Gaia Bottà

Antitrust Android, l'ultimatum russo

Google ha poco più di un mese di tempo per modificare il contratto con i produttori e sollevarli dai vincoli che avvantaggiano i propri servizi, dal motore di ricerca alle app

Roma - Google abusa della propria posizione in Russia, approfittando della popolarità di Android per veicolare applicazioni e servizi ai danni della concorrenza: le autorità russe, dopo la decisione emessa nel mese di settembre, hanno imposto a Mountain View di adeguarsi, così da ristabilire le basi per lo sviluppo di un mercato dinamico e senza barriere d'ingresso.

Il termine fissato dall'antitrust russo è il 18 novembre: entro quella data Google "dovrà emendare i propri accordi con i produttori di dispositivi mobile per escludere le clausole che limitino l'installazione di applicazioni e servizi di altri sviluppatori". A latere, c'è il procedimento amministrativo, hanno poi ricordato le autorità: Google rischia un'ammenda che oscilla tra l'1 e il 15 per cento del fatturato del 2014 calcolato tenendo conto del mercato delle app preinstallate.

Google non ha ancora commentato la decisione, e per ora non è dato sapere se si adeguerà, aggiornando il Mobile Application Distribution Agreement (MADA) che guarnisce Android con il pacchetto Google Mobile Services (GMS), con l'obbligo di collocazione delle icone in posizioni privilegiate sullo schermo e l'adozione del proprio motore di ricerca come strumento impostato di default.
Yandex, che aveva sollecitato le indagini, ha invece comunicato la propria soddisfazione per la decisione dell'antitrust russo e auspica che contribuisca a ripristinare la concorrenza, con "app preinstallate sui dispositivi mobile sulla base della loro qualità e della loro popolarità, invece che sulla base di restrizioni imposti dallo sviluppatore del sistema operativo". Yandex, la cui posizione dominante sul mercato del search è insidiata dalla popolarità di Android (secondo le stime, vale 65 per cento del mercato mobile russo) e dei suoi vincoli che fanno leva sull'abitudine alla navigazione in mobilità degli utenti, spera di poter tornare a competere per conquistarsi la possibilità di investire sul mercato dei bundle, una situazione che indubbiamente rallegrerebbe anche i produttori di dispositivi, evidentemente interessati a far fruttare le ambizioni di visibilità degli sviluppatori dei servizi e delle applicazioni.

Per istanze analoghe, la Commissione Europea sta indagando da mesi e le autorità statunitensi starebbero muovendo nella stessa direzione. Negli scorsi anni, invece, la Corea aveva scelto di assolvere Google.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • BusinessRussia, Google e gli abusi di AndroidLe autorità antitrust hanno stabilito che Mountain View violi la legge imponendo ai produttori di dispositivi di veicolare, insieme ad Android, i propri servizi e le proprie applicazioni
  • BusinessUSA, caso antitrust per Android?Come in Europa, anche negli Stati Uniti Android potrebbe trovarsi sotto la lente di ingrandimento dell'antitrust per il pacchetto di servizi che veicola con sé
  • BusinessAntitrust Google, una sfida per l'EuropaLo scenario del confronto con la Commissione Europea, fra reminescenze dei casi Microsoft, nuovi mercati e proposte radicali. Punto Informatico intervista l'avvocato Enzo Marasà, specializzato in diritto europeo e antitrust
14 Commenti alla Notizia Antitrust Android, l'ultimatum russo
Ordina
  • gli oligarchi della mafia russa.... complimentiSorride
    non+autenticato
  • E' normale che in russia comandino loro, visto che in america comanda la mafia di j.p.morgan and co.

