Domini, un server IBM regge il sistemone

Fino a poche ore fa il serverone era un Sun. Ma ora Network Solutions ha optato per un RS/6000 con 24 processori, un server che IBM definisce "il più potente". Dovrà dare prova di sé

Domini, un server IBM regge il sistemoneWeb - 420 milioni di operazioni al giorno, questi i numeri raggiunti dai server di Network Solutions che si occupano di offrire a tutto il mondo informazioni e guide sui domini internet. Troppe operazioni per il Sun E10000 utilizzato fino a poche ore fa, un serverone di Sun Microsystems che ha dovuto cedere il posto ad un altro sistema, una macchina IBM.

Da quanto si apprende, infatti, Network Solutions ha deciso che per l'upgrade del sistema serviva un sistemone potente e ha scelto l'RS/6000 S80 che IBM definisce "il server più potente del mondo", sebbene disponga solo di 24 processori, pochi rispetto a sistemi concorrenti.

Da quanto si apprende, la grossa macchina nera, A.root server, dovrà gestire anche uno degli aspetti tecnici più delicati, cioè l'associazione tra nome a dominio e indirizzo numerico. In pratica avrà nei suoi chip i destini della stabilità e dell'efficienza dell'intera rete...
Va detto che sempre da questa macchina dipenderà l'aggiornamento regolare dei server gestiti dagli enti di registrazione in tutto il mondo collegati ai database di Network Solutions nonché tutto ciò che riguarda i domini nazionali specifici (ormai sono più di 350...) come .it

Network Solutions punta sul nuovo server per rispondere ad esigenze in continua crescita. Basti pensare che nella sola ultima settimana ha registrato, stando alle cifre ufficiali, qualcosa come dieci milioni di domini.
TAG: domini