Gaia Bottà

Apple Music può guadagnare dallo streaming altrui?

La fetta del 30 per cento che Cupertino pretende dai servizi di streaming concorrenti su App Store potrebbe essere una pratica lesiva della concorrenza, ora che Apple Music ha iniziato a suonare

Roma - Apple si è finalmente dotata di un servizio di streaming musicale tutto suo, Apple Music, continua ad offrire sul proprio store le applicazioni concorrenti, quali Spotify, Deezer e via dicendo. Ad esse impone il canonico 30 per cento sulle transazioni degli utenti: da ogni abbonamento stipulato dagli utenti con la mediazione dell'app, Apple racimola una parte cospicua delle entrate dei concorrenti.

Spotify e gli utenti iOS

Questo apparente conflitto di interessi venutosi a creare dopo l'avvento di Apple Music, per il quale Apple sarebbe in grado di avvantaggiarsi rispetto alla concorrenza contando non solo sulla propria offerta ma anche sulle regole del proprio store, era già stato segnalato da Spotify: nei giorni scorsi il servizio di streaming aveva invitato i propri utenti al risparmio, sottoscrivendo o rinnovando i propri abbonamenti senza passare dall'app, ma operando a mezzo web. Come spiegato anche nelle FAQ, "Acquistare Spotify tramite iTunes costa il 30% in più rispetto all'acquisto effettuato direttamente su Spotify.com a causa dei costi di intermediazione di Apple".

Ora, secondo le indiscrezioni raccolte da Reuters da tre differenti fonti, diverse piattaforme di streaming concorrenti di Apple Music si sarebbero rivolte alla Federal Trade Commission statunitense affinché analizzi la situazione e valuti il modo di operare di Cupertino: la fetta richiesta da Apple comprime inevitabilmente i margini di guadagno affatto opulenti delle piattaforme che, come nel caso di Spotify, finiscono per riversare i costi aggiuntivi sui consumatori. La Mela proibisce inoltre di rendere noto, nel contesto dell'applicazione sui dispositivi iOS, l'alternativa dell'abbonamento mediato dal Web e impedisce ai gestori delle app anche un solo link ai rispettivi siti Web. Le costringerebbe così, in cambio della presenza sull'App Store, a rinunciare a competere alla pari con il proprio servizio di streaming, tagliando sui guadagni o indimicandosi i consumatori.
FTC, secondo Reuters, ha ascoltato le ragioni dei concorrenti di Apple ma non avrebbe formalizzato alcun tipo di indagine.
Le autorità antitrust statunitensi, ma anche quelle europee, pare abbiano già iniziato a sondare il terreno e lo scenario competitivo in cui Apple Music ha gettato le proprie radici: di recente si è appreso che i procuratori generali dello stato di New York e dello stato del Connecticut si sono consultati con le major del disco per fare chiarezza sui rapporti che intrattengono con Cupertino, a potenziale danno dei concorrenti e, di conseguenza, della libertà di scelta dei consumatori.

Gaia Bottà

fonte immagine
Notizie collegate
  • AttualitàApple Music, DRM a posterioriIl nuovo servizio di streaming musicale di Cupertino crea problemi a playlist e a brani musicali detentuti in precedenza, lamentano gli utenti, e sostituisce i file "lisci" con quelli protetti da DRM. Potere del cloud, di iCloud
  • BusinessIl peana di Taylor Swift su Apple MusicL'artista che si è negata allo streaming, dopo la pubblica presa di posizione contro le politiche di Cupertino, concede la propria musica alla piattaforma della Mela: le due litiganti godono entrambe
  • BusinessStreaming e musica, chi cospira contro il freemium?Apple, Universal, Warner e Sony sono coinvolte in una indagine delle autorità di due stati americani: dovranno provare di non voler usare il proprio potere per sopprimere i modelli di business meno redditizi e la libertà di scelta del consumatore
21 Commenti alla Notizia Apple Music può guadagnare dallo streaming altrui?
Ordina
  • se non vi va bene, potete creare un nuovo universo, aspettare un paio di miliardi di anni che si evolva e poi fare tutte le regole che preferite!12345

