Alfonso Maruccia

IoT, Huawei e l'OS da 10 kilobyte

Il colosso cinese annuncia l'ennesima piattaforma per la Internet delle Cose, tecnologia con al centro un sistema operativo a dir poco "nano" che punta al business dei prossimi anni. Un business che attira tutti

Roma - Il mercato delle tecnologie pensate specificatamente per la Internet delle Cose (IoT) si fa sempre più affollato, e dopo la piattaforma ARTIK recentemente presentata da Samsung è ora la volta di Huawei con l'annuncio dell'architettura Agile Network.

L'offerta IoT del colosso cinese parte dal basso, vale a dire dal sistema operativo LiteOS e la sua quasi incredibile compattezza tecnica: l'OS IoT di Huawei pesa appena 10 Kilobyte, un record che avrebbe impressionato anche ai tempi del DOS e dell'Assembly, ed è pensato come base fondante di una "infrastruttura ICT standardizzata in grado di promuovere lo sviluppo delle applicazioni Internet". IoT inclusa.

Con LiteOS tutti gli sviluppatori potranno accedere a una piattaforma "aperta" per creare velocemente prodotti di classe IoT, promette Huawei, la qual cosa include dispositivi per la domotica, gadget indossabili, veicoli connessi, sensori integrati e molto altro ancora.
Per creare i loro prodotti IoT, dice ancora Huawei, gli sviluppatori potranno fare uso anche del software della linea Agile, una linea di prodotti che accompagna il succitato LiteOS e permette alle aziende di integrare le loro infrastrutture IoT in relazione ai rispettivi business individuali.
Secondo Huawei la Internet delle Cose includerà più di 100 miliardi di connessioni entro il 2025, un oceano di possibilità economiche infinite, che non a caso fa gola anche ai produttori OEM dall'altra parte del mondo come Qualcomm.

Diversamente da Huawei, la corporation americana si è nei giorni scorsi focalizzata sulla realizzazione di nuovi dispositivi hardware IoT vale a dire QCA401x e QCA4531: il primo chip integra una unità microcontroller compatta con 800 KB di memoria on-chip, più una serie interfacce pensate per collegarsi a sensori, display e attuatori esterni e un servizio connettività completo tra WiFi, IPv6, HTTP; il secondo chip integra un ambiente Linux/OpenWRT programmabile ed è pensato per funzionare da nodo IoT per la gestione multi-protocollo di diversi ecosistemi di comunicazione.

Stando alle stime di IDC, il mercato delle soluzioni IoT crescerà del 19 per cento nel solo 2015 e arriverà a un valore di quasi 100 miliardi di dollari entro il 2018; cresceranno evidentemente anche le aziende, che secondo gli analisti sono già pronte - tecnologicamente parlando - per adottare il nuovo paradigma tecnologico.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaSamsung, la IoT è una piattaformaIl colosso coreano svela l'ennesima piattaforma per la realizzazione di applicazioni IoT, un sistema composto da hardware e software che la corporation propone alle aziende interessate. Anche Fujitsu lavora alla Internet delle Cose, con l'uomo al centro
47 Commenti alla Notizia IoT, Huawei e l'OS da 10 kilobyte
Ordina
  • mi sa che saranno più i problemi che le cose che si risolveranno.

    punto bonus per l'ottimizzazione.
    non+autenticato
  • Bravi,bel sistemino ultracompatto per questo tipo di applicazioniSorride

    Eh la vera informaticaOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Bravi,bel sistemino ultracompatto per questo tipo
    > di applicazioni
    >Sorride
    >
    > Eh la vera informaticaOcchiolino

    quella che ti spia 24/7?
    contenti voi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Etype
    > > Bravi,bel sistemino ultracompatto per questo
    > tipo
    > > di applicazioni
    > >Sorride
    > >
    > > Eh la vera informaticaOcchiolino
    >
    > quella che ti spia 24/7?
    > contenti voi!
    se e' per questo, quella c'e' gia'. hai letto del browser piu' usato dai cinesi e indiani? https://citizenlab.org/2015/05/a-chatty-squirrel-p.../
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    > se e' per questo, quella c'e' gia'. hai letto
    > del browser piu' usato dai cinesi e indiani?
    > https://citizenlab.org/2015/05/a-chatty-squirrel-p

    vabbé ma loro si sa che fanno ste cose.
    Siamo 'noi' che dovremmo evitare di farcele.

