Alfonso Maruccia

Samsung, il display con ricarica incorporata

Il nuovo schermo del colosso sudcoreano include una caratteristica non particolarmente comune, vale a dire la capacitÓ di ricaricare la batteria di un cellulare tramite collegamento wireless

Roma - Il nuovo schermo di Samsung è contraddistinto dalla sigla SE370, è disponibile nelle varianti da 23,6 pollici e 27" (entrambe di tipo PLS, entrambe con risoluzione Full HD) ed è caratterizzato dal fatto di essere, secondo quanto sostiene la corporation, il primo display al mondo a integrare una stazione di ricarica Qi per la batteria di gadget mobile.

SE370

Basta appoggiare uno smartphone o altro gadget compatibile con la tecnologia sviluppata dal Wireless Power Consortium (WPC), spiega Samsung, per mettere in carica la batteria senza alcuna necessità di collegamenti alla rete elettrica o a un dispositivo esterno via cavo USB.

La funzionalità di ricarica wireless della batteria è facile, comoda e conveniente, sostiene ancora la corporation coreana, ma non è l'unica qualità attrattiva di SE370: il monitor è dotato del supporto alla tecnologia FreeSync di AMD per la modifica "adattiva" della frequenza di aggiornamento del monitor in relazione alla generazione effettiva dei frame al secondo da parte della GPU di sistema, tempi di risposta da 4ms, modalità "gioco" per il miglioramento dell'immagine e funzionalità Eco Saving Plus per l'ottimizzazione dei consumi energetici.

I nuovi modelli SE370 sono insomma due display capaci di unire la praticità e la convenienza della ricarica wireless a una serie di caratteristiche di richiamo per gli utenti di PC, dice Samsung, sono altresì compatibili con Windows 10 e offrono l'interfacciamento tramite cavi HDMI 1.4, DisplayPort 1.2 e D-Sub. Per quanto riguarda il periodo di disponibilità e il prezzo, infine, la corporation non ha ancora comunicato alcunché.

Alfonso Maruccia

fonte immagine
Notizie collegate
  • TecnologiaCES2014/ AMD non ha paura di IntelIl produttore statunitense presente a Las Vegas con nuove APU, nuove tecnologie e nuove promesse di miglioramenti prestazionali a prezzi accessibili. Il guanto di sfida lanciato a Santa Clara. E non solo