Alfonso Maruccia

Alluminio e grafite per le batterie del futuro?

I ricercatori della Stanford University hanno individuato una formulazione per batterie di flessibili, efficienti e rapidissime: per ora potrebbero sostituire le pile da 1,5V, ma i margini di miglioramento non mancano

Roma - Dalla Stanford University arriva la notizia di un nuovo tipo di batteria ricaricabile, una tecnologia estremamente sicura rispetto a quella attuale, che per di più si ricarica in tempi molto rapidi. Una possibile soluzione a (quasi) tutti i problemi causati dagli accumulatori energetici oggi presenti in ogni tipo di gadget hi-tech.


La nuova batteria usa un anodo di alluminio e un catodo di grafite, entrambi sospesi all'interno di una soluzione liquida ionizzata che funge da elettrolito. Il setup è flessibile, letteralmente, e i ricercatori hanno immagazzinato i tre elementi dell'accumulatore all'interno di una sacchetta di polimero che si piega senza influenzare negativamente le qualità della batteria.

Il prototipo realizzato dagli esperti californiani è in grado di ricaricarsi completamente in pochi minuti a temperatura ambiente, ed è quindi una tecnologia estremamente sicura e performante non soggetta a rischi di esplosioni o incendi. I cicli di carica supportati prima del degrado della batteria? Più di sette volte superiori rispetto a quelli attuali (7500 contro 1000).
Le batterie di alluminio e grafite sono veloci, sicure e promettenti sotto l'aspetto energetico, ma prima di rappresentare un'alternativa valida per gli accumulatori agli ioni di litio occorrerà continuare con le ricerche: la nuova tecnologia produce una tensione di 2V, più che sufficiente a sostituire le pile alcaline da 1,5V attuali tipo AA e AAA ma solo la metà di quella delle batterie li-ion. Elon Musk, che intorno alle batterie sta costruendo diversi tipi di business, invita il mondo a contenere i facili entusiasmi.




Alfonso Maruccia
Notizie collegate
13 Commenti alla Notizia Alluminio e grafite per le batterie del futuro?
Ordina
  • La 821esima notizia di ultra-mega-super-batterie a prezzi ultra-mega-super-convenienti.
    Che continuano a non vedersi in giro.
    E intanto inquiniamo con gli ioni di litio, che dopo la centesima ricarica iniziano a diventare pino-piano inefficienti.
    E diventiamo sempre più dipendenti dalla Cina anche in questo...
    https://www.youtube.com/watch?v=1hejSyjn760
    non+autenticato
  • sono 20 anni che la menano con "abbiamo scoperto le batterie del futuro, tempo 5 anni e...."
    e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette regole della termodinamica non ne vogliono sapere di piegarsi ai desideri dei markettariA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • > sono 20 anni che la menano con "abbiamo scoperto
    > le batterie del futuro, tempo 5 anni
    > e...."

    20 anni?
    Sono almeno 43!A bocca aperta

    La Stampa , articolo del 29 gennaio 1972:

    http://www.archiviolastampa.it/component/option,co.../

    Batteria a ossidazione di zinco con aria compressa, ricarica in pochi minuti.

    La Stampa , articolo del 21 agosto 1996:

    http://www.archiviolastampa.it/component/option,co.../

    Altra batteria zinco-aria, e anche questa si ricarica in pochi minuti.
    Ci saranno sicuramente altri articoli nell'archivio dei quotidiani che annunciano la prodigiosa invenzione, ma mi sono stufato. Bastano questi due.
  • E quelle al magnesio? ... Inventate all'Universita' di Padova, anche loro si sono perse per strada.
    non+autenticato
  • > E quelle al magnesio? ... Inventate
    > all'Universita' di Padova, anche loro si sono
    > perse per
    > strada.

    Qui uno spiritoso articolo su questi annunci a cadenza periodica:

    http://www.wolfstep.cc/post/seeeehcomeno/#.VSReekK...

