Luca Annunziata

L'iPhone britannico con una super-batteria

Un'azienda d'Oltremanica mette insieme un prototipo interessante. Sfrutta una cella a combustibile per garantire autonomia da 1 settimana

Roma - Intelligent Energy, azienda con sede a Loughborough nel Leicestershire, ha mostrato al pubblico un prototipo di smartphone equipaggiato con una cella a combustibile: si tratta di un iPhone 6, opportunamente modificato per contenere sia la batteria originale che un pacchetto basato sulla tecnologia proprietaria in questione, capace di restare acceso per circa 7 giorni. Numeri da vecchi telefonini con tastiera numerica, più che da smartphone.

Una cella a combustibile è un dispositivo che produce elettricità tramite una reazione chimica che avviene tra idrogeno e ossigeno: nella reazione vengono prodotti come scarti anche acqua e calore, ma in misura evidentemente gestibile anche per un dispositivo mobile in questo caso. Bastano delle feritoie per far sfogare il vapore acqueo per eliminarli. Per ricaricare la cella, Intelligent Energy ha modificato la porta che di solito ospita il jack audio da 3,5mm.

La particolarità del prototipo britannico è senza dubbio la capacità di integrare tutto quanto necessario all'interno di un design già in commercio: mantenersi all'interno delle forme di un iPhone 6 vuol dire, di fatto, essere in grado di adattare la cella a combustibile di questo tipo a praticamente qualsiasi altro smartphone in circolazione, stante lo spessore del Melafonino tra i più sottili tra tutti quelli in commercio.
Non è chiaro se il lavoro portato avanti da Intelligent Energy sia esclusivamente una dimostrazione delle proprie capacità, o se invece ci sia una collaborazione in corso con un partner (si fa addirittura il nome di Apple) per l'introduzione di questa tecnologia in un prodotto di prossima uscita. L'azienda parla comunque di almeno due anni di tempo, prima che un pacchetto completo possa arrivare sul mercato: sia all'interno di un telefono che, in alternativa, in una cover da applicare allo smartphone analogamente a quanto già si fa oggi con comuni batterie esterne agli ioni di litio.

Luca Annunziata
11 Commenti alla Notizia L'iPhone britannico con una super-batteria
Ordina
  • Cartuccia usa e getta eh e che fine faranno una volta esaurite ?
    Non sarò mica una scusa in modo che dopo devi cambiare anche terminale ogni 6 mesiA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Cartuccia usa e getta eh e che fine faranno una
    > volta esaurite
    > ?
    > Non sarò mica una scusa in modo che dopo devi
    > cambiare anche terminale ogni 6 mesi
    >A bocca aperta

    che fine fanno e pile una volta esaurite?
    non+autenticato
  • Arrivano in ritardo questo si ricarica con la pipi'

    http://www.greenme.it/informarsi/energie-rinnovabi...
    non+autenticato
  • una cartuccia all’idrogeno Upp è in grado di ricaricare iPhone per una settimana intera, equivalente a circa 900 ore di standby, 32 ore di chiamate, 26 ore di video o 40 ore di navigazione web.

    http://www.macitynet.it/upp-ricarica-iphone-per-7-.../

    Ma ho seri dubbi che i nuovi iphone con queste celle a combustibile possano essere ancora trasportati in borse, borselli e marsupi perchè le griglie di aerazione devono essere tenute sempre libere. In casa non è un grasso problema, ma quando si esce da casa dove metterlo ? girare con l'iphone in mano potrebbe farà figo, ma non è molto comodo.

    http://www.si24.it/2015/08/25/arriva-la-batteria-d.../

    I giornalisti del Telegraph sono stati invitati nei laboratori di Intelligent Energy a Loughborough, per vedere il prototipo e hanno dichiarato che l’unica differenza con gli iPhone 6 disponibili sul mercato sono due piccole griglie di ventilazione che devono garantire la fuoriuscita della trascurabile quantità di vapor acqueo prodotta dalla cella. Lo spessore non cambia e la cartuccia di ricarica si inserisce nell’ingresso del jack audio.

