Claudio Tamburrino

Google e l'ora dell'antitrust europeo

Con un memo interno Mountain View anticipa ai suoi dipendenti la potenziale formalizzazione delle accuse da parte di Bruxelles. La Commissione deve ancora pronunciarsi, e potrebbe coinvolgere anche Android

UPDATE: La Commissione Europea ha formulato le proprie accuse e ha aperto un'indagine sul mercato mobile, per esaminare la posizione di Android: i dettagli.

Roma - Secondo indiscrezioni riportate da Financial Times e Wall Street Journal le autorità antitrust europee sarebbero pronte a muovere le loro accuse ufficiali nei confronti di Google.

Si tratterebbe del concretizzarsi delle indagini condotte da Bruxelles da qualche anno a questa parte, relativamente al suo presunto abuso di posizione dominante nel settore dei motori di ricerca: le autorità antitrust del Vecchio Continente si sono attivate in seguito alle accuse mosse nel 2010 da una agguerrita coalizione di concorrenti sul mercato del search generalista e settoriale e di attori del mercato dell'advertising online: secondo tutti loro Mountain View favorirebbe nei risultati offerti dalla sua ricerca i suoi servizi a discapito di quelli altrui.
L'indagine europea, peraltro, non si limita a questo: lo statement of objections che la Commissione potrebbe presentare a Google sembra poter includere anche accuse relative alla posizione dominante assunta sul mercato dei sistemi operativi mobile da Android. Su questo fronte si sarebbe mossa, apparentemente, su istanza di Microsoft e Nokia: visto il coinvolgimento di Redmond e secondo altre indiscrezioni, le autorità sembrerebbero in particolare interessate a verificare l'impatto sulla competizione del settore dei termini di distribuzione della suite di app di Google (Mobile Application Distribution Agreement, MADA), una questione che fece condannare in Europa Microsoft per il legame tra Windows e Internet Explorer. Per questioni simili Android si trova a fronteggiare, per esempio, l'antitrust russo.

Questo aspetto si sommerebbe agli altri casi aperti nei suoi confronti sia negli Stati Uniti, che in diversi paesi di tutto il mondo: da ultimo, sempre guardando all'Europa, è il Senato francese che sembra pronto ad adottare una legge che permetta alle autorità di vigilanza locali di chiedere a fini di monitoraggio l'accesso a Page Rank, l'algoritmo alla base del suo motore di ricerca, così come vorrebbe la Germania.

Mountain View, per il momento, si limita a tranquillizzare i suoi dipendenti affermando che si tratta solo dell'inizio di una causa e non di una decisione finale. Google può così analizzare i dubbi delle istituzioni in modo tale da rispondervi adeguatamente. Dopo aver cercato di raggiungere un accordo con le autorità per evitare il prosieguo dell'indagine, dunque, Google sembra ora pronta a rispondere a tutte le accuse.

Come si legge in un memo interno inviato dal General Counsel di Google Ken Walker a tutti i dipendenti, infatti, Mountain View sottolinea che il settore dei sistemi operativi mobile è altamente competitivo, come dimostrerebbe peraltro il lavoro fatto per migliorare i servizi offerti ai clienti e stimolare la competizione.
Insomma, Google ritiene di trovarsi in una buona posizione rispetto alle accuse europee.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàUSA preoccupati per lo spezzatino europeo di GoogleLa rappresentanza statunitense alla UE scrive al WSJ per manifestare i propri dubbi sulla mozione in discussione al Parlamento. C'č il rischio di una contrapposizione politica tra le due sponde dell'Atlantico
  • AttualitàEuropa unita per dividere Google?Parlamento europeo pronto a chiedere alla Commissione di intervenire. Con una spregiudicata azione antitrust potrebbe essere chiesto a Big G di scorporare il search o di separarsi in filiali nazionali indipendenti
  • BusinessApple e Google, nubi antitrust sull'EuropaL'una č sospettata di poter sparigliare le carte sul mercato dello streaming musicale con un servizio che ancora deve essere lanciato, l'altra potrebbe trovarsi a dover affrontare le accuse formali che fermentano da quasi un lustro
57 Commenti alla Notizia Google e l'ora dell'antitrust europeo
Ordina
  • La vera posizione dominante in Europa, tutt'altro che unita, la fanno le Banche, in primis la Banca Centrale Europea che decide vita o morte della economia dei singoli stati membri. Il vero comando e controllo lo hanno loro, ed i vari governanti delle nazioni Europee, marionette di una regia centrale. L'Europa non è una unione di civiltà, di culture, di popoli e di interessi sociali, ma una unità di potere economico. L'unica cosa che è riuscita a fare l'Europa è l'euro, quello è stato l'unico vero interesse e fine di tutta questa enorme sceneggiata, che sta rendendo (quasi) tutti schiavi e poveri.
  • Sono un hater apple, lo ammetto...
    ma se si accusa Google di pre-installare le sue app sul proprio OS....per la Apple cosa si dovrebbe fare che addirittura impedisce la pubblicazione e l'installazione di app che non le vanno a genio??? O.o
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Sono un hater apple, lo ammetto...
    > ma se si accusa Google di pre-installare le sue
    > app sul proprio OS....per la Apple cosa si
    > dovrebbe fare che addirittura impedisce la
    > pubblicazione e l'installazione di app che non le
    > vanno a genio???
    > O.o

