Claudio Tamburrino

Apple, accordi aperti ed indagini chiuse

Chiusa l'inchiesta della Procura di Milano sulla presunta evasione fiscale: mentre Cupertino cerca l'accordo, nei guai rischiano di finire alcuni suoi dirigenti

Roma - Si è chiusa l'indagine italiana sulle tasse dovute da Apple: un atto che preclude all'apertura di un processo e alle richieste di rinvio a giudizio.

La procura di Milano aveva aperto nel 2013 un'inchiesta nei confronti di due manager di Apple Italia per investigare l'accusa di frode nella dichiarazione dei redditi mossa nei suoi confronti.

In particolare, alcuni dirigenti della succursale italiana di Cupertino avrebbero nascosto al fisco nostrano introiti tassabili (attraverso la presentazione di false scritture contabili dell'azienda), dal 2010 al 2011. Successivamente l'indagine si era estesa alle tasse versate fino al 2013, e le tasse dovute sono alla fine lievitate a 879 milioni di euro, frutto del mancato pagamento dell'Ires da parte di Apple Italia in questi ultimi cinque anni.
L'indagine sembra tuttavia puntare il dito contro i suoi dirigenti locali e non contro l'azienda della Mela morsicata, che proprio oggi ha ricevuto una valutazione da mille miliardi di dollari dagli analisti di Cantor Fitzgerald e visto il suo titolo in borsa salire a 127,35 dollari.
Infatti, per quanto non siano stati ancora divulgati gli atti dell'inchiesta, pare che i PM Antonio Scudieri e Carlo Nocerino, che hanno condotto le indagini insieme all'Agenzia delle Dogane, siano intenzionati ad indagare per omessa dichiarazione dei redditi (art. 5 legge 74/200 che prevede una condanna da uno a tre anni) due manager di Apple Italia, Enzo Biagini e Mauro Cardaio, ed uno dell'irlandese Apple Sales International, Michael Thomas O'Sullivan.

L'atto penale di rinvio a giudizio dei tre manager, in ogni caso, non chiude il contenzioso di Apple, che d'altronde negli ultimi anni è rimasta in contatto con l'Agenzia delle Entrate per cercare di chiudere l'accertamento fiscale con un accordo, la stessa procedura che sarebbe in atto per il caso Google.

Per il momento un portavoce di Apple ha riferito: "Le autorità fiscali italiane hanno sottoposto a verifiche fiscali le attività italiane di Apple nel 2007, 2008 e 2009 e hanno confermato che eravamo in piena conformità con i requisiti di documentazione e di trasparenza OCSE. Queste nuove accuse contro i nostri dipendenti sono completamente prive di fondamento e siamo fiduciosi che questo procedimento arriverà alla stessa conclusione".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàApple sotto la lente del fisco italianoLe accuse mosse sono di aver eluso la tassazione sugli introiti sfruttando le pieghe del sistema. Non č la prima volta che Cupertino affronta gli investigatori del Belpaese: in passato ne č sempre uscita indenne
8 Commenti alla Notizia Apple, accordi aperti ed indagini chiuse
Ordina
  • se io sbaglio la dichiarazione dei redditi per 45 euro mi esce dopo tre anni una multa da 322 euro da pagarsi entro X, pena maggiorazione, pignoramenti, sequestri, ecc. Se invece sono un"grande evasore" tipo valentino rossi, apple, google, allora "troviamo un accordo"? ma che roba e'?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > se io sbaglio la dichiarazione dei redditi per 45
    > euro mi esce dopo tre anni una multa da 322 euro
    > da pagarsi entro X, pena maggiorazione,
    > pignoramenti, sequestri, ecc. Se invece sono
    > un"grande evasore" tipo valentino rossi, apple,
    > google, allora "troviamo un accordo"? ma che roba e'?

    La giustificazione: "la complessità e la interpretabilità della legge fiscale impedisce di accertare l'assoluta colpevolezza e la relativa entità, con cifre del genere"

    A pensare bene: "forti con i deboli, deboli con i forti"

    A pensare male: --mi--censuro--
  • - Scritto da: ...
    > se io sbaglio la dichiarazione dei redditi per 45
    > euro mi esce dopo tre anni una multa da 322 euro
    > da pagarsi entro X, pena maggiorazione,
    > pignoramenti, sequestri, ecc. Se invece sono
    > un"grande evasore" tipo valentino rossi, apple,
    > google, allora "troviamo un accordo"? ma che roba
    > e'?

    E' la potenza dei soldi che accoppiata al carrozzone Italia produce queste storture.
  • Tutto a posto, dal tono dell'articolo sembra finita tutta a tarallucci e vino.
    879 milioni di euro di evasione fiscale in Italia, dove i prezzi dei loro prodotti sono da sempre i più alti in europa, e il titolo è:

    Apple, accordi aperti ed indagini chiuse

    Chiusa l'inchiesta della Procura di Milano sulla presunta evasione fiscale: mentre Cupertino cerca l'accordo, nei guai rischiano di finire alcuni suoi dirigenti

    Ok, allora tutto va bene Madama la marchesa. Continuino pure ad evadere le tasse, tanto poi nessuno più si scandalizza di niente in questo paese
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvaldo
    > Ok, allora tutto va bene Madama la marchesa.
    > Continuino pure ad evadere le tasse, tanto poi
    > nessuno più si scandalizza di niente in questo paese

    Hanno fatto allo stesso modo con altri "vip" presunti evasori: hanno sparato alto in apertura dei giochi, poi si sono accordati per molto meno (un terzo o un quarto). Solo i "poveri cristi" pagano sanzioni maggiori della presunta evasione.
  • - Scritto da: Osvaldo
    > Tutto a posto, dal tono dell'articolo sembra
    > finita tutta a tarallucci e
    > vino.
    > 879 milioni di euro di evasione fiscale in
    > Italia, dove i prezzi dei loro prodotti sono da
    > sempre i più alti in europa, e il titolo
    > è:
    >
    > Apple, accordi aperti ed indagini chiuse
    >
    > Chiusa l'inchiesta della Procura di Milano sulla
    > presunta evasione fiscale: mentre Cupertino cerca
    > l'accordo, nei guai rischiano di finire alcuni
    > suoi
    > dirigenti
    >
    > Ok, allora tutto va bene Madama la marchesa.
    > Continuino pure ad evadere le tasse, tanto poi
    > nessuno più si scandalizza di niente in questo
    > paese

    Al contrario! Se i vari appleaddicts avranno mai il coraggio di commentare qui, ciò che diranno sarà una delle due cose:

    1) "Ma Google è peggio"
    2) Ma Apple è la culla della civilizzazione occidentale (o qualche troiata simile) e quindi è giusto che evada.
  • intendo i 3 dirigenti locali... l'onore della apple e' a posto. non dovrebbe difenderli.Sorride:P
    non+autenticato
  • Era un commento ironico spero.
    non+autenticato