    Poi ricordati che quando Sauron sogna vede l' occhio di Putin che lo fissa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > gli oligarchi della mafia russa.... complimentiSorride

    si ok, ma se le cose stanno così

    "Google non ha ancora commentato la decisione, e per ora non è dato sapere se si adeguerà, aggiornando il Mobile Application Distribution Agreement (MADA) che guarnisce Android con il pacchetto Google Mobile Services (GMS), con l'obbligo di collocazione delle icone in posizioni privilegiate sullo schermo e l'adozione del proprio motore di ricerca come strumento impostato di default."

    c'è ben poco da obiettare

    io ero rimasto che potevi o meno sottoscrivere quell'accordo ( almeno così funziona in occidente ), ma qua si parla di "se vuoi Android mi firmi queste carte e metti le icone dove dico io"

    è praticamente lo stesso comportamento che costò la megamulta a Microsoft
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: bubba
    > > gli oligarchi della mafia russa.... complimenti
    >Sorride
    >
    > si ok, ma se le cose stanno così
    dai su che lo sai come stanno le cose...... e' un azione puramente strumentale (con multona estorsiva) per un problema che esiste e che andrebbe sistemato in tutt'altro modo

    cfr
    http://punto-informatico.it//4226242/PI/News/antit...
    ( e concordo anche con quel che scrivi in quel thread )

    Se la UE non dormisse o non facesse razzate inutili come con M$ (tutti sappiamo che la questione era vietare il preinstallato ) si potrebbe spingere google a diminuire le forzate interdipendenze tra le app e libs del suo framework (codice non contratti)
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    > dai su che lo sai come stanno le cose...... e' un
    > azione puramente strumentale (con multona
    > estorsiva) per un problema che esiste e che
    > andrebbe sistemato in tutt'altro
    > modo

    ovvio che dietro c'è la volontà di colpire gli USA dove fa più male

    però c'è comunque un fondo di verità dietro

    risolvere il problema dell'abuso di posizione dominante non è semplice, in particolare quando ci sono di mezzo un mucchio di OEM

    > ( e concordo anche con quel che scrivi in quel
    > thread
    > )

    Yandex l'ha già fatto http://www.pcmag.com/article2/0,2817,2453635,00.as...

    > Se la UE non dormisse o non facesse razzate
    > inutili come con M$ (tutti sappiamo che la
    > questione era vietare il preinstallato ) si
    > potrebbe spingere google a diminuire le forzate
    > interdipendenze tra le app e libs del suo
    > framework (codice non
    > contratti)

    poi arrivano le vergini del libero mercato e ti bollano come comunista perchè t'intrometti nell'operato di un'azienda privata
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: bubba
    >
    > > dai su che lo sai come stanno le cose......
    > e'
    > un
    > > azione puramente strumentale (con multona
    > > estorsiva) per un problema che esiste e che
    > > andrebbe sistemato in tutt'altro
    > > modo
    >
    > ovvio che dietro c'è la volontà di colpire gli
    > USA dove fa più male
    eh appunto... degli Usa in se me ne frega il giusto... mi rode assai di piu' per le conseguenze collaterali (non ultimo il fatto che gli ex-urss ,in generale, in internet spadroneggiano come bulli )

    > però c'è comunque un fondo di verità dietro
    >
    > risolvere il problema dell'abuso di posizione
    > dominante non è semplice, in particolare quando
    > ci sono di mezzo un mucchio di
    > OEM
    vabbe', ma qui sappiamo che e' come se baidu o M$ si lamentassero per abuso di posizione dominante.... in realta vogliono aumentare la loro gia' obesta dominazione.. la cosa -utile per gli utenti e non per il culo di vodka- sarebbe forzare google a cavare un po' di quelle inutili interdipendenze nel suo pkg ...