    Ovviamente il discorso riguarderà in generale anche gli smartphone con le celle a combustibile.
    non+autenticato
  • prima era il metanolo

    la costante di tutte queste "notizie bomba" è che poi la notizia passa e la batteria in commercio non si vede

    quindi o c'è una lobby che non vuol far venire a galla queste tecnologie, o si tratta di pura fuffa

    certo è che le celle a combustibile sono roba dell'800, il che mi fa pensare che sia impossibile che in quasi due secoli non si sia riusciti a trasformarle in qualcosa di utilizzabile su larga scala
    non+autenticato
  • Basta cercare in rete anche solo i brevetti che ovviamente vengono registrati dopo le invenzioni e vedrai che molte delle cose che vengono spacciate per moderne anche a livello informatico risalgono in realtà all'inizio del secolo scorso e realizzarle non era un problema tecnologico.
    Ti dico solo una banalità per non rovinarti il piacere della ricerca: è nato prima il concetto di "DVD Player" o quello di televisione come la conosciamo oggi ?
    La tana del bianconiglio è molto profonda ... Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > prima era il metanolo
    >
    > la costante di tutte queste "notizie bomba" è che
    > poi la notizia passa e la batteria in commercio
    > non si
    > vede

    Vero è che le innovazioni sbandierate dai media sono quasi sempre allo stadio di laboratorio, e prima di una eventuale industrializzazione e produzione di massa passano sempre anni se non decenni... comunque le innovazioni nel campo delle batterie ci sono, eccome.

    > quindi o c'è una lobby che non vuol far venire a
    > galla queste tecnologie, o si tratta di pura
    > fuffa

    Se è valida, prima o poi emerge. Non ci sono complotti che ti impediscono di diventare miliardario se hai un prodotto che spacca la concorrenzaSorride

    > certo è che le celle a combustibile sono roba
    > dell'800, il che mi fa pensare che sia
    > impossibile che in quasi due secoli non si sia
    > riusciti a trasformarle in qualcosa di
    > utilizzabile su larga
    > scala

    le *batterie* a combustibile hanno l'enorme difetto di richiedere catalizzatori fatti di materiali costosi (Pt) che inevitabilmente si inquinano per via delle impurità del carburante. E nonostante molti decenni di ricerca, non esiste un materiale a basso costo che faccia la stessa cosa. Per non parlare di tutto il discorso della produzione, distribuzione e stoccaggio del combustibile.
    Funz
    13021
  • - Scritto da: prova123
    > girare con l'iphone in mano potrebbe farà figo

    Ho imparato che ogni volta che incontro una persona con prodotti Apple dovrò perdere una settimana a spiegare come devono fare il loro lavoro. È bello che le persone scelgano di "marcarsi" da sole, so in anticipo quando le devo sbolognare a qualcun altro.
    Shiba
    4103
  • Adesso vedremo se saranno capaci di mettere le griglie di ventilazione e presa cuffie dallo stesso lato ... progettisti avvisati ...A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Adesso vedremo se saranno capaci di mettere le
    > griglie di ventilazione e presa cuffie dallo
    > stesso lato ... progettisti avvisati ...
    >A bocca aperta
    Certo che per la roba impermeabile, anti polvere, anti quà e anti là la "griglia" mi sa che sia un problemino....
    Ci vorrà un campo di forza come sull'enterprise di star trek e allora addio consumi...
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Saranno anche pieni di genius ma IMHO si stanno cacciando in un cul de sac. Adesso a prescindere dal fatto (già detto in precedenza) che il dispositivo non può essere chiuso in una borsa, borsello o marsupio da solo o ancora peggio con altri oggetti resta il problema che quando l'iphone sarà normalmente esposto all'aria difficilmente si riuscirà a convincere il pulviscolo presente nell'aria a non entrare attraverso la griglia ed attaccarsi alle superficie che emette il vapore acqueo ostruendone il passaggio.
    E' un tipo di batteria che impone grossi vincoli di utilizzo e di attenzioni e che alla fine della giostra con un uso normale del telefono porterà ad una durata media della ricarica dell'ordine di 3 giorni con batteria nuova. Questi non sono telefoni, sono piccoli computer che tutti non usano solo per telefonare o lasciarli in standby.
    non+autenticato