    comunque, altra notizia in tal senso: NSA infila trojan 'on the fly' in Android quando scarichi app da playstore o samsung store.

    1) Francamente pensavo non ce ne fosse bisogno: android è un colabrodo da tutti i punti di vista... già il solo fatto che dall'interfaccia web (su un altro device) puoi dare comandi per installare app è ridicolo...

    2) non si capisce come possano bypassare il problema del MITM e della firma digitale dell'app: crittografie deboli o collaborazione (nel secondo caso sia di google che dell'autore dell'app?).
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: bubba
    >
    > > se e' per questo, quella c'e' gia'. hai
    > letto
    > > del browser piu' usato dai cinesi e indiani?
    > >
    > https://citizenlab.org/2015/05/a-chatty-squirrel-p
    >
    > vabbé ma loro si sa che fanno ste cose.
    > Siamo 'noi' che dovremmo evitare di farcele.
    e purquoi? i cinesi (e tanti altri) vivono forse su Altroquando?
    cioe se il ragionamento e' : ma tanto i cinesi spiano,tramano ecc... e i cinesi sono in mezzo a noi... e l'ITC & telco non hanno confini... pare ovvio che l'NSA voglia spiare pure illa...

    > comunque, altra notizia in tal senso: NSA infila
    > trojan 'on the fly' in Android quando scarichi
    > app da playstore o samsung
    > store.
    >
    > 1) Francamente pensavo non ce ne fosse bisogno:
    > android è un colabrodo da tutti i punti di
    > vista... già il solo fatto che dall'interfaccia
    > web (su un altro device) puoi dare comandi per
    > installare app è
    > ridicolo...
    e qualora non si potesse la gente installa app apposta (tipo mspy) ..

    >
    > 2) non si capisce come possano bypassare il
    > problema del MITM e della firma digitale
    > dell'app: crittografie deboli o collaborazione
    > (nel secondo caso sia di google che dell'autore
    > dell'app?).
    non so/non l'ho letto... (tanto di solito le news sono solo commenti a striminzite slide nsa... dalle quali non si evince praticamente mai una mazza. in effetti in molti casi non ci sarebbe differenza dalle slide che facevo io con target M$. solo che erano esempi inventatiCon la lingua fuori)
    non+autenticato
  • > e qualora non si potesse la gente installa app apposta (tipo mspy) ..

    mi autoquoto/aggiungo per dire che oggi leggo questa bella notizia
    http://krebsonsecurity.com/2015/05/mspy-denies-bre.../

    tskA bocca storta
    non+autenticato
  • e il bello è che a spiare sono gli americani

    onestamente non capisco i tipi ( come quello più su ) che continuano a ragionare per stereotipi ( cinesi spioni e copioni, russi comunisti assassini )

    i cosidetti Paesi non democratici ( che poi potrebbe essere credibile quando si parla di Cina ma non certo degli altri BRICS ) almeno le leggi restrittive te le mettono nero su bianco, non le nascondono in codici segreti dove l'enforcing è affidato a corti segrete e nemmeno stringono accordi commerciali segreti ( cough cough TTIP )
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > e il bello è che a spiare sono gli americani
    >
    > onestamente non capisco i tipi ( come quello più
    > su ) che continuano a ragionare per stereotipi (
    > cinesi spioni e copioni, russi comunisti
    > assassini
    > )
    >
    > i cosidetti Paesi non democratici ( che poi
    > potrebbe essere credibile quando si parla di Cina
    > ma non certo degli altri BRICS ) almeno le leggi
    > restrittive te le mettono nero su bianco, non le
    > nascondono in codici segreti dove l'enforcing è
    > affidato a corti segrete e nemmeno stringono
    obbella... e se e' segreta come puoi saperlo (che non c'e')?Sorride tra l'altro in russia & affini non e' molto sano fare lo snowden (ma neanche la mera politkovskaja)..
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > tra l'altro in russia & affini non
    > e' molto sano fare lo snowden (ma neanche la mera
    > politkovskaja)..