    qualcuno vi obbliga a stare in questo universo? NO!54321
    non+autenticato
  • "La Mela proibisce inoltre di rendere noto, nel contesto dell'applicazione sui dispositivi iOS, l'alternativa dell'abbonamento mediato dal Web e impedisce ai gestori delle app anche un solo link ai rispettivi siti Web. Le costringerebbe così, in cambio della presenza sull'App Store, a rinunciare a competere alla pari con il proprio servizio di streaming, tagliando sui guadagni o indimicandosi i consumatori."

    Pratiche corrette e legittime, ovviamente Deluso
    A salvare Apple è il fatto di non avere una posizione dominante nel mobile; chissà se si può considerare la posizone dominante nel mercato iOS. Dopotutto, "posizione dominante" è un concetto che è sempre applicato ad un ambito limitato, e queste pratiche non vanno certo a favore dei consumatori.
    Tanto casino per i presunti risultati pilotati delle ricerche di Google, quando una semplice prova pratica mostra che i link della concorrenza ci sono eccome, e in casa Apple è perfino vietato PARLARE dell'alternativa a basso costo.
    Spero vivamente che la FTC intervenga pesantemente, chissà se lo farà.
    Izio01
    4674
  • - Scritto da: Izio01
    > "La Mela proibisce inoltre di rendere noto,
    > nel contesto dell'applicazione sui dispositivi
    > iOS, l'alternativa dell'abbonamento mediato dal
    > Web e impedisce ai gestori delle app anche un
    > solo link ai rispettivi siti Web
    . Le
    > costringerebbe così, in cambio della presenza
    > sull'App Store
    Se non ti sta bene puoi sempre toglierti dall'app store
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: Izio01
    > > "La Mela proibisce inoltre di rendere noto,
    > > nel contesto dell'applicazione sui dispositivi
    > > iOS, l'alternativa dell'abbonamento mediato dal
    > > Web e impedisce ai gestori delle app anche un
    > > solo link ai rispettivi siti Web
    . Le
    > > costringerebbe così, in cambio della presenza
    > > sull'App Store
    > Se non ti sta bene puoi sempre toglierti dall'app
    > store

    Le tue osservazioni sono sempre così illuminate ed illuminanti... Troll
    Ma sì, eliminiamo le varie autorità garanti della concorrenza, dopotutto se non ti sta bene qualcosa, puoi sempre farne a meno, no?
    Izio01
    4674
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Hop
    > > - Scritto da: Izio01
    > > > "La Mela proibisce inoltre di rendere noto,
    > > > nel contesto dell'applicazione sui dispositivi
    > > > iOS, l'alternativa dell'abbonamento mediato
    > dal
    > > > Web e impedisce ai gestori delle app anche un
    > > > solo link ai rispettivi siti Web
    . Le
    > > > costringerebbe così, in cambio della presenza
    > > > sull'App Store
    > > Se non ti sta bene puoi sempre toglierti
    > dall'app
    > > store
    >
    > Le tue osservazioni sono sempre così illuminate
    > ed illuminanti...
    > Troll
    > Ma sì, eliminiamo le varie autorità garanti della
    > concorrenza, dopotutto se non ti sta bene
    > qualcosa, puoi sempre farne a meno,
    > no?
    Sai BENISSIMO come funziona l'app store di apple pensaci PRIMA di mettere i tuoi programmi li...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: Izio01
    > > - Scritto da: Hop
    > > > - Scritto da: Izio01
    > > > > "La Mela proibisce inoltre di rendere
    > noto,
    > > > > nel contesto dell'applicazione sui
    > dispositivi
    > > > > iOS, l'alternativa dell'abbonamento mediato
    > > dal
    > > > > Web e impedisce ai gestori delle app anche
    > un
    > > > > solo link ai rispettivi siti Web
    . Le
    > > > > costringerebbe così, in cambio della
    > presenza
    > > > > sull'App Store
    > > > Se non ti sta bene puoi sempre toglierti
    > > dall'app
    > > > store
    > >
    > > Le tue osservazioni sono sempre così illuminate
    > > ed illuminanti...
    > > Troll
    > > Ma sì, eliminiamo le varie autorità garanti
    > della
    > > concorrenza, dopotutto se non ti sta bene
    > > qualcosa, puoi sempre farne a meno,
    > > no?
    > Sai BENISSIMO come funziona l'app store di apple
    > pensaci PRIMA di mettere i tuoi programmi li...

