MS: nuova denuncia per monopolio

Per la terza volta un privato accusa Microsoft di aver agito abusivamente sul mercato pur di alzare i prezzi dei suoi prodotti

Los Angeles (USA) - Michael R. Wilson ne ha avuto abbastanza dei prodotti Microsoft e, sull'onda del pre-verdetto relativo al processo antitrust contro l'azienda di Redmond, ha deciso di denunciarla. Secondo Wilson, Microsoft ha abusato della propria posizione sul mercato per schiacciare gli avversari e aumentare a piacimento i prezzi dei propri prodotti.

In particolare Wilson sostiene di aver comprato per 89 dollari, lo scorso febbraio, una copia di Windows98 e di aver incontrato, da quel momento, una serie di errori di sistema. Errori che potevano essere risolti, afferma Wilson, soltanto comprando nuovo software Microsoft.

Uno dei legali di Wilson ha spiegato che milioni di consumatori si trovano nella situazione del loro cliente e che la denuncia ha, come primo scopo, quello di far sì che nel processo Microsoft "non si dimentichino i risarcimenti che spettano ai consumatori".
Si tratta della terza denuncia del genere nell'ultima settimana e Jim Cullinan, portavoce Microsoft, ha affermato: "è un vero peccato che dopo un solo atto di un lungo processo antitrust, c'è già chi cerca di mettere in piedi cause per danni senza alcun fondamento".
TAG: microsoft