    Fare lo Snowden della situazione non è sano in nessun Paese,sia che ti ammazzino sia che finisci in cella per il resto della tua vita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    > obbella... e se e' segreta come puoi saperlo (che
    > non c'e')?Sorride tra l'altro in russia & affini non

    dal datagate ovviamente

    > e' molto sano fare lo snowden (ma neanche la mera
    > politkovskaja)..

    il mondo dei potenti è così

    poi bisogna vedere cosa realmente la Politkovskaja faceva

    ad esempio Nemtsov era implicato con gente poca pulita, oligarchi e mafiosi dell'ex area Eltsin ( filoamericani in sostanza )

    con questo non giustifico certo l'omicidio, ma non abbiamo informazioni per capire se questa gente voleva veramente il bene dei russi o se erano semplicemente spie al soldo della varie ONG che vanno in giro a scatenare colpi di Stato

    "he has been always true to his promises" ( cit. George W. Bush riferendosi a Putin )

    onestamente credo che se vogliamo parlare di sterco, noi occidentali ne abbiamo molto di più di russi e cinesi messi insieme

    i nostri potenti sono delle m***e a 360 gradi, senza nemmeno un briciolo d'onore ( concetto preso molto sul serio nella cultura orientale, tant'è che i giapponesi erano soliti fare seppuku! )

    non è un'assoluzione ma un banale confronto, dal quale usciamo con le ossa rotte
    non+autenticato
  • p.s. riguardo Nemtsov e le varie "opposizioni" anti-Putin, è curioso che i media occidentali parlino sempre di movimentini e partitini che non arrivano all'1%, mentre sembrano totalmente all'oscuro dell'esistenza dei due grossi partiti d'opposizione ( comunisti e nazionalisti )

    curioso vero? sarò che quei due partiti fanno gli interessi della Russia invece che quelli dell'America ( America poi, l'America è molto più grande degli USA )?
    non+autenticato
  • se il buongiorno si vede dal sito (liteos.net) non cominciamo molto bene......Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > se il buongiorno si vede dal sito (liteos.net)
    > non cominciamo molto bene......
    >Con la lingua fuori
    mi autoquoto
    ok magari quello e' diventato abandonware e la roba nuova sara' qui https://github.com/OIOTC/Liteos ( nell'ambito http://www.oiotc.cc/index.php?m=project ). Per ora c'e' un bel README vuoto da studiareSorrideSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: bubba
    > > se il buongiorno si vede dal sito (liteos.net)
    > > non cominciamo molto bene......
    > >Con la lingua fuori
    > mi autoquoto
    > ok magari quello e' diventato abandonware e la
    > roba nuova sara' qui

    Non so quanto abandonware sia quel sito visto che l'ultima news inserita è datata 21 maggio 2015 (IERI) e recita:

    The LiteOS is an open source operating system for embedded systems and sensor networks, whose development started in 2007. Recently we read in the news that the Telecom company Huawei developed an embedded operating system also named as LiteOS. We are not sure whether the same name indicates they are based on our design or not, and whether they reused our code .

