Claudio Tamburrino

Facebook, il profilo bello che balla

Il social network introduce la possibilità di utilizzare brevi video come immagini di profilo. Segno evidente che anche le pagine personali sono molto interessanti per l'advertsing

Roma - Facebook ha annunciato l'introduzione di una serie di novità legate ai profili degli utenti sul social network ed alla volontà di renderli più interessanti, completi e capaci di intrattenere.

Oltre ad un nuovo design che mette più centralmente la foto profilo, sono quattro le possibilità ora introdotte: quella che permette di scegliere una tra le diverse foto caricate da "sponsorizzare" e mettere nella parte alta della pagina, le foto profilo temporanee, un controllo più diretto sulla propria descrizione (con un nuovo campo dedicato alla bio, che offre 100 caratteri) e quella di utilizzare come foto profilo un video di massimo 7 secondi da mandare in loop.

Proprio quest'ultima opzione è quella che ha più attratto l'interesse del pubblico in quanto la più evidente e nuova per il social network. Tuttavia le cinque novità insieme costituiscono un passo interessante per il social network, che da un lato sembra assecondare le mode nate tra i propri utenti, come appunto la consuetudine di cambiare le immagini di profilo per aderire magari a mobilitazioni pubbliche o al cambio di stagione, dall'altro sembra aver individuato nei profili un fattore di particolare interesse anche economico.
Così, anche se il social network spiega che l'obiettivo è quello di rendere i profili dei propri utenti il luogo migliore per le persone per curare la propria identità online e connettersi agli altri, l'altro lato della medaglia è quello che luccica: i profili incarnano una fetta non trascurabile del traffico attirato da Facebook grazie ad oltre 4 miliardi di visite al giorno, per cui un loro arricchimento può portare maggior traffico e quindi introiti al social network.

D'altra parte i video-profili saranno supportati anche nella versione mobile del social, settore considerato di punta per lo sviluppo del traffico e degli utenti, ed anzi la novità sarà visibile proprio a partire dai profili mobile britannici e statunitensi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
6 Commenti alla Notizia Facebook, il profilo bello che balla
Ordina