Claudio Tamburrino

Traffico gonfiato, una piaga per l'advertising online

Nuove analisi confermano il largo impiego di soluzioni per simulare le visualizzazioni. Comunque monetizzate dei servizi di advertising

Roma - Secondo un reportage di Bloomberg Business il settore della pubblicità online vive di una serie di stratagemmi e manipolazioni che spesso sconfinano nel terreno della vera e propria frode.

Oltre alla sempre maggiore diffusione (ed efficacia) dei dibattuti servizi di adblocking, dunque, il modello di business basato sull'advertising deve vedersela con un'altra minaccia, quella delle visualizzazioni e dei click gonfiati: una pratica che, come si legge nel reportage, starebbe minacciando Internet.

Nel rapporto di Bloomberg si sommano una serie di testimonianze sulle modalità di acquisto di traffico. In particolare, nella testimonianza di Ron Anram, direttore marketing di Heineken USA, si legge come l'azienda abbia trovato le pubblicità online molto meno efficaci di quelle in televisione e di come questo sia stato collegato al fatto che effettivamente solo il 20 per cento delle impression generate corrispondesse effettivamente a visualizzazioni da parte di persone reali. "Č come se stessimo gettando i nostri soldi al vento: pensavamo di star pagando per le singole visualizzazioni costituite da occhi umani concentrati sulla nostra pubblicità - lamenta Anram - Ma nel mondo digitale in realtà stavamo effettivamente pagando per la diffusione dell'advertising, senza alcuna garanzia che fosse un umano a visualizzarla".
A confermare tale sensazione vi sono inoltre i dati di un altro studio legato specificatamente alla pubblicità di YouTube: in esso si legge che Google fa pagare gli inserzionisti anche per le visualizzazioni che i suoi sistemi di controllo individuano come "false".
Per verificarlo i ricercatori hanno addestrato una serie di bot ad aumentare le visualizzazioni di alcuni loro contenuti associati alla loro pubblicità ed hanno quindi incrociato i dati forniti dal conto di Google con quanto prodotto dal loro sistema automatico per fingere visualizzazioni: oltre a rilevare nella fattura finale di Mountain View le finte visualizzazioni, hanno così scoperto una discrepanza tra le visualizzazioni effettivamente conteggiate da YouTube (che in parte sembrano riuscire a discriminare tra reali e fake) e quelle fatturate dal Tubo.

datiYouTube

"La gran parte del traffico non valido è già filtrato dai nostri sistemi - ha riferito Google - prima di fatturare agli inserzionisti". In ogni caso Mountain View riferisce ora l'intenzione di voler approfondire con i ricercatori di questo studio la questione e di voler inoltre lavorare con loro per migliorare le performance dei suoi strumenti di analisi, sia nel senso della trasparenza sia nell'efficacia nel conteggiare le reali visualizzazioni.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaTraffico Internet, bot batte uomoUn nuovo studio evidenzia la crescente presenza degli agenti software nelle visite ai siti web, un fenomeno in crescita per motivi sia benevoli che malevoli
  • AttualitàYouTube cancella le false visualizzazioniI canali ufficiali di alcune major discografiche sarebbero stati pompati con trucchetti non autorizzati dalla piattaforma di video sharing. Con un colpo di spugna il Tubo purga oltre 2 miliardi dal contatore delle visite
20 Commenti alla Notizia Traffico gonfiato, una piaga per l'advertising online
Ordina
  • Se ne sono accorti finalmente...bah
  • Oh poverini mi piange pure il cu*o per i mancati profitti di queste povere, povere agenzie di advertising the fanno di tutto per veicolare pubblicità tanto poco invasiva e fastidiosa...
    non+autenticato
  • - Scritto da: mister tamburino
    > Oh poverini mi piange pure il cu*o per i mancati
    > profitti di queste povere, povere agenzie di
    > advertising the fanno di tutto per veicolare
    > pubblicità tanto poco invasiva e
    > fastidiosa...

    La vera piaga di internet.... e' il TRAFFICO!
  • Ma quale piaga!

    Si lamentano sia che la gente usa adblock (che RIDUCE il traffico),
    sia che qualcuno usi dei bot (che AUMENTANO il traffico)?

    Le due cose vanno a pareggio: gli utenti non vengono tracciati, non guardano la pubblicità ma il pubblicitario vede il traffico... è una situazione WIN/WIN!!!!