    Sai BENISSIMO come funziona praticamente QUALSIASI impresa commerciale con cui vuoi collaborare per trarne profitto, eppure le pratiche anticompetitive sono ancora vietate, a casa mia.
    Izio01
    4674
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Hop
    > > - Scritto da: Izio01
    > > > - Scritto da: Hop
    > > > > - Scritto da: Izio01
    > > > > > "La Mela proibisce inoltre di rendere
    > > noto,
    > > > > > nel contesto dell'applicazione sui
    > > dispositivi
    > > > > > iOS, l'alternativa dell'abbonamento
    > mediato
    > > > dal
    > > > > > Web e impedisce ai gestori delle app anche
    > > un
    > > > > > solo link ai rispettivi siti Web
    . Le
    > > > > > costringerebbe così, in cambio della
    > > presenza
    > > > > > sull'App Store
    > > > > Se non ti sta bene puoi sempre toglierti
    > > > dall'app
    > > > > store
    > > >
    > > > Le tue osservazioni sono sempre così
    > illuminate
    > > > ed illuminanti...
    > > > Troll
    > > > Ma sì, eliminiamo le varie autorità garanti
    > > della
    > > > concorrenza, dopotutto se non ti sta bene
    > > > qualcosa, puoi sempre farne a meno,
    > > > no?
    > > Sai BENISSIMO come funziona l'app store di apple
    > > pensaci PRIMA di mettere i tuoi programmi li...
    >
    > Sai BENISSIMO come funziona praticamente
    > QUALSIASI impresa commerciale con cui vuoi
    > collaborare per trarne profitto, eppure le
    > pratiche anticompetitive sono ancora vietate, a
    > casa
    > mia.
    La tua, appunto, nella LORO è un'altra musica...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: Izio01
    > >
    > > Sai BENISSIMO come funziona praticamente
    > > QUALSIASI impresa commerciale con cui vuoi
    > > collaborare per trarne profitto, eppure le
    > > pratiche anticompetitive sono ancora vietate, a
    > > casa
    > > mia.
    > La tua, appunto, nella LORO è un'altra musica...

    Intanto con gli ebook e gli accordi di cartello, hanno preso delle sonore mazzate. Mai dire mai, non è escluso (ma nemmeno certo) che facciano il bis anche con queste pratiche.
    Izio01
    4674
  • e niente l'applefan è limitato, non ci arriva a capire che è il primo a guadagnarci senza rinunciare ad alcunché
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > Se non ti sta bene puoi sempre toglierti dall'app
    > store


    oppure aspettare che un giudice faccia 500 milioni di multa ad Apple come per la storia dei prezzi degli ebook Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > Se non ti sta bene puoi sempre toglierti dall'app
    > store

    personalmente da consumatore, mi guardo bene dal metterci piede, nell'app store...
    Funz
    13032
  • - Scritto da: Izio01

    > Tanto casino per i presunti risultati pilotati
    > delle ricerche di Google, quando una semplice
    > prova pratica mostra che i link della concorrenza
    > ci sono eccome, e in casa Apple è perfino vietato
    > PARLARE dell'alternativa a basso
    > costo.
    Io non ho mai visto parlare delle alternative a basso costo di Panda e Punto sui siti di Audi e BMW. Tu?
    non+autenticato
  • E' il motivo per cui l'app kindle non ti permette di comprare libri come acquisti in app, ma devi andare sullo store col browser.

    Nessuno ha mai mosso un dito.
    non+autenticato