Luca Annunziata

Office 2016 il 22 settembre

Mancano pochi giorni al debutto della nuova suite. Nell'occasione Microsoft cambierà anche il meccanismo di aggiornamento

Roma - Microsoft ha confermato ufficialmente il lancio di Office 2016 per il 22 settembre 2015: la versione per Mac è stata rilasciata solo poche settimane fa, e solo ieri è stato annunciato un aggiornamento significativo per iOS, ma ora finalmente tocca alla release più importante. Gli utenti abbonati al servizio Office 365 potranno iniziare a scaricare la nuova versione il giorno stesso, oppure si potrà comprare una licenza apposita per la suite: chi invece usufruisce di una licenza volume dovrà attendere il 1 ottobre.

I cambiamenti nelle caratteristiche di Office questa volta sono poco appariscenti: esteticamente non ci sono mutamenti evidenti, così come le funzioni non sono state cambiate tanto da far pensare a una release indimenticabile. Ci sono però dei cambiamenti che ampliano le capacità del pacchetto, come la modifica concorrente multi-utente direttamente da applicazione desktop, il salvataggio e la sincronizzazione sullo storage cloud OneDrive, e alcuni nuovi temi con cui personalizzare l'aspetto dell'interfaccia.

In questa circostanza Microsoft ha anche reso noto che cambierà il meccanismo di aggiornamento di Office, in particolare per le aziende: il percorso Current Branch for Business, sulla falsa riga di quanto accade con Windows 10, permetterà di ottenere mensilmente le patch indispensabili per la sicurezza, e regolare su tre scadenze annuali il rilascio delle nuove caratteristiche e funzionalità del pacchetto. Conoscendo in anticipo queste scadenze, gli amministratori di sistema potranno verificare in anticipo la stabilità e l'efficacia della nuova versione nel contesto aziendale, per rilasciare poi il pacchetto successivamente per tutte le postazioni della rete interna.
Office infine dovrebbe iniziare a essere portato al nuovo formato Universal Windows Platform per renderlo compatibile con tutto l'ecosistema Windows 10: questo aspetto, tuttavia, non è da annoverare tra le nuove funzioni visto che per ora le app compatibili saranno distribuite singolarmente attraverso il Windows Store e non saranno le stesse offerte all'interno di Office 2016.

Luca Annunziata
31 Commenti alla Notizia Office 2016 il 22 settembre
Ordina
  • Ho letto molte risposte (che puzzano un po' di hating e poco di razionalità) che inneggiano a Libre e Open come due sistemi office gratuiti e validi sostituti di Microsoft Office: temo che chiunque la pensi così non abbia mai lavorato in un'azienda.

    Lavorativamente parlando è impossibile non usare la suite office di Microsoft e purtroppo quello che possono fare le soluzioni free non può arrivare a contrastare Office: compatibilità e soprattutto il feeling che gli utenti hanno con la suite Microsoft sono i due problemi principali.

    Poi certo, a casa o in situazioni con poche persone e senza troppi contatti con l'esterno le soluzioni free van benissimo.
  • Pacchetti OpenOffice e LibreOffice sono ottimi prodotti ma vanno molto bene in ambiente studentesco e privato.
    Le aziende hanno l'esigenza di dialogare con sistemi esterni, ecco che risulta necessario il famigerato Office.
    Alcuni software gestionali usano per stampare le macro di Word, alcuni magazzini sono gestiti con database Access, per non parlare di Outlook che a mio parere è il software meglio riuscito in casa Microsoft.
    L'unico neo è la "stupida" gestione del database di posta in unico file PST. Una cavolata che non penso che cambino mai per partito preso.
    Aggiungo che se Microsoft fosse minimamente furba, rilascerebbe un'unica versione completa del pacchetto Office, facendolo pagare 50€, avrebbe in un unico colpo distrutto la concorrenza, regolarizzato migliaia di licenze e semplificato il licensing allucinante che hanno.
    Poi ogniuno fa quello che reputa più giusto.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Kitt
    > Pacchetti OpenOffice e LibreOffice sono ottimi
    > prodotti ma vanno molto bene in ambiente
    > studentesco e
    > privato.

    Vanno molto bene ovunque.

    > Le aziende hanno l'esigenza di dialogare con
    > sistemi esterni, ecco che risulta necessario il
    > famigerato
    > Office.

    Le aziende da un pezzo hanno impostato una policy di sicurezza per dialogare con l'esterno, che esclude scatole nere.

    > Alcuni software gestionali usano per stampare le
    > macro di Word, alcuni magazzini sono gestiti con
    > database Access,

    Siamo nel terzo millennio. Non si usano piu' quelle cose.
    Chi le ha e' rimasto indietro ed e' costretto a tenersi le macchine XP su cui quella roba gira, visto che non sono upgradabili, per precisa volonta' di M$ che ogni volta OBBLIGA a buttare tutto il pregresso quando impone la nuova versione.

