Alfonso Maruccia

AMD rifonda la divisione Radeon

In precedenza diluito all'interno dell'organigramma aziendale di Sunnyvale, il gruppo Radeon avrà ora un solo uomo al comando con dipendenza diretta dal CEO: l'obiettivo è rafforzare il business dei chip grafici discreti e semi-custom

Roma - Amarcord aziendale in casa AMD, una corporation coi conti sempre più in calo che le sta provando un po' tutte per tornare quantomeno a galleggiare: l'ultima trovata del management di Sunnyvale si chiama Radeon Technologies, una nuova divisione che ha il compito di unificare l'expertise aziendale in materia di tecnologie grafiche sotto la gestione individuale di Raja Koduri.

Koduri è un veterano dei chip grafici, già direttore del dipartimento di tecnologie avanzate di ATI al tempo della storica acquisizione da parte di AMD, poi impiegato da Apple, come advisor di un'azienda indiana di effetti visivi (Makuta VFX) e infine di nuovo al lavoro presso Sunnyvale.

Il nuovo leader della divisione Radeon Technologies risponderà direttamente al CEO Lisa Su, mentre tra i suoi sottoposti ci sarà Sean Burke, già responsabile del business grafico professionale della corporation; tutto considerato, Koduri avrà il compito di governare lo sviluppo hardware e software di tutte le varie tipologie di GPU (Radeon, FirePro, console di videogiochi) realizzate da AMD.
Nell'annunciare la fondazione del nuovo gruppo, Koduri elogia il "talento ingegneristico" di AMD e le possibilità di crescita del business ora che il focus sulle tecnologie grafiche ha una leadership unificata: Radeon Technologies è insomma la nuova "arma" di Sunnyvale contro lo strapotere di NVIDIA nel settore delle GPU discrete per il mercato consumer e una sempre più agguerrita Intel nel settore delle GPU integrate.

Di certo il ritorno di un gruppo Radeon "focalizzato" sulle GPU rappresenta una sorta di retromarcia rispetto alla direzione seguita da AMD negli ultimi anni, un'azienda che ha voluto "fondere" CPU e GPU nelle APU col progetto Fusion e che appare ora paradossalmente fusa e priva di energie in un business senza più spinta innovatrice o più semplicemente commerciale.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàAMD sposa ATI e cova le GP-CPU Il chipmaker completa l'acquisizione del celebre produttore di processori grafici e rivela nuovi dettagli sul progetto per l'integrazione di CPU e GPU sullo stesso chip. Il nuovo colosso promette di scuotere l'intero mercato dei chip
  • HardwareFiji, le GPU AMD di nuova generazioneSunnyvale ha svelato le sue nuove schede grafiche discrete, una linea di prodotti che si avvantaggia di un nuovo processo produttivo e offre tutto il necessario per videogiocare in Ultra HD a 60 fps
  • BusinessAMD, tre mesi di caliI risultati trimestrali di Sunnyvale sono persino peggiori di quelli, già pessimi, anticipati agli analisti nei giorni scorsi. La colpa è dei chip per computer, specificatamente per laptop, che non si vendono più come una volta
  • HardwareCPU Intel, generazione SkylakeSanta Clara ha finalmente svelato i nuovi processori Core realizzati con processo produttivo a 14 nm, espressamente dedicati ai giocatori. Poco esaltanti gli incrementi prestazionali, rivelano i primi test
8 Commenti alla Notizia AMD rifonda la divisione Radeon
Ordina
  • Ha "buttato via" i tecnici progettisti di ATI, gente con le palle, che sapeva fare il suo lavoro. e se la sono presa nel culo: finche comandano i CEO marchettari tecnocazzari queste sono le coseguenze. Ora cercano di fare marcia indietro: non ci riusciranno. scappati i buoi, e' inutile chiudere il recinto. E inutile mettere uno a "governare lo svilutto hardware e software" se non hai chi e' capace di progettare hardware e scrivere software, generali senza esercito non hanno mai vinto ne' battaglie ne' guerre.