    io userei il metodo tradizionale dei Bolton
    non+autenticato
  • " la Commissione potrebbe presentare a Google sembra poter includere anche accuse relative alla posizione dominante assunta sul mercato dei sistemi operativi mobile da Android. Su questo fronte si sarebbe mossa, apparentemente, su istanza di Microsoft e Nokia"

    come come come ??

    Microsoft che accusa Google di posizione dominante ? Ma LOL Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere

    E' la stessa Microsoft del preinstallato à office su ogni PC del pianeta ?

    Microsoft è la sua pseudo-coerenza,il sedere al posto della faccia eh


    X redazione,ma che diamine avete combinato ??? Il refresh automatico mentre uno scrive ? Ottima pensata per allontare ancora di più i pochi utenti rimasti....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > " la Commissione potrebbe presentare a Google
    > sembra poter includere anche accuse relative alla
    > posizione dominante assunta sul mercato dei
    > sistemi operativi mobile da Android. Su questo
    > fronte si sarebbe mossa, apparentemente, su
    > istanza di Microsoft e
    > Nokia"
    >
    > come come come ??
    >
    > Microsoft che accusa Google di posizione
    > dominante ? Ma LOL Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    > Rotola dal ridere
    >
    > E' la stessa Microsoft del preinstallato à office
    > su ogni PC del pianeta
    > ?
    >
    > Microsoft è la sua pseudo-coerenza,il sedere al
    > posto della faccia
    > eh
    >
    >
    > X redazione,ma che diamine avete combinato ??? Il
    > refresh automatico mentre uno scrive ? Ottima
    > pensata per allontare ancora di più i pochi
    > utenti
    > rimasti....

    In realtà quell'"apparentemente" non vuol dire nient'altro che una supposizione verosimile. Quindi se la cosa non viene accertata non ha più valore di una chiacchiera per far colpo sui lettori.
    non+autenticato
  • "...accuse relative alla posizione dominante assunta sul mercato dei sistemi operativi mobile da Android"

    Credo che su questo fronte Google avrà gioco facile nel dimostrare che il 90% dei profitti in ambito mobile sono di una sola azienda, che non è Google.
  • - Scritto da: bradipao
    > "...accuse relative alla posizione dominante
    > assunta sul mercato dei sistemi operativi mobile
    > da Android"
    >
    > Credo che su questo fronte Google avrà gioco
    > facile nel dimostrare che il 90% dei profitti in
    > ambito mobile sono di una sola azienda, che non è
    > Google.

    I profitti sì, ma non so se siano quelli a contare, in un processo di questo tipo. Trovo assurda l'accusa di favorire i propri prodotti nelle ricerche, dopotutto se uno sceglie Google anziché un altro motore, vuol dire che apprezza di più i risultati che il primo fornisce.
    Spero che la sentenza faccia riferimento agli ambiti dove effettivamente si parla di abusi a mio parere ben più seri, cioè le condizioni sfavorevoli e anticompetitive imposte nel campo della pubblicità.
    Quanto ad Android, uno può perfino svilupparne una propria versione, è sicuramente molto più libero dei concorrenti principali. A fregarlo è proprio la maggiore diffusione, ma troverei assurdo imporre a Google una totale perdita di controllo sul suo OS, mentre Apple e MS continuano a gestire i loro come un campo di concentramento.
    Ho l'impressione che il lobbying dei concorrenti di Google abbia saputo toccare i tasti giusti dei politici coinvolti.
    Izio01
    4259
  • > Ho l'impressione che il lobbying dei concorrenti
    > di Google abbia saputo toccare i tasti giusti dei
    > politici
    > coinvolti.