    > per non parlare di Outlook che a
    > mio parere è il software meglio riuscito in casa
    > Microsoft.

    Hai proprio ragione. Anche tutti i gestori di botnet del globo riconoscono che senza Outlook non sarebbero mai riusciti a propagare i loro trojan cosi' tanto.

    > L'unico neo è la "stupida" gestione del database
    > di posta in unico file PST. Una cavolata che non
    > penso che cambino mai per partito
    > preso.

    Le aziende usano Oracle.

    > Aggiungo che se Microsoft fosse minimamente
    > furba, rilascerebbe un'unica versione completa
    > del pacchetto Office, facendolo pagare 50€,
    > avrebbe in un unico colpo distrutto la
    > concorrenza, regolarizzato migliaia di licenze e
    > semplificato il licensing allucinante che
    > hanno.

    Forse ti sfugge che Office 365 e' gratis e poi, quando tutti i tuoi dati saranno sul loro cloud, dovrai pagare 50 euro l'anno (o al mese non ricordo) se vuoi continuare ad accedervi.

    > Poi ogniuno fa quello che reputa più giusto.....

    Non si tratta di giusto o non giusto, si tratta di essere liberi o incatenati.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Le aziende usano Oracle.

    Oracle per la posta elettronica e il groupware?! Ci hanno tentato ma non gli è andata molto bene.
    Ma in che mondo vivi?
  • - Scritto da: Kitt

    > L'unico neo è la "stupida" gestione del database
    > di posta in unico file PST. Una cavolata che non
    > penso che cambino mai per partito
    > preso.

    In realtà se hai un server Exchange il file è un OST ed è una cache dei dati memorizzati nel server.
  • stare dietro tutto il junk developer code che la M$ sforna? Avevamo appena digerito "windows RT", le novita' per 8.1, ecc .. e ora abbiamo questo gigantico blob di UWP (Universal Windows Platform), con le sue diramazioni a piovra (dal android bridge a cortana ecc)
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > stare dietro tutto il junk developer code che la
    > M$ sforna? Avevamo appena digerito "windows RT",
    > le novita' per 8.1, ecc .. e ora abbiamo questo
    > gigantico blob di UWP (Universal Windows
    > Platform), con le sue diramazioni a piovra (dal
    > android bridge a cortana
    > ecc)
    UPDATE: il megapacco ha gia' cominciato a far danni (in una direzione in cui non avevo pensato...) https://www.humankode.com/security/how-a-bug-in-vi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    > UPDATE: il megapacco ha gia' cominciato a far
    > danni (in una direzione in cui non avevo
    > pensato...)
    > https://www.humankode.com/security/how-a-bug-in-vi

    Ma cosa c'entra con Microsoft e le applicazioni UWP un bug dentro un software fatto da una terza parte?
  • ma poi, alla fine, siete usciti o no dalla preistoria?? A bocca aperta


    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • - Scritto da: bertuccia
    > ma poi, alla fine, siete usciti o no dalla
    > preistoria??
    >A bocca aperta
    >
    io direi di si. Hai visto la scritta in uppercase? "E' finita l'era del CI SONO SFUGGITI I DATI DI MANO" ...... ora infatti stanno tutti in iCloud OneDrive . Non potete piu' scappare!
    non+autenticato
  • E Azurre dove lo metti? Eh? Eh? Non puoi pensare di parlare a proposito di cloud senza parlare di Azurre
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Insistente
    > E Azurre dove lo metti? Eh? Eh? Non puoi pensare
    > di parlare a proposito di cloud senza parlare di
    > Azurre
    sarebbe stato fuori luogo : "Microsoft Azure /ˈæʒər/ is a cloud computing platform and infrastructure, created by Microsoft, for building, deploying and managing applications and services through a global network" ... qua si parlava solo dei TUOI documenti salvati nei computer ALTRUI (cosi' da non perderli LOLA bocca aperta ) ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Insistente
    > E Azurre dove lo metti? Eh? Eh? Non puoi pensare
    > di parlare a proposito di cloud senza parlare di
    > Azurre

    Office 365 al momento usa Azure solo in parte. Ovviamente non sei informato.
  • LibreOffice è ancora lontano da Office.

