Alfonso Maruccia

MIAOW, la GPU open source

Ricercatori americani annunciano quella che definiscono la prima GPU open del mondo, una tecnologia basata su una vecchia generazione di schede AMD e che al momento esiste solo come prototipo da laboratorio

Roma - Dal Vertical Research Group della University of Wisconsin-Madison arriva MIAOW o Many-core Integrated Accelerator of Wisconsin, una tecnologia che a detta dei suoi creatori rappresenta la prima GPU discreta "open source" al mondo.

MIAOW è una "GPU open" basata sull'architettura Southern Islands delle Radeon HD serie 7000, microarchitettura a 28 nanometri introdotta da AMD sul mercato nell'oramai lontano primo trimestre dell'anno 2012, e rappresenta il risultato del lavoro di 12 sviluppatori su un periodo di 36 mesi.

Il chip fa uso di 95 istruzioni scalari, vettoriali e di indirizzamento della memoria incluse nelle specifiche delle 400 e più istruzioni complessive previste dall'architettura Southern Islands, mentre per quanto riguarda il coinvolgimento diretto di AMD si parla di contributi individuali di singoli ingegneri della corporation che hanno fornito qualche dritta sulla microarchitettura e poco altro.
Anche grazie alle capacità OpenCL aggiunte al silicio originario, i ricercatori americani sostengono che MIAOW è dotata di performance "comparabili ai risultati a singola precisione" raggiungibili con le GPU esistenti sul mercato.

La tecnologia di MIAOW è stata "attualizzata" in un chip FPGA "proof-of-concept", il codice sorgente necessario è disponibile su GitHub ed è secondo gli sviluppatori ideale nei test degli scenari di calcolo GPGPU.

Per quanto riguarda la possibile creazione di una GPU open discreta e completa in tutte le sue funzionalità, invece, dall'università americana attendono il contributo di sviluppatori esterni interessati a implementare le funzionalità mancanti come la logica necessaria a produrre un output visivo, l'interfacciamento con un bus di sistema e tutto quanto.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaFacebook fa gli switch modulari e flessibiliIl colosso dei social network presenta un nuovo design di switch di rete configurabile a piacimento per specifiche esigenze in ambito CED. Il design verrà presto rilasciato come progetto "open hardware"
  • TecnologiaGizmo 2, board x86 a base di SoC AMDUna nuova board di sviluppo a basso costo permette di realizzare progetti software senza dover usare un PC completo. I vantaggi su Raspberry Pi? CPU x86 performante e supporto per Windows, oltre che per Linux in versione mignon
2 Commenti alla Notizia MIAOW, la GPU open source
Ordina