Gaia Bottà

Silk Road, Ulbricht non sarà riprocessato

La giustizia ha respinto la richiesta del fondatore di Silk Road: celebrare un nuovo processo, con il supporto di nuove prove, non cambierebbe la posizione di colui che è stato identificato come Dread Pirate Roberts

Roma - Dread Pirate Roberts, al secolo Ross Ulbricht, è stato condannato nell'ambito del caso Silk Road sulla base di sette capi d'accusa tra traffico di stupefacenti e spaccio tramite Internet, tra violazione delle leggi anti-narcotici in combutta con altri soggetti, riciclaggio di denaro e hacking. Il mese scorso, chiamando in causa vizi procedurali come il ritardo nella presentazione di certi documenti, che avrebbe impedito di fare giustizia, aveva chiesto che il processo venisse celebrato di nuovo: richiesta respinta.

"Non c'è fondamento fattuale o legale per accogliere la richiesta, e per questo motivo è stata negata": così il giudice Katherine Forrest ha stroncato le speranze di Ulbricht, che potrà in ogni caso decidere di ricorrere in appello. Secondo il magistrato statunitense la colpevolezza di DPR sarebbe evidente: Ulbricht e il suo legale non hanno presentato alcun tipo di motivazione valida che apra la possibilità di ribaltare il giudizio nei suoi confronti.

Il giudice ritiene dunque che le procedure adottate dall'accusa non abbiano in alcun modo orientato lo svolgimento del processo: è vero che due agenti federali sono stati accusati di aver adottato pratiche illegali nel corso delle indagini, spiega il magistrato, ma è altresì vero che i documenti raccolti in quel frangente non sono stati utilizzati nel corso del dibattimento, e che fare luce sulla questione non offrirebbe elementi utili a riconfigurare la posizione di Ulbricht. "Il fatto che gli agenti abbiano potuto abusare dei loro poteri - riferisce Forrest - non suggerisce in alcun modo che Ulbricht non si possa identificare con Dread Pirate Roberts."
Mentre la narrazione intorno alla figura di Ulbricht si intesse di nuovi vividi dettagli, la sentenza di primo grado si avvicina: l'udienza è fissata per il 15 maggio.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • Diritto & InternetSilk Road, Ulbricht chiede un nuovo processoDread Pirate Roberts rischia il carcere a vita: solo riesaminando il comportamento degli inquirenti e la tempistica della presentazione delle prove si farà davvero giustizia, denuncia il suo avvocato
  • AttualitàSilk Road, i federali USA rubavano BitcoinDue agenti federali impegnati nell'indagine su Silk Road hanno rubato grandi quantità di denaro sotto forma di Bitcoin. Ora rischiano la galera. Nel frattempo, le autorità USA chiedono a Reddit di consegnare nomi, carte di credito e indirizzi IP
  • AttualitàSilk Road, il fondatore è colpevoleRoss Ulbricht è stato riconosciuto colpevole di tutte le accuse e ora rischia di passare la vita in galera. I retroscena di un processo che si è concluso presto, con testimonianze sorprendenti e tante bizzarrie
2 Commenti alla Notizia Silk Road, Ulbricht non sarà riprocessato
Ordina