    Peccato: preferivo AMD+ATI rispetto al binomio Intel e Invidia per una sorta di "dalla parte del piu' debole" ma si son tirati la zappa sui piedi da soli, saranno un po anche cazzi loro.
    non+autenticato
  • Ho acquistato un PC di recente. Volevo AMD FX4300 o i5, scheda grafica integrata, motherboard con usb3 e sata3. Ebbene, incredibilmente la soluzione i5 è più economica di quella AMD, dove, se si vuole usare la scheda video integrata, si trovano solo vecchie mobo con usb2 o sata2, mentre per usb3 o sata3 occorre acquistare scheda video a parte. Altro che Fusion. Avrei voluto acquistare AMD, anche per tifare Davide e non Golia, ma Golia mi è costato meno. Quindi, per quanto mi riguarda, AMD non è competitiva nel settore entry level.

    AMD sbaglia anche col suo software: il software ufficiale che rilascia sul suo sito è crapware, fa danni pazzeschi a windows. Fintanto che continua così, AMD non avrà mai la fiducia dei consumatori
  • - Scritto da: an0nim0
    > Ho acquistato un PC di recente. Volevo AMD FX4300
    > o i5, scheda grafica integrata, motherboard con
    > usb3 e sata3. Ebbene, incredibilmente la
    > soluzione i5 è più economica di quella AMD, dove,
    > se si vuole usare la scheda video integrata, si
    > trovano solo vecchie mobo con usb2 o sata2,
    > mentre per usb3 o sata3 occorre acquistare scheda
    > video a parte. Altro che Fusion. Avrei voluto
    > acquistare AMD, anche per tifare Davide e non
    > Golia, ma Golia mi è costato meno. Quindi, per
    > quanto mi riguarda, AMD non è competitiva nel
    > settore entry
    > level.
    >
    > AMD sbaglia anche col suo software: il software
    > ufficiale che rilascia sul suo sito è crapware,
    > fa danni pazzeschi a windows. Fintanto che
    > continua così, AMD non avrà mai la fiducia dei
    > consumatori

    Se ti prendevi una apu avresti risolto il problema alla radice (anzi le gpu sono generalmente meglio di quelle integrate su mb), anche per quanto riguarda il software al massimo è windows che danneggia se stessoRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ormai non mi tengo aggiornato su ati da tempo, ma problemi con i driver catalyst sono molto diffusi, ben di più degli equivalenti nvidia
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Ormai non mi tengo aggiornato su ati da tempo, ma
    > problemi con i driver catalyst sono molto
    > diffusi, ben di più degli equivalenti
    > nvidia

    Anche questo è un po' un mito che si tramanda nel corso degli anni, i problemi ci sono stati, ci sono e ci saranno sia per nVidia che per AMD. Non ho mai trovato nessuna evidenza che provi la miglior qualità dei driver nVidia, forse un tempo era così ma ormai credo si equivalgano; dico credo perché non ho mai avuto problemi che non si potessero risolvere con un semplice aggiornamento.
    non+autenticato
  • Com l'acquisizione di AMD, i driver delle schede video ATI, sono diventato più affidabili.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Com l'acquisizione di AMD, i driver delle schede
    > video ATI, sono diventato più
    > affidabili.

    e chi diavolo li usa più i catalyst

    radeon opensource tutta la vitaA bocca aperta

    ovviamente solo su linux!

    invece ho avuto problemi con una gtx 750 e nouveau, decisamente troppo problematici ( e proprio ieri su phoronix è stata pubblicata la notizia che nouveau ha eliminato glamor, tagliando le gambe a tutte le gpu maxwell )

    di male in peggio sul fronte nvidia/linux ( almeno ci sono i proprietari, ma il problema è che ubuntu e soci partono con i nouveau e cominciare l'installazione con uno schermo nero non è il massimo )
    non+autenticato
  • quoto

    - Scritto da: an0nim0
    > Ho acquistato un PC di recente. Volevo AMD FX4300
    > o i5, scheda grafica integrata, motherboard con
    > usb3 e sata3. Ebbene, incredibilmente la
    > soluzione i5 è più economica di quella AMD, dove,
    > se si vuole usare la scheda video integrata, si
    > trovano solo vecchie mobo con usb2 o sata2,
    > mentre per usb3 o sata3 occorre acquistare scheda
    > video a parte. Altro che Fusion. Avrei voluto
    > acquistare AMD, anche per tifare Davide e non
    > Golia, ma Golia mi è costato meno. Quindi, per
    > quanto mi riguarda, AMD non è competitiva nel
    > settore entry
    > level.
    >
    > AMD sbaglia anche col suo software: il software
    > ufficiale che rilascia sul suo sito è crapware,
    > fa danni pazzeschi a windows. Fintanto che
    > continua così, AMD non avrà mai la fiducia dei
    > consumatori
    non+autenticato