore, hanno rinunciato alla licenza, o ad un sistema equivalente per limitarne il numero.
    Trai tu le conclusioni.
  • Pero' in nessuno stato come il nostro sono cosi' pochi e cosi' cari.
    Trai le conclusioni.
    Sorride
    non+autenticato
  • > Pero' in nessuno stato come il nostro sono cosi'
    > pochi e cosi'
    > cari.
    > Trai le conclusioni.
    > Sorride

    Confesso che non sono aggiornato sul costo delle licenze in grandi città all'estero, e se come in Italia arrivano a costare 175 000 euro:

    http://www.corriere.it/economia/12_gennaio_11/gall...

    Potrebbe essere una peculiarità italiana, una fra tante, ormai non ci si fa quasi più caso. Però non appoggio nemmeno in questo caso il ragionamento "il sistema delle licenze fa schifo? Aboliamo le licenze!", così come non approverei quello analogo: "La scuola pubblica fa schifo? Aboliamo la scuola!".
  • Quanti utenti morti e quanti feriti si contano? Non ci prendete per il culo, i taxi sono una lobby di disonesti e facinorosi fascisti ma purtroppo una lobby che pesa elettoralmente...
    non+autenticato
  • > Quanti utenti morti e quanti feriti si contano?
    > Non ci prendete per il culo, i taxi sono una
    > lobby di disonesti e facinorosi fascisti ma
    > purtroppo una lobby che pesa
    > elettoralmente...

    E quindi forse la domanda da farsi non è sul numero di morti in incidenti con Uber, un dato su cui nessuna statistica sarà mai così dettagliata, ma sul peso della lobby di Uber alle elezioni.Deluso
  • Caspita!
    E io che credevo che Uber fosse una azienda che ha fatto una applicazione.

    E ora scopro che invece deve essere una lobby e avere anche un peso alle elezioni.

    Come è strano il mondo.
    non+autenticato
  • ma dico, con tutte le ROGNE che hanno in lombardia, che diamine si mettono a legiferare a favore di quei 4 trogloditi a tassametro??
    Si muovesse il Fiorentino invece, a cavare gli elementi obsoleti (se non peggio) della norma emanata credo nell' arcaico 1992, in modo che sia senza ambiguita' e scemenze.

    ( cosa diversa invece e' Uberpop.... quello e' fuori registro..... oddio, per me lo possono pure validare... piu o meno e' come l'autostop organizzato... ma ora non lo e'.)
    non+autenticato
  • > ma dico, con tutte le ROGNE che hanno in
    > lombardia, che diamine si mettono a legiferare a
    > favore di quei 4 trogloditi a
    > tassametro??

    Evidentemente sono più potenti loro, oggi come oggi. Si legifera a favore di chi ha il potere effettivo di bloccare una regione con lo sciopero, non a favore di soggetti irrilevanti.


    > Si muovesse il Fiorentino invece, a cavare gli
    > elementi obsoleti (se non peggio) della norma
    > emanata credo nell' arcaico 1992, in modo che sia
    > senza ambiguita' e
    > scemenze.

    No, poi lo fanno cadere e lo sostituiscono con unm altro. Finché si possono evitare, le rogne, si evitano.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > ma dico, con tutte le ROGNE che hanno in
    > > lombardia, che diamine si mettono a
    > legiferare
    > a
    > > favore di quei 4 trogloditi a
    > > tassametro??
    >
    > Evidentemente sono più potenti loro, oggi come
    > oggi. Si legifera a favore di chi ha il potere
    > effettivo di bloccare una regione con lo
    > sciopero,
    chiamalo sciopero... minacce, atti vandalici ecc

    > non a favore di soggetti irrilevanti.
    tipo i cittadini?

    >
    >
    > > Si muovesse il Fiorentino invece, a cavare
    > gli
    > > elementi obsoleti (se non peggio) della norma
    > > emanata credo nell' arcaico 1992, in modo
    > che
    > sia
    > > senza ambiguita' e
    > > scemenze.
    >
    > No, poi lo fanno cadere e lo sostituiscono con
    > unm altro. Finché si possono evitare, le rogne,
    > si
    > evitano.
    quindi dei cittadini, travisati con maschere uber, dovrebbero sfasciare la Punto del fiorentino, per controbilanciare 'le rogne' ?
    non+autenticato
  • > > Evidentemente sono più potenti loro, oggi come
    > > oggi. Si legifera a favore di chi ha il potere
    > > effettivo di bloccare una regione con lo
    > > sciopero,

    > chiamalo sciopero... minacce, atti vandalici ecc

    Solo sciopero. Le minacce e le botte ci sono anche da parte degli autisti Uber, siamo pari, e poi non hanno alcun peso nella trattativa.