    > https://github.com/OIOTC/Liteos ( nell'ambito
    > http://www.oiotc.cc/index.php?m=project ). Per
    > ora c'e' un bel README vuoto da studiareSorride
    >Sorride
    Prozac
    5083
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: bubba
    > > > se il buongiorno si vede dal sito
    > (liteos.net)
    > > > non cominciamo molto bene......
    > > >Con la lingua fuori
    > > mi autoquoto
    > > ok magari quello e' diventato abandonware e
    > la
    > > roba nuova sara' qui
    >
    > Non so quanto abandonware sia quel sito visto che
    > l'ultima news inserita è datata 21 maggio 2015

    > We are not sure
    > whether the same name indicates they are based on
    > our design or not, and whether they reused our
    > code .
    la cosa e' davvero buffa... (cioe che huawei fosse partita in pompa magna col loro codice, senza manco parlarne con gli autori)

    cmq, per curiosita', dove sarebbe questa nota, visto che nella home .net, nel cvs, e nell'.edu non ne vedo traccia?

    in compenso trovo gustoso il wrtnode.. non sapevo che esistesseCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > cmq, per curiosita', dove sarebbe questa nota,
    > visto che nella home .net, nel cvs, e nell'.edu
    > non ne vedo
    > traccia?

    Nella home del sito:
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    Prozac
    5083
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: bubba
    > > cmq, per curiosita', dove sarebbe questa
    > nota,
    > > visto che nella home .net, nel cvs, e
    > nell'.edu
    > > non ne vedo
    > > traccia?
    >
    > Nella home del sito:
    > [img]http://s18.postimg.org/x3hc6b5hl/lietoshome.p
    quirk interessante .. visto che liteos.net usa un iframe che pesca da http://lanterns.eecs.utk.edu/software/liteos/ + mio noscript... non lo vedevo.. bah...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > quirk interessante .. visto che liteos.net usa un
    > iframe che pesca da
    > http://lanterns.eecs.utk.edu/software/liteos/ +
    > mio noscript... non lo vedevo..
    > bah...

    Ah, ok... Pensavo stessimo parlando di due siti diversiCon la lingua fuori
    Prozac
    5083
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: bubba
    > > quirk interessante .. visto che liteos.net
    > usa
    > un
    > > iframe che pesca da
    > >
    > http://lanterns.eecs.utk.edu/software/liteos/
    > +
    > > mio noscript... non lo vedevo..
    > > bah...
    >
    > Ah, ok... Pensavo stessimo parlando di due siti
    > diversi
    >Con la lingua fuori
    :D

    cmq l' "abandonware" era perche il cvs e il resto riportano date vecchie di anni... evidentemente pero' anche gli admin leggono i giornaliSorride

    ... cmq la robetta sui siti cinesi (e non, ormai) di oiotc e wrtnode e' inderezzante..
    non+autenticato
  • beh come diceva un tale "guglielmo" all'epoca di elisabetta d'inghilterra :
    "Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia".....
    Direi che chiunque non sia un sempliciotto deve sempre tenere in considerazione questo "aforisma".

    E credo che valga per chiunque (me compreso ovviamente).
    non+autenticato
  • ci gira the witcher 3?
    non+autenticato
  • Si è la "crysis di nervis" che ti viene quando provi a farlo girare!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Che bello c'è ancora qualcuno che sa programmare!!!
    non+autenticato
  • Magari dipende da cosa fa il programma?
    Ad esempio se devi fare una divisione per 2 ti basta una istruzione di shift sul registro... mettici pure quella di "load" del valore nel registro
    e sei arrivato a ben 2 istruzioni macchina...
    Direi che 10K restano vuoti al 99.9999999......
    In ogni caso se vuoi usare 10k è meglio che cominci a imparare l'assembly della CPU che ti interessa... perchè difficilmente potrai usare altro...
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: erone
    > In ogni caso se vuoi usare 10k è meglio che
    > cominci a imparare l'assembly della CPU che ti
    > interessa... perchè difficilmente potrai usare
    > altro...
    > Occhiolino

    oppure C con un buon compilatore
  • Forse non hai visto bene quante linee assembly produce il semplice :
    int main() { printf("hello, world\n"); }
    Dacci una occhiata non è difficile...
    Si parla di 10 K....
    anche usando uclibc (ridotta al minimo) 10k son pochi pure per il C.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 6 giaguar
    > Forse non hai visto bene quante linee assembly
    > produce il semplice
    > :
    > int main() { printf("hello, world\n"); }
    > Dacci una occhiata non è difficile...
    > Si parla di 10 K....
    > anche usando uclibc (ridotta al minimo) 10k son
    > pochi pure per il
    > C.

