Claudio Tamburrino

USA, cracker russi all'attacco del Pentagono

Nuova offensiva informatica ai danni di Washington sembra avere origine oltre l'ex cortina di ferro. Mancano ancora comunicati ufficiali e le autorità starebbero ora indagando su eventuali mandati governativi

Roma - Circa due settimane fa il Pentagono ha messo offline il sistema di gestione delle email del suo staff a seguito di un cyberattacco definito "sofisticato" e attribuito a presunti attaccanti russi.

A riferirlo sono fonti anonime raccolte dalla NBC che parlano di "nuove e differenti vulnerabilità" nel sistema informatico del Governo: il riferimento è ai diversi attacchi subiti dai vertici a stelle e strisce e resi noti negli ultimi mesi.
Prima di questo, infatti, ad aprile era stato comunicato che cracker russi avessero guadagnato l'accesso alle email di Obama ed il sistema informatico della Casa Bianca.

L'ultimo attacco di cui si ha notizia ha invece interessato il sistema informatico del Pentagono ed è stato condotto intorno al 25 luglio. Il tutto sembra aver avuto origine dalla violazione di alcuni account sui social media del personale e sembra aver origine dalla Russia: le investigazioni stanno ora cercando di capire se si tratti di una iniziativa individuale o se muova da agenti incaricati dal Governo di Putin.
Ad essere compromessi sono stati i dati e le comunicazioni di circa 4mila militari e del personale civile che ha lavorato in collaborazione con l'ufficio del personale dello Joint Chiefs of Staff: in ogni caso si tratterebbe esclusivamente di informazioni non classificate e di accessi ad email personali.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
11 Commenti alla Notizia USA, cracker russi all'attacco del Pentagono
Ordina
  • Ma gli americani non fanno forse lo stesso contro gli apparati statali russi; allora perchè scandalizzarsi tanto.
    non+autenticato
  • Avranno pensato che se il Segretario di Stato usava la sua casella di posta personale per comunicare anche robe inerenti l'attività, magari trovavano un altro "furbo" del genere pure al Pentagono.
    Non ci sarebbe da dargli torto a questi biscotti secchi salati!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Surak 2.0
    > Avranno pensato che se il Segretario di Stato
    > usava la sua casella di posta personale per
    > comunicare anche robe inerenti l'attività, magari
    > trovavano un altro "furbo" del genere pure al
    > Pentagono.
    > Non ci sarebbe da dargli torto a questi biscotti
    > secchi
    > salati!
    da noi il problema non sussiste... il 90% dei parlamentari usa apple, google e M$ (nelle sue varie declinazioni)... e' tutto al sicuro nei server meriganiSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    > da noi il problema non sussiste... il 90% dei
    > parlamentari usa apple, google e M$ (nelle sue
    > varie declinazioni)... e' tutto al sicuro nei
    > server merigani

    quello che mi ha meravigliato è stato questo http://www.rt.com/news/311898-defense-ministry-hac...

    segno che gli idioti non hanno nazionalità

    comunque un colpo di classe tirare in ballo un gruppo di "hacker buoni" ( il FSB!?! ) che hanno gentilmente avvisato il ministero di difesa e richiesto maggiore attenzione
    non+autenticato
  • Sarà stato come al solito Putin in persona, basta criminalizzare la Russia ogni scusa è buona, ma non sono loro ad avere bombardato mezzo mondo (anche con armi atomiche, città piene di civili inermi).
    Detto questo l'America ha fatto tante cose buone, ma non hanno vergona di loro stessi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe Rossi
    > Sarà stato come al solito Putin in persona, basta
    > criminalizzare la Russia ogni scusa è buona, ma
    > non sono loro ad avere bombardato mezzo mondo
    > (anche con armi atomiche, città piene di civili
    > inermi).
    > Detto questo l'America ha fatto tante cose buone,
    > ma non hanno vergona di loro
    > stessi.

    Come sei passato da una notizia su presunti cracker russi alle bombe atomiche sul Giappone 70 anni fa lo sai solo tu.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Giuseppe Rossi
    > > Sarà stato come al solito Putin in persona,
    > basta
    > > criminalizzare la Russia ogni scusa è buona, ma
    > > non sono loro ad avere bombardato mezzo mondo
    > > (anche con armi atomiche, città piene di civili
    > > inermi).
    > > Detto questo l'America ha fatto tante cose
    > buone,
    > > ma non hanno vergona di loro
    > > stessi.
    >
    > Come sei passato da una notizia su presunti
    > cracker russi alle bombe atomiche sul Giappone 70
    > anni fa lo sai solo tu.

    Se leggi i giornali in questi giorni c'è questa notizia e di fianco la commemorazione di hiroscima in quasi tutto il mondo (negli usa no).
    non+autenticato
  • Vai con la legge di Godwin! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe Rossi

    > Detto questo l'America ha fatto tante cose buone,

    Dimmene due Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Surak 2.0
    > - Scritto da: Giuseppe Rossi
    >
    > > Detto questo l'America ha fatto tante cose
    > buone,
    >
    > Dimmene due Occhiolino

    PRIMO: non rieleggere bush padre
    SECONDO: ... secondo... be, secondo... eh... ho gia' detto "non rieleggere bush padre"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe Rossi
    > Sarà stato come al solito Putin in persona, basta
    > criminalizzare la Russia ogni scusa è buona, ma
    > non sono loro ad avere bombardato mezzo mondo
    > (anche con armi atomiche, città piene di civili
    > inermi).
    > Detto questo l'America ha fatto tante cose buone,
    > ma non hanno vergona di loro
    > stessi.

    La notizia riguarda grande madre Russia di sPutin colta nuovamente in fallo.
    Cosa c'entrano vicende militari della seconda guerra mondiale?