Claudio Tamburrino

Facebook, tra Messenger e WhatsApp

Mentre si avvicina l'integrazione dell'app acquisita di recente con alcune funzionalità legate al social network, su browser fa il suo esordio la piattaforma messenger.com

Roma - Facebook ha lanciato ufficialmente la versione indipendente di Messenger per il browser.

Si tratta della prima mossa per mettere in pratica la strategia anticipata da Zuckerberg dal palco di F8: Messenger diventerà una piattaforma completamente a sé stante ed integrata con app terze (scaricabili direttamente al suo interno), con strumenti di partner come ESPN, Giphy e The Weather Channel e con una versione dedicata specificatamente al mondo del lavoro, Messenger for Business.
L'impegno di Facebook nei confronti della sua app per i messaggi scambiati sulla piattaforma, tra l'altro, ha portato nelle settimane scorse all'annuncio di un servizio - per il momento dedicato solo al mercato statunitense - che consente di effettuare delle transazioni.

Ora il tutto prende le forme concrete di una versione browser disponibile all'indirizzo Messenger.com. Si tratta della versione browser dell'app che un anno fa è stata scissa dall'applicazione del social network. Tuttavia, a differenza dell'app mobile, su browser Messenger non sembra destinata a separarsi dal social network. Ma è qui che potrebbero trovare spazio le stesse integrazioni promesse nella piattaforma mobile e le funzionalità aggiuntive come il già citato servizio per il trasferimento di denaro.
La strategia di rimodulazione della sua offerta non si limita d'altronde solo a questo: la sua arma più costosa, WhatsApp, sembra pronta ad essere integrata all'interno dei suoi servizi. Il punto di partenza sembra essere l'app Android del social nework, che nell'ultima versione permetterà la condivisione di aggiornamenti direttamente da questo a WhatsApp tramite un pulsante presente accanto al classico "condividi" classificato con il logo del telefono dell'app di messaggistica.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate