Gabriele Niola

WebTheatre/ La migrazione su Facebook

di G. Niola - Facebook contende a tutti gli effetti con YouTube, e anche i produttori di video iniziano a prenderla in considerazione come piattaforma. Federico Clapis ha trovato nel social network uno spazio per sé

Roma - Nonostante non sia certo da poco che realizza e posta video online, Federico Clapis ha visto la sua popolarità crescere esponenzialmente da quando ha iniziato a puntare su Facebook più che su YouTube.
In un certo senso è uno dei primi entertainer della rete ad aver afferrato il cambio nei consumi e l'emergere di Facebook su YouTube come piattaforma per la veicolazione di video. Da quando cioè la creatura di Zuckerberg ha cominciato a prediligere i video caricati sui propri server rispetto a quelli linkati da YouTube molti equilibri sono cambiati.

Clapis

Clapis da tempo realizza video umoristici che girano intorno ai temi televisivi, parodiano alcuni generi e sono scritti a tutti gli effetti come gag. Di livello nettamente superiore ai molti suoi coevi, Clapis non è un comico nel senso stretto del termine ma uno scrittore e performer, ha qualcosa da dire, interpreta dei personaggi e inventa piccole sceneggiature. Non si nega qualche prestazione da telecamera nascosta ma lo fa sempre a modo proprio, con una piccola vena malinconica che non è comune, vedasi l'incredibile video in cui si racconta come fosse Forrest Gump ad uno sconosciuto.

Se la sua serie di maggiore successo è Behind a selfie (nella quale sfrutta sia la partecipazione di Francesca Iannuario Melillo che ovviamente la moda dell'autoscatto), anche gli altri format hanno cominciato a beneficiare dall'esposizione su Facebook.
Mentre su YouTube la disparità tra un pugno di video di grandissimo successo e il resto della produzione è molto forte su Facebook sembra che Clapis abbia trovato una dimensione più a sua misura che gli giova.
Inoltre, appartenendo al medesimo MCN di Favij, Clapis parteciperà al film che il più grande youtuber italiano del momento girerà in America (con regia americana), un'opportunità grossa che tuttavia pare esagerata, visto che la produzione rimarrà di piccola lega nonostante il setting statunitense. Il rischio è grosso, soprattutto perché la forza di Clapis è tutta nella sua scrittura e nella maniera in cui utilizza il proprio corpo.
Basta vedere Fuori onda, la serie in cui prende in giro i servizi di cronaca televisiva, per capire come sia bravo ad interagire con gli spazi. Difficile che tutto ciò possa essere tradotto con efficacia in una produzione lunga e narrativa.

FORREST GUMP TRA LA GENTE


Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate
  • Digital LifeWebTheatre/ Facebook alla conquista del videodi G. Niola - I dati confermano che il social network in blu sta spingendo sul video, e gli utenti raccolgono la proposta. L'evoluzione del video online si replica nella rete che semplifica la Rete
  • BusinessGoogle, soldi giù per il Tubo?Nonostante il successo trabordante di pubblico YouTube non è una miniera d'oro. Urge una strategia: le soluzioni passano per l'advertising, gli abbonamenti e la specializzazione dei contenuti