Gaia Bottà

Presentazioni, novità da Microsoft e Google

Sway, per assemblare presentazioni multimediali, è stata rilasciata da Redmond nella versione finale. Mentre le Presentazioni di Google passano ora dalle videochiamate Hangouts

Roma - Dalla versatilità di Sway, strumento pensato da Microsoft per presentazioni a tutto tondo, alle Presentazioni di Google, gli utenti possono da oggi contare su nuove soluzioni per illustrare i propri progetti e le proprie idee.

Sway

Sway, messa a disposizione in versione preview ad ottobre scorso, viene ora offerta da Microsoft nella sua versione stabile dedicata agli abbonati di Office 365 e agli utenti ordinari con account Microsoft, sotto forma di applicazione per Windows 10 e per iOS, mentre un'applicazione destinata a Windows Phone sarà lanciata nei prossimi mesi e un'app per Android è all'orizzonte.

Nel riepilogare le funzioni di questo strumento atto ad assemblare composizioni multimediali che possono assumere la forma di presentazioni e documenti, Microsoft comunica che sono state aggiunte funzioni quali la cattura delle foto integrata nell'applicazione e la possibilità di illustrare le presentazioni anche in assenza di connessione a Internet, nonostante l'app faccia affidamento sul cloud per l'archiviazione di alcuni elementi cone le mappe interattive e i video.
Anche Google, da parte sua, ha da condividere delle novità per quanto attiene gli strumenti dedicati alle sue Presentazioni: da questo momento è possibile illustrare relazioni e slide a distanza, nel contesto di una videochiamata Hangouts, con il solo supporto di uno smartphone o di un tablet Android.



Gaia Bottà
Notizie collegate
  • TecnologiaMicrosoft Sway, presentazioni nella nuvolaLa nuova applicazione Office è pensata per la presentazione automatizzata dei contenuti su Web e non solo, una sorta di Frontpage di nuova generazione che fa uso esclusivo del cloud
  • TecnologiaGoogle Drive, il plug-in per OfficeMountain View pubblica un componente aggiuntivo pensato per integrare la suite di produttività di Microsoft con il cloud storage della corporation dell'advertising. Perché Office, cloud o non cloud, è ancora il più usato per i documenti