Claudio Tamburrino

Ryanair contro Google perché eDreams arriva prima

La compagnia aerea low cost accusa Google per il piazzamento dell'advertising sul motore di ricerca: una questione di AdWords, trasparenza, ma anche di accesso ai database

Roma - Ryanair ha accusato Google di non mostrare correttamente l'advertising per i propri voli e le relative offerte, confondendoli con quelli non a pagamento della compagnia che li offre.

Alcune società che operano nell'ambito dello screen-scraping, quei servizi che raccolgono i dati dalle pagine degli altri siti aggregandoli e promettendo di offrire all'utente la soluzione al prezzo minore, ed in particolare eDreams, sfrutterebbero il nome di Ryanair - attraverso sottodomini ad hoc e presumibilmente usando il suo nome come keyword di AdWords - ottenendo un piazzamento migliore del sito ufficiale di Ryanair tra le risposte ottenute dagli utenti alla digitazione di ricerca di voli della compagnia low cost.

La battaglia di Ryanair contro gli intermediari dei biglietti aerei, peraltro, si trascina già da qualche anno e la compagnia irlandese ha già denunciato direttamente diversi servizi di screen-scraping, aggiudicandosi una vittoria davanti alle corti tedesche proprio contro eDrams ed una nei confronti di PR Aviation BV davanti alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea: in questa sede Ryanair ha fatto valere i suoi diritti sui prezzi e sugli orari dei suoi voli, convincendo le istituzioni europee a regolarizzare l'accesso e l'utilizzo dei dati di un determinato sito sulle logiche della tutela dei database.
Nel caso specifico, inoltre, la questione non è limitata alla concorrenza ritenuta sleale da parte dei servizi di screen-scraping, ma alla mancanza di trasparenza garantita ai suoi utenti da parte del motore di ricerca Google: i netizen, a causa della presentazione dei risultati di ricerca da parte di Big G, potrebbero essere indotti a pensare che il risultato relativo a eDreams corrisponda a quello ufficiale di Ryanair.

Un problema anche per i consumatori, sottolinea la compagnia aerea, dal momento che il servizio di screen-scraping in alcuni paesi, come nelle versioni irlandese e britannica, non permette il check in online. L'acquisto dei biglietti tramite tali servizi, inoltre, non permette alla compagnia di riferimento di ottenere direttamente i dati dell'acquirente e quindi eventualmente di avvisarlo tempestivamente in caso di cambiamento dei dettagli relativi al volo.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • Diritto & InternetUE, diritti e doveri dei detentori di databaseUna denuncia di Ryanair spinge verso nuovi confini i diritti sui contenuti dei database online: la sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea potrebbe limitare anche l'accesso ai dati online e le attività dei servizi di comparazione dei prezzi
  • BusinessGoogle: utente loggato, pubblicità ad hocI dati degli utenti in comune fra Google e le aziende saranno sfruttati per recapitare pubblicità su misura. Mountain View insegue Facebook nel proporre advertising sempre più personalizzata sulla base degli interessi
  • Diritto & InternetAmazon, suggerimenti pericolosiLo store online è stato denunciato per violazione di marchio a causa dei risultati offerti dal suo motore di ricerca: è contraffazione proporre un prodotto simile a quello cercato dagli utenti?
1 Commenti alla Notizia Ryanair contro Google perché eDreams arriva prima
Ordina
  • ...stiamo parlando di cose serie, come l'aviazione civile. Mica di gabinetti a pagamento, posti in piedi o voli transcontinentali a 2€.
    Se fosse per loro, avrebbero abolito da tempo i diritti civili, la Carta dei Diritti dei Passeggeri del Trasporto Aereo ed il Regolamento UE 261/2004. Anzi, già lo fanno, contando sul fatto che per farti rimborsare 10€ non ti incaponisci ad intentare una causa in Irlanda (e già questa sarebbe una ulteriore violazione...).

    Poi si mettono a minacciare i comparatori perché confrontano i dati ed i prezzi (mica solo eDreams, che in molti punti gli assomiglia tanto...), ma non nel modo che vogliono loro... esempio classico di concorrenza ma applicata solo agli altri.

    I voli Ryanair van bene fino a 10€ per tratta, se devi volare esattamente dover arrivano. Per il resto meglio lasciarli perdere. (e cominciano ad essere in molti a lasciarli perdere, perché hanno cominciato ad introdurre la prenotazione del posto ed hanno cominciato a spostarsi sugli aeroporti principali, adeguando i prezzi).
    non+autenticato