    Ti faccio un esempio banale. Sono andato sul sito di libreoffice per vedere qualche screenshot sulla loro suite. Non c'è, non li ho trovato. In cambio vedo ben 2 immaginate piazzate a tutto schermo nella home sul fatto che LibreOffice è realizzato da gente fantastica. Guarda la differenza col sito di Office Word:
    https://products.office.com/it-it/word

    Da utente finale, il "suggerimento" che darei alla community di LibreOffice è quello di mettere in home page questi 2 annunci:
    - 100% compatibile con tutti i formato MS Office
    - più bello e facile da usare di MS Office (clicca qui per screenshot e video)

    Il problema di LibreOffice è che non è 100% compatibile con MS Office e che in molti casi non è più facile e intuitivo da usare per un utente medio. Sul mio notebook uso da anni OpenOffice (ok, non è LibreOffice) che non si avvicina minimamente alla user experience neanche del vetusto Office 2003. Ancora oggi, tra Office 2003 e l'ultimo OpenOffice preferisco 1000 volte Office 2003. Per carità, il progetto LibreOffice va sostenuto ma ne ha di strada da fare ...
  • - Scritto da: an0nim0
    > LibreOffice è ancora lontano da Office.
    >
    > Ti faccio un esempio banale. Sono andato sul sito
    > di libreoffice per vedere qualche screenshot
    > sulla loro suite. Non c'è, non li ho trovato. In
    > cambio vedo ben 2 immaginate piazzate a tutto
    > schermo nella home sul fatto che LibreOffice è
    > realizzato da gente fantastica. Guarda la
    > differenza col sito di Office
    > Word:
    > https://products.office.com/it-it/word

    Ottimo metro di misura: per giudicare la produttivita' di una applicazione si guardano gli screenshot sul sito.

    E hai appena dimostrato che M$ e' una azienda di markettari, dove la presentazione e' la cosa piu' importante.
    Poi chissenefrega se l'applicazione si pianta, se si perdono i dati, etc...

    > Da utente finale, il "suggerimento" che darei
    > alla community di LibreOffice è quello di mettere
    > in home page questi 2
    > annunci:
    > - 100% compatibile con tutti i formato MS Office
    > - più bello e facile da usare di MS Office
    > (clicca qui per screenshot e
    > video)
    >
    > Il problema di LibreOffice è che non è 100%
    > compatibile con MS Office e che in molti casi non
    > è più facile e intuitivo da usare per un utente
    > medio.

    Nessuna delle due cose che hai detto e' un problema.

    > Sul mio notebook uso da anni OpenOffice
    > (ok, non è LibreOffice) che non si avvicina
    > minimamente alla user experience neanche del
    > vetusto Office 2003. Ancora oggi, tra Office 2003
    > e l'ultimo OpenOffice preferisco 1000 volte
    > Office 2003. Per carità, il progetto LibreOffice
    > va sostenuto ma ne ha di strada da fare
    > ...

    LibreOffice gira su tutti i sistemi.
    La roba M$ gira solo dove vuole M$ ed e' incompatibile tra una versione e l'altra del sistema operativo.

    Poi liberissimo di usare quello che vuoi.
    C'e' gente che paga fior di euro per farsi frustare da dominatrici vestite in pelle, non mi stupisco se c'e' gente che paga per farsi frustare da M$.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Poi chissenefrega se l'applicazione si pianta, se
    > si perdono i dati,
    > etc...

    Ma di cosa stai parlando? Tu Office non l'hai mai usato!
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Poi chissenefrega se l'applicazione si
    > pianta,
    > se
    > > si perdono i dati,
    > > etc...
    >
    > Ma di cosa stai parlando? Tu Office non l'hai mai
    > usato!

    Da quella volta che si pianto' e ho perso i miei dati, infatti, non l'ho piu' usato.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Da quella volta che si pianto' e ho perso i miei
    > dati, infatti, non l'ho piu'
    > usato.

    Mi ricordo che Word 1 aveva qualche problema. Guarda che sei rimasto un po' indietro.
  • LibreOffice non è al 100% compatibile con office ? E chi se ne frega. Chi deve leggere un mio testo o foglio di calcolo che sia si scarica e install LibreOffice altrimenti amen. Io del contrario non ne ho bisogno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > LibreOffice non è al 100% compatibile con office
    > ? E chi se ne frega. Chi deve leggere un mio
    > testo o foglio di calcolo che sia si scarica e
    > install LibreOffice altrimenti amen. Io del
    > contrario non ne ho bisogno.
    Ok, ma tu non sei il "mondo" e non puoi obbligare la maggioranza delle persone ad allinearsi alle tue scelte. La maggioranza, purtroppo, decide e chi non si "adegua" è fuori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zack
    > - Scritto da: ...
    > > LibreOffice non è al 100% compatibile con
    > office
    > > ? E chi se ne frega. Chi deve leggere un mio
    > > testo o foglio di calcolo che sia si scarica
    > e
    > > install LibreOffice altrimenti amen. Io del
    > > contrario non ne ho bisogno.
    > Ok, ma tu non sei il "mondo" e non puoi obbligare
    > la maggioranza delle persone ad allinearsi alle
    > tue scelte. La maggioranza, purtroppo, decide e
    > chi non si "adegua" è
    > fuori.

    La maggioranza non decide alcunche', e la prova e' che il loro padrone gli installa in remoto quello che vuole e poi puo' pure muoversi, e loro zitti sotto!
  • Quoto al 100%. La maggioranza non mi obbliga niente e io con LibreOffice vado alla grande.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)