    > > ( e concordo anche con quel che scrivi in
    > quel
    > > thread
    > > )
    >
    > Yandex l'ha già fatto
    > http://www.pcmag.com/article2/0,2817,2453635,00.as
    eh nel thread avevo citato infatti
    "
    (cfr http://thenextweb.com/mobile/2014/02/19/yandex-lau... + http://kit.yandex.com )
    "

    > > Se la UE non dormisse o non facesse razzate
    > > inutili come con M$ (tutti sappiamo che la
    > > questione era vietare il preinstallato ) si
    > > potrebbe spingere google a diminuire le
    > forzate
    > > interdipendenze tra le app e libs del suo
    > > framework (codice non
    > > contratti)
    >
    > poi arrivano le vergini del libero mercato e ti
    > bollano come comunista perchè t'intrometti
    > nell'operato di un'azienda
    > privata
    possibile... pero' l'antitrust e gli altri manipoli di burocrati a queste cose dovrebbero servire...Con la lingua fuori le cose speciose contrattuali invece che rimangano (se bigg per darti il brand 'android' vuole che ti installi tutta la suite o cose simili va bene... SE, naturalmente, AOSP continua com'e' sempre stato)


    PS (e OT): mi sa che domani ne leggeremo delle belle... Sarah "fiorellini educati" Sharp e ora Matthew "vi ficchiamo la merda UEFI secureboot" Garrett sono stanchi del vilipendio(?) e migrano altrove..... ovviamente Lennart "il cesso systemd" Poettering concorda... troppa volgaVita' su LKML..
    non+autenticato
  • per ora hanno chiesto a Google di adeguarsi alla sentenza, per cui se Google rimuovesse le forzature nei suoi contratti, potrebbe risolversi tutto facilmente

    > PS (e OT): mi sa che domani ne leggeremo delle
    > belle... Sarah "fiorellini educati" Sharp e ora
    > Matthew "vi ficchiamo la merda UEFI secureboot"
    > Garrett sono stanchi del vilipendio(?) e migrano
    > altrove..... ovviamente Lennart "il cesso
    > systemd" Poettering concorda... troppa volgaVita'
    > su
    > LKML..

    vabbè, ormai siamo al delirio ( specialmente femminista )

    l'amico dell'UEFI mi sa che ha compiuto la sua missione e adesso si ritira

    interessante che alcuni troll su HU si siano già messi in azione, ma sono riuscito a zittirli facendogli notare le cause legali intentate a Microsoft per molestie ed abusi sessuali, discriminazione e razzismo ( due in particolare sono quelle più significative )
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    >
    > PS (e OT): mi sa che domani ne leggeremo delle
    > belle... Sarah "fiorellini educati" Sharp e ora
    > Matthew "vi ficchiamo la merda UEFI secureboot"
    > Garrett sono stanchi del vilipendio(?) e migrano
    > altrove..... ovviamente Lennart "il cesso
    > systemd" Poettering concorda... troppa volgaVita'
    > su LKML..

    Mi hai incuriosito, non capivo di cosa stessi parlando e sono andato a leggere. Ma è la tipa di cui mesi fa avevamo parlato anche qui, quella che ha bocciato con LinusT! :-/
    Ohmioddio, nessuno l'ha ancora disintegrata, trasformandola in un turbine di atomi impazziti? Ho letto un po' del suo sito e per la m**onna, dietro la maschera della personcina benevola ed accomodante io vedo una spudorata control freak, una maniaca che ha le idee molto chiare su Come Le Cose Debbano Andare e vuole imporre a tutti la propria visione. Miele col veleno dentro, che schifezza!
    Izio01
    4149
  • - Scritto da: collione
    > risolvere il problema dell'abuso di posizione
    > dominante non è semplice, in particolare quando
    > ci sono di mezzo un mucchio di OEM

    Quale posizione dominante?

    Android raccoglie solo il 5% dei profitti del comparto.
  • - Scritto da: bradipao

    > Quale posizione dominante?
    >
    > Android raccoglie solo il 5% dei profitti del
    > comparto.

    ma ha quasi l'80% del market share
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > gli oligarchi della mafia russa.... complimentiSorride

    Non credo.
    In america ci sono due fazioni in lotta per il potere e secondo me una della due si è messa d'accordo con Putin. E' a loro che Putin adesso sta facendo un favore.
    non+autenticato