    > > non a favore di soggetti irrilevanti.

    > tipo i cittadini?

    No, gli autisti Uber. I cittadini per difendersi hanno le associazioni di consumatori e le autorità di controllo, non si può pretendere che ci sia Mamma Stato anche per quando devono risparmiare due cent per il trasporto.



    > > > Si muovesse il Fiorentino invece, a cavare
    > > gli
    > > > elementi obsoleti (se non peggio) della
    > norma
    > > > emanata credo nell' arcaico 1992, in modo
    > > che
    > > sia
    > > > senza ambiguita' e
    > > > scemenze.
    > >
    > > No, poi lo fanno cadere e lo sostituiscono con
    > > unm altro. Finché si possono evitare, le rogne,
    > > si
    > > evitano.

    > quindi dei cittadini, travisati con maschere
    > uber, dovrebbero sfasciare la Punto del
    > fiorentino, per controbilanciare 'le rogne'
    > ?

    Non ha un'auto di proprietà, usa quelle di Stato quando si sposta, oppure gli aerei.
  • il mondo è globalizzato e bisogna abbassare le richieste economiche per essere più competitivi. Bisogna innovare per andare avanti, e Uber lo ha fatto ... perchè dargli addosso ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > il mondo è globalizzato

    Il mondo l0 hanno voluto globalizzare facendo credere in chissà quale vantaggio per l'utente comune...

    > bisogna abbassare le
    > richieste economiche per essere più competitivi.

    Che è esattamente quello che non si deve fare altrimenti c'è una bella sfida al ribasso,chi ne paga le conseguenze sonon chi ci lavora in quel settore.

    > Bisogna innovare per andare avanti

    luoghi comuni instillati dall'alto,questo per continuare a rimanere nel loro fasullo mondo di comodo.

    > e Uber lo ha fatto ... perchè dargli addosso
    > ?

    Perchè gli autisti di Uber non sono professionisti del settore ma semplicemente improvvisano ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: prova123
    > > il mondo è globalizzato

    > Il mondo l0 hanno voluto globalizzare facendo
    > credere in chissà quale vantaggio per l'utente
    > comune...

    LO hanno voluto... Chi esattamente ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: 537523
    > - Scritto da: Etype
    > > - Scritto da: prova123
    > > > il mondo è globalizzato
    >
    > > Il mondo l0 hanno voluto globalizzare facendo
    > > credere in chissà quale vantaggio per
    > l'utente
    > > comune...
    >
    > LO hanno voluto... Chi esattamente ?
    E dimenticavo: a quale scopo e con quale ausilio e in che location?
    non+autenticato
  • Diventare ancora più ricchi ed impoverire e controllare maggiromente il resto della massa con le proprie regole ?
    non+autenticato
  • Coloro che hanno le redini del potere,di certo non l'uomo comune..
    non+autenticato
  • Ma io (generico) utente di taxi, per quale cazzo di motivo devo pagarlo come un lusso (sempre che lo trovi...) quando invece posso pagarlo molto meno?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uto Uti
    > Ma io (generico) utente di taxi, per quale cazzo
    > di motivo devo pagarlo come un lusso (sempre che
    > lo trovi...) quando invece posso pagarlo molto
    > meno?

    è acclarato che le tariffe di uber siano più alte.
    non+autenticato
  • - Scritto da: banano
    > - Scritto da: Uto Uti
    > > Ma io (generico) utente di taxi, per quale cazzo
    > > di motivo devo pagarlo come un lusso (sempre che
    > > lo trovi...) quando invece posso pagarlo molto
    > > meno?
    >
    > è acclarato che le tariffe di uber siano più alte.
    a maggior ragione alloraSorride non lagnarsi e lasciare andare avanti il progresso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uto Uti
    > Ma io (generico) utente di taxi, per quale cazzo
    > di motivo devo pagarlo come un lusso (sempre che
    > lo trovi...) quando invece posso pagarlo molto
    > meno?

    Innazitutto stai pagando un professionista che non lo fa a tempo perso e con tanto di veicolo dedicato,ha una licenza e lo fa per vivere.
    Pagarlo un lusso ? Cos'è il tassista ora gira in Limousine ?
    Se lo consideri un lusso non chiamare mai un elettricista o un idraulico allora..
    non+autenticato