    Compilando il tuo hello world con uno dei compilatori che uso nell'embedded (CPU 16 bit):

    ROM used:   147 including unused fragments
    RAM used:   5 at main() level - 10 worst case

    Se invece vogliamo giocare più sporco, eccoti un hello world con tanto di micro OS + stack di rete (sempre in C, ovviamente):
    https://www.sics.se/~adam/durvy08making.pdf
    Da 11Kb a 35Kb


    Direi che sei completamente fuori strada.
  • - Scritto da: erone
    > Magari dipende da cosa fa il programma?

    Guarda cosa si può fare in 64Kb
    http://en.wikipedia.org/wiki/Farbrausch
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: erone
    > > Magari dipende da cosa fa il programma?
    >
    > Guarda cosa si può fare in 64Kb
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Farbrausch
    Vuoi dire con 6 volte di più che 10K?
    A bocca aperta
    Si può fare molto persino un intero OS anche se molto semplice (il CP/M ci stava in 10 K) ma in assembly ... non in C... (si il CP/M che è poi, non casualmente, il "papà" del MS-dos girava su 8080 o su z80 e era in assembly 8080... così come MS-dos era in assembly 8086 e era "derivato" dal CP/M 86 di Digital research... )
    È storia non la mia opinione...

    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: 6 giaguar
    > Si può fare molto persino un intero OS anche se
    > molto semplice (il CP/M ci stava in 10 K) ma in
    > assembly ... non in C... (si il CP/M che è poi,
    > non casualmente, il "papà" del MS-dos girava su
    > 8080 o su z80 e era in assembly 8080... così come
    > MS-dos era in assembly 8086 e era "derivato" dal
    > CP/M 86 di Digital research... )
    >
    > È storia non la mia opinione...
    >
    > Occhiolino

    MS-DOS (che in realtà nasce come QDOS: Quick & Dirty Operating System) sta al CP/M come Linux sta a UnixOcchiolino
    Prozac
    5083
  • - Scritto da: 6 giaguar
    > Si può fare molto persino un intero OS anche se
    > molto semplice (il CP/M ci stava in 10 K) ma in
    > assembly ... non in C... (si il CP/M che è poi,
    > non casualmente, il "papà" del MS-dos girava su
    > 8080 o su z80 e era in assembly 8080... così come
    > MS-dos era in assembly 8086 e era "derivato" dal
    > CP/M 86 di Digital research... )
    >
    > È storia non la mia opinione...

    Sì, ma dattela un'aggiornata:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_real-ti...

    Tra questi ce ne sono alcuni sviluppati in puro C e che riescono a mantenere un footprint attorno ai 10Kb.

    Non è magia... è che nel frattempo anche le CPU son cambiate.
  • Infatti, i compilatori C sono molto efficienti (in passato ho confrontato l'assembler prodotto con quello che avrei scritto manualmente anche con operazioni in FPU). Il problema è che se includono pacchi di librerie, ancora prima di arrivare al main si sono mangiati già molta memoria. Comunbque queste sono tutte informazioni che tranquillamente vengono fornite dalle opzioni di compilazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > Guarda cosa si può fare in 64Kb
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Farbrausch

    E non avete visto questo (4kb):

    http://jansloot.telcomsoft.nl/Sources-2/DemoScene/...

    Altre risoluzioni qui: http://jansloot.telcomsoft.nl/Sources-2/DemoScene/...
    non+autenticato