    :)
  • Sono zinco-aria fritta.
    Per questo non hanno funzionato...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ....
    > sono 20 anni che la menano con "abbiamo scoperto
    > le batterie del futuro, tempo 5 anni
    > e...."
    > e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette
    > regole della termodinamica non ne vogliono sapere
    > di piegarsi ai desideri dei markettariA bocca apertaA bocca aperta
    >A bocca aperta

    Ma certo, negli ultimi decenni passando dal piombo-acido al Ni-Mh alle varie tecnologie al litio non è stato fatto nessun miglioramento in termini di potenza e densità di energia, neh?
    Funz
    12946
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: ....
    > > sono 20 anni che la menano con "abbiamo
    > scoperto
    > > le batterie del futuro, tempo 5 anni
    > > e...."
    > > e un caxxo, siamo sempre li: quelle maledette
    > > regole della termodinamica non ne vogliono
    > sapere
    > > di piegarsi ai desideri dei markettariA bocca apertaA bocca aperta
    > >A bocca aperta
    >
    > Ma certo, negli ultimi decenni passando dal
    > piombo-acido al Ni-Mh alle varie tecnologie al
    > litio non è stato fatto nessun miglioramento in
    > termini di potenza e densità di energia,
    > neh?

    siamo sempre li a girare intorno: certo, miglioramenti ci sono stati, ma la "magia" della pila grande come un bottone che ti fa funzionare il portatile per 7 giorni non ci sara' tanto presto... che guarda caso e' sempre quello che tentano di farti credere i marchettari. tot energia chimica in meno di un dato volume non ce ne puo statre ,fine della storia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Funz
    > > - Scritto da: ....
    > > > sono 20 anni che la menano con "abbiamo
    > > scoperto
    > > > le batterie del futuro, tempo 5 anni
    > > > e...."
    > > > e un caxxo, siamo sempre li: quelle
    > maledette
    > > > regole della termodinamica non ne vogliono
    > > sapere
    > > > di piegarsi ai desideri dei markettariA bocca aperta
    >A bocca aperta
    > > >A bocca aperta
    > >
    > > Ma certo, negli ultimi decenni passando dal
    > > piombo-acido al Ni-Mh alle varie tecnologie al
    > > litio non è stato fatto nessun miglioramento in
    > > termini di potenza e densità di energia,
    > > neh?
    >
    > siamo sempre li a girare intorno: certo,
    > miglioramenti ci sono stati, ma la "magia" della
    > pila grande come un bottone che ti fa funzionare
    > il portatile per 7 giorni non ci sara' tanto

    tu confondi lo sviluppo tecnologico con la discesa di un qualche Messia a dispensare miracoli...

    > presto... che guarda caso e' sempre quello che
    > tentano di farti credere i marchettari. tot

    insomma... al cittadino mediamente ignorante di scienza fanno dei bei servizi in TV ogni volta che c'è una qualche piccola scoperta, presentandogliela come un qualcosa che cambierà la vita.
    Di chi è la colpa se il cittadino si immagina chissà che cosa?

    > energia chimica in meno di un dato volume non ce
    > ne puo statre ,fine della
    > storia.

    Per fare qualche esempio più o meno a caso:
    Motorola StarTAC 130 (1998) - batteria da 500 mAh per un peso totale di 95g
    Nokia 3310 (2000) - batteria da 900 mAh per un peso totale di 133g
    Galaxy S6 edge (2015) - batteria da 2600 mAh per un peso totale di 132g

    Non so quanto pesino effettivamente le batterie da sole, comunque a spanne siamo passati da circa 5-7 mAh/g a quasi 20 in 15 anni.
    A me non sembra affatto un progresso da poco, specialmente in un campo maturo come la chimica delle batterie...
    Funz
    12946
  • Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più batterie in serie per aumentare la tensione in uscita?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andrea Molent
    > Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più
    > batterie in serie per aumentare la tensione in
    > uscita?

    E' corretto, ma poi quanto pesa il dispositivo?

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: Andrea Molent
    > > Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più
    > > batterie in serie per aumentare la tensione in
    > > uscita?
    >
    > E' corretto, ma poi quanto pesa il dispositivo?


    Dipende da quanto pesa la singola "cella" Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andrea Molent
    > Scusate l'ignoranza, ma non basta mettere più
    > batterie in serie per aumentare la tensione in
    > uscita?
    Hai presente le Pile? Ecco sono semplcemente delle batterie in serie ( pile di batterie)
    non+autenticato