    Aspetta a prendere posizioni così nette. Quante volte i quotidiani, compreso i quotidiani digitali come PI, hanno parlato di avvenimenti poi non verificatisi?
    Si tratta di indiscrezioni, chiacchiericcio. Se e quando la Commissione europea prenderà l'iniziativa per un'accusa di abuso di posizione dominante contro Google, be', almeno si commenterà qualcosa di concreto.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 aprile 2015 11.51
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: bradipao
    >
    > "...accuse relative alla posizione dominante
    > assunta sul mercato dei sistemi operativi mobile
    > da Android"
    >
    > Credo che su questo fronte Google avrà gioco
    > facile nel dimostrare che il 90% dei profitti in
    > ambito mobile sono di una sola azienda, che non è
    > Google.

    e dove sta scritto che profitti e quote di mercato sono sempre direttamente proporzionali?

    e infatti, guarda caso, nella fattispecie non lo sono Sorride
    anzi direi che è proprio l'opposto, c'è una relazione inversamente proporzionale

    poi c'è l'altra ipotetica accusa: "Mountain View favorirebbe nei risultati offerti dalla sua ricerca i suoi servizi a discapito di quelli altrui"

    credo che siamo tutti d'accordo che se la cosa fosse dimostrata, una bella mazzata a google sia sacrosanta.
  • - Scritto da: bertuccia

    > poi c'è l'altra ipotetica accusa:
    > "Mountain View favorirebbe nei risultati offerti
    > dalla sua ricerca i suoi servizi a discapito di
    > quelli altrui"

    >
    >
    > credo che siamo tutti d'accordo che se la cosa
    > fosse dimostrata, una bella mazzata a google sia
    > sacrosanta.
    Complicato da dimostrare prova a cercare "Mail Service" e "Mail Services" (solo per dirne una) Gmail neppure compare nella prima pagina ma fessbuk si.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Commentator e
    >
    > Complicato da dimostrare prova a cercare "Mail
    > Service" e "Mail Services" (solo per dirne una)
    > Gmail neppure compare nella prima pagina ma
    > fessbuk si.

    non so io non mi sono mai accorto della cosa personalmente.. vedremo se e cosa uscirà fuori
  • - Scritto da: bertuccia

    > non so io non mi sono mai accorto della cosa
    > personalmente..
    Non è difficile eh basta provare.
    è un risultato "ripetibile" mica "soggettivo".
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > anzi direi che è proprio l'opposto, c'è una
    > relazione inversamente
    > proporzionale

    Infatti sono tutti lì a cercare di avere la quota di mercato più bassa possibile!
    Deluso
    Mah la "macaconomics" è veramente strabiliante!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Economista
    >
    > Infatti sono tutti lì a cercare di avere la quota
    > di mercato più bassa
    > possibile!
    > Deluso
    > Mah la "macaconomics" è veramente strabiliante!
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere

    cioè spiegaci un po', tu hai proprio sentito l'impulso di palesare la tua ignoranza... interessante
  • - Scritto da: bertuccia

    > cioè spiegaci un po', tu hai proprio sentito
    > l'impulso di palesare la tua ignoranza...
    > interessante
    Non c'è nulla da spiegare "inversamente proporzionale" è di una chiarezza disarmante.
    E lo hai scritto tu.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Economista
    >
    > Non c'è nulla da spiegare "inversamente
    > proporzionale" è di una chiarezza
    > disarmante.
    > E lo hai scritto tu.

    bestia.

    apple con meno del 20% di mercato si prende oltre il 90% dei profitti del settore.

    per cui scrivo (cito il mio post): "e dove sta scritto che profitti e quote di mercato sono sempre direttamente proporzionali?

    e infatti, guarda caso, nella fattispecie non lo sono Sorride
    anzi direi che è proprio l'opposto, c'è una relazione inversamente proporzionale"

    ora, se tu non capisci che al momento, nel mercato degli smartphone, c'è una relazione inversamente proporzionale tra le quote di mercato e i profitti, cosa ci devo fare? devo prenderti per mano e farti la lezioncina?

    pedalare