Alfonso Maruccia

Lenovo ZUK Z1, prossimamente con Cyanogen OS

Annunciato l'arrivo di una versione internazionale dello smartphone. In autunno sarÓ distribuito su nuovi mercati oltre quello cinese

Roma - A ottobre lo smartphone ZUK Z1 si farà internazionale, con una distribuzione al di fuori del territorio cinese che potrà contare su una nuova partnership tra Lenovo e Cyanogen. Il colosso asiatico ci metterà i soldi - come ha già fatto finanziando la società ZUK - mentre la società statunitense fornirà l'omonimo sistema operativo (Cyanogen OS) basato su Android.

Le specifiche di Z1 includono un SoC Snapdragon 801, uno schermo FullHD da 5,5 pollici, 3GB di RAM, una fotocamera dal 13 megapixel (8 per i selfie), 64GB di storage integrato e una batteria da 4.100mAh. Caratteristica insolita, anche per un terminale di fascia alta, è la presenza di una porta USB reversibile di tipo C.

Cyanogen OS dovrebbe garantire un'esperienza utente quanto più simile ad Android, con tanto di personalizzazioni aggiuntive ma senza l'integrazione dei servizi proprietari di Google, e la società ha da tempo annunciato i suoi ambiziosi obiettivi per creare un sistema mobile in grado di vedersela alla pari con l'ecosistema di Mountain View.



La nuova partnership con Lenovo permetterà poi a Cyanogen di crearsi nuovi sbocchi di mercato dopo l'abbandono di OnePlus, mentre dal punto di vista dell'utente finale uno dei punti di interesse principali sarà il prezzo del nuovo terminale: in Cina ZUK Z1 costa 280 dollari, poco più di 240 euro, mentre prezzo e mercati "internazionali" interessati alla nuova release sono al momento ignoti.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaCyanogenMod farà da séLa popolare modification di Android si prepara a camminare sulle proprie gambe e ad affrancarsi completamente da Google. Un progetto ambizioso, che nella migliore delle ipotesi richiederÓ qualche anno
  • BusinessCyanogen e OnePlus, divorzio con alimentiLa modification Android americana annuncia la fine del rapporto con il produttore cinese OnePlus, evento che coincide con l'avvio della ricerca di nuovi partner, sempre cinesi, desiderosi di affacciarsi sul mercato internazionale