    (no, il dettaglio che l'utente non viene influenzato dalla pubblicità non l'ho trascurato, semplicemente io non compro i prodotti visti nelle pubblicità....)
    non+autenticato
  • tamburrino, guarda che internet e' li' bello paciarotto, tranquillo tranquillo. internet, e' un meccanismo di comunicazione, neutro rispetto ai contenuti veicolati. Viceversa sono i vari "attori" che vi recitano che tendono a fregarsi vicendevolmente.
    io comunuqe cerco di fare la mia parte, evitando accuratamente click e anzi, ti diro di piu, nel mio adblock ho aggiunto delle regole personalizzate proprio per PI, cosi' non figurerete come veicolatori di click nemmeno per sbaglio, contento?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > tamburrino, guarda che internet e' li' bello
    > paciarotto, tranquillo tranquillo. internet, e'
    > un meccanismo di comunicazione, neutro rispetto
    > ai contenuti veicolati. Viceversa sono i vari
    > "attori" che vi recitano che tendono a fregarsi
    > vicendevolmente.

    Guarda: se la pubblicita' in rete saltasse, trascinando con se' tutti quei servizi che esistono solo perche' c'e' la pubblicita', sarebbe una bella evoluzione del sistema.

    Rimarrebbero solo contenuti finalizzati alla distribuzione dell'informazione e della cultura.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ...
    > > tamburrino, guarda che internet e' li' bello
    > > paciarotto, tranquillo tranquillo. internet,
    > e'
    >
    > > un meccanismo di comunicazione, neutro
    > rispetto
    > > ai contenuti veicolati. Viceversa sono i vari
    > > "attori" che vi recitano che tendono a
    > fregarsi
    > > vicendevolmente.
    >
    > Guarda: se la pubblicita' in rete saltasse,
    > trascinando con se' tutti quei servizi che
    > esistono solo perche' c'e' la pubblicita',
    > sarebbe una bella evoluzione del
    > sistema.
    >
    > Rimarrebbero solo contenuti finalizzati alla
    > distribuzione dell'informazione e della
    > cultura.

    guarda che la prostituzione genera e mantiene un indotto "sano": alberghi, tassisti, camper dei panini, preservativi, vestiti, ecc ecc.
    stessa cosa questi qui. quindi sparire no, ma una ridimensionata a livello 1999-2000 certamente si. (come godo pensando che il maledetto filmato di fastweb non mi parte piu eheheh)
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: ...
    > > > tamburrino, guarda che internet e' li'
    > bello
    > > > paciarotto, tranquillo tranquillo.
    > internet,
    > > e'
    > >
    > > > un meccanismo di comunicazione, neutro
    > > rispetto
    > > > ai contenuti veicolati. Viceversa sono i
    > vari
    > > > "attori" che vi recitano che tendono a
    > > fregarsi
    > > > vicendevolmente.
    > >
    > > Guarda: se la pubblicita' in rete saltasse,
    > > trascinando con se' tutti quei servizi che
    > > esistono solo perche' c'e' la pubblicita',
    > > sarebbe una bella evoluzione del
    > > sistema.
    > >
    > > Rimarrebbero solo contenuti finalizzati alla
    > > distribuzione dell'informazione e della
    > > cultura.
    >
    > guarda che la prostituzione genera e mantiene un
    > indotto "sano": alberghi, tassisti, camper dei
    > panini, preservativi, vestiti, ecc
    > ecc.

    Vero, ma una prostituzione sana e a km zero, mica quello sfruttamento di importazione che c'e' ora!

    > stessa cosa questi qui. quindi sparire no, ma
    > una ridimensionata a livello 1999-2000 certamente
    > si.

    Esattamente.

    > (come godo pensando che il maledetto filmato
    > di fastweb non mi parte piu
    > eheheh)

    Ma quale filmato di fastweb? Newbie, inesperto
  • Non sapevo che l'industria del sesso fosse equiparata alla cultura Occhiolino (probabilmente resterebbe solo quella se dovesse saltare la pubblicità on-line).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uno Dei Tanti
    > Non sapevo che l'industria del sesso fosse
    > equiparata alla cultura Occhiolino (probabilmente
    > resterebbe solo quella se dovesse saltare la
    > pubblicità
    > on-line).

    Più CULtura di quella...
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa

    > Guarda: se la pubblicita' in rete saltasse,
    > trascinando con se' tutti quei servizi che
    > esistono solo perche' c'e' la pubblicita',
    > sarebbe una bella evoluzione del
    > sistema.
    >
    > Rimarrebbero solo contenuti finalizzati alla
    > distribuzione dell'informazione e della
    > cultura.
    A pagamento.Sarebbe la fine di Google e una nuova era per noi.

    Purtroppo è utopia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ethype
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Guarda: se la pubblicita' in rete saltasse,
    > > trascinando con se' tutti quei servizi che
    > > esistono solo perche' c'e' la pubblicita',
    > > sarebbe una bella evoluzione del
    > > sistema.
    > >
    > > Rimarrebbero solo contenuti finalizzati alla
    > > distribuzione dell'informazione e della
    > > cultura.
    > A pagamento.

    Povero illuso.
    Sono proprio i contenuti a pagamento quelli che spariscono quando nessuno paga.

    > Sarebbe la fine di Google e una nuova
    > era per
    > noi.

    Credici!

    > Purtroppo è utopia.

    Ce lo sai!

    La rete e' nata AGGRATIS, e dopo questa misera ed insignificante parentesi di approfittatori parassiti, tornera' ad essere AGGRATIS!
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Ethype
    > > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > > Guarda: se la pubblicita' in rete
    > saltasse,
    > > > trascinando con se' tutti quei servizi
    > che
    > > > esistono solo perche' c'e' la
    > pubblicita',
    > > > sarebbe una bella evoluzione del
    > > > sistema.
    > > >
    > > > Rimarrebbero solo contenuti finalizzati
    > alla
    > > > distribuzione dell'informazione e della
    > > > cultura.
    > > A pagamento.
    >
    > Povero illuso.
    > Sono proprio i contenuti a pagamento quelli che
    > spariscono quando nessuno
    > paga.
    >
    > > Sarebbe la fine di Google e una nuova
    > > era per
    > > noi.
    >
    > Credici!
    >
    > > Purtroppo è utopia.
    >
    > Ce lo sai!
    >
    > La rete e' nata AGGRATIS, e dopo questa misera ed
    > insignificante parentesi di approfittatori
    > parassiti, tornera' ad essere
    > AGGRATIS!

    nulla e' gratis: NULLA. rileggiti la seconda legge della termodinamica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Ethype
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > >
    > > > > Guarda: se la pubblicita' in rete
    > > saltasse,
    > > > > trascinando con se' tutti quei servizi
    > > che
    > > > > esistono solo perche' c'e' la
    > > pubblicita',
    > > > > sarebbe una bella evoluzione del
    > > > > sistema.
    > > > >
    > > > > Rimarrebbero solo contenuti
    > finalizzati
    > > alla
    > > > > distribuzione dell'informazione e
    > della
    > > > > cultura.
    > > > A pagamento.
    > >
    > > Povero illuso.
    > > Sono proprio i contenuti a pagamento quelli che
    > > spariscono quando nessuno
    > > paga.
    > >
    > > > Sarebbe la fine di Google e una nuova
    > > > era per
    > > > noi.
    > >
    > > Credici!
    > >
    > > > Purtroppo è utopia.
    > >
    > > Ce lo sai!
    > >
    > > La rete e' nata AGGRATIS, e dopo questa misera
    > ed
    > > insignificante parentesi di approfittatori
    > > parassiti, tornera' ad essere
    > > AGGRATIS!
    >
    > nulla e' gratis: NULLA. rileggiti la seconda
    > legge della
    > termodinamica.

    Si, ma ci sono cose che non si misurano coi soldi.
    Quando dico AGGRATIS intendo dire che non si paga coi soldi.
    Si contribuisce in altro modo, piu' gratificante per la community e totalmente ripugnante agli intermediari parassiti.
    E' una codizione win/win!
  • - Scritto da: ...

    > nulla e' gratis: NULLA. rileggiti la seconda
    > legge della
    > termodinamica.

    Ma che cavolo stai dicendo? E quale sarebbe la moneta di scambio? L'entropia? Rotola dal ridere
    Funz
    12979
  • > pensavamo di star pagando per le singole
    > visualizzazioni costituite da occhi umani
    > concentrati sulla nostra pubblicità

    LOL! Ma è veramente questo quello che pensano i pubblicitari ? Che la gente stia tutto il giorno su internet a guardare le loro pubblicità ignorando tutto il resto ?

    ADBLOCK FOREVER!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ospite
    > > pensavamo di star pagando per le singole
    > > visualizzazioni costituite da occhi umani
    > > concentrati sulla nostra pubblicità
    >
    > LOL! Ma è veramente questo quello che pensano i
    > pubblicitari ? Che la gente stia tutto il giorno
    > su internet a guardare le loro pubblicità
    > ignorando tutto il resto
    > ?
    >
    > ADBLOCK FOREVER!!!

    + Agent Spoofer e SelfDestructing Cookies tanto per mischiare ancora un po' le carte A bocca apertaIndiavolato
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)