Claudio Tamburrino

Volvo e le responsabilità per i veicoli driverless

La casa automobilistica preme affinché Washington adotti regole uniformi sulle auto senza pilota. Ed è pronta ad assumersi le colpe degli eventuali errori commessi dalle macchine

Roma - Volvo ha chiesto a Washington di intervenire sulla normativa relativa al settore delle auto senza pilota umano. A dirlo è direttamente il presidente e CEO di Volvo Cars Håkan Samuelsson, intervenuto negli Stati Uniti nel corso di un seminario organizzato presso l'Ambasciata svedese a Washington sul tema dell'automotive.


La casa automobilistica, nel dettaglio, afferma che l'attuale spezzatino normativo rischia di compromettere lo sviluppo di un settore terribilmente promettente: l'ambiguità comporta il rischio di vedere condotti test su strada non probanti e di non dare alle aziende la certezza necessaria alla commercializzazione di un nuovo prodotto.

Secondo VOlvo, in particolare, ci sarebbe bisogno di regole precise per quanto riguarda le responsabilità in caso di incidenti che coinvolgono le auto senza pilota, una delle questioni maggiormente sollevate dagli osservatori. Il problema è legato al fatto che è la logica di un algoritmo a prendere una decisione, non l'etica di un pilota. E che ci si può trovare di fronte a decisioni non prevedibili o razionalizzabili in fase di sviluppo.
Sul punto Volvo ha preso una posizione chiara: riferisce di essere pronta ad accettare la piena responsabilità in caso di incidente stradale di una delle sue auto senza pilota, nel momento in cui l'intervento umano sia escluso.

La casa automobilistica esprime così particolare fiducia rispetto al suo software: l'altro lato della medaglia è che esso viene tutelato attraverso DRM e che quindi considera qualsiasi tipo di attacco o violazione nei suoi confronti a sua volta un crimine in base al Digital Millennium Copyright Act (DMCA) ed al Computer Fraud and Abuse Act (CFAA), eliminando così alla radice la questione legale legata alla sicurezza informatica dei veicoli.

Sulla stessa linea di Volvo, peraltro, sembrano pronte a schierarsi anche Google e Mercedes.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàAuto senza pilota, incidenti di percorsoCon le sperimentazioni su strada ci sono i primi incidenti. Anche se mancano i dettagli, e si tratta probabilmente di scontri con minimi danni, si torna a discutere di responsabilità e scelte morali
  • AttualitàUSA, chi ha paura delle auto hi-tech?Azione legale collettiva contro tre grandi produttori automobilistici, rei, secondo l'accusa, di non aver informato adeguatamente i clienti sui rischi connessi agli apparati informatici integrati sui veicoli
44 Commenti alla Notizia Volvo e le responsabilità per i veicoli driverless
Ordina
  • - Scritto da: G,G
    > Cosa non capisci di "Volvo riferisce di essere
    > pronta ad accettare la piena responsabilità in
    > caso di incidente stradale"
    > ???

    A parole, non ti dice per esempio se ti farà un contratto alla vendita e per quanto tempio.

    > Oppure non hai letto nemmeno l'articolo e
    > commenti così tanto
    > per?

    Ho letto l'articolo ma un produttore non è tanto stupido da imbarcarsi in un terreno dove anche il più piccolo sbaglio milioni di persone gli possono far causa mandandolo al fallimento, sicuramente metterà le mani avanti e a certe condizioni a lui favorevoli.
    non+autenticato
  • Come marchio Volvo si è sempre distinta per la sicurezza.

    Tuttavia qualsiasi produttore potrà introdurre una furbata.
    Della serie responsabilità limitata per i primi 5 anni ,dopodiché nessun aggiornamento e far ricadere la colpa sul conducente dopo tale periodo.
    Di fatto dopo aver acquistato il veicolo, il produttore metterà una serie di vincoli che faranno ricadere quasi tutte le responsabilità sul proprietario.
    In questo modo potresti avere un veicolo alla smartphone maniera, ogni 5 anni la cambi con grande sfregamento di mani da parte del produttoreA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Come marchio Volvo si è sempre distinta per la
    > sicurezza.
    >
    > Tuttavia qualsiasi produttore potrà introdurre
    > una
    > furbata.
    > Della serie responsabilità limitata per i primi 5
    > anni ,dopodiché nessun aggiornamento e far
    > ricadere la colpa sul conducente dopo tale
    > periodo.
    > Di fatto dopo aver acquistato il veicolo, il
    > produttore metterà una serie di vincoli che
    > faranno ricadere quasi tutte le responsabilità
    > sul
    > proprietario.
    > In questo modo potresti avere un veicolo alla
    > smartphone maniera, ogni 5 anni la cambi con
    > grande sfregamento di mani da parte del
    > produttore
    >A bocca aperta

    E tutto questo te l'ha detto Håkan Samuelsson?
    Prozac
    5039
  • Semplice logica, le auto automatiche sono l'incentivo dei produttori per portare nuova linfa ai loro conti in banca convincendo privati e stati della bontà dei loro progetti.
    Una volta che questa cosa andrà in porto un produttore non è così stupido da imbarcarsi in una situazione dove al più piccolo errore mezzo mondo gli può far causa, sarebbe il suo fallimento.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Semplice logica

    Ah ok...
    La tua famosa logicaA bocca aperta

    Quindi, alla fine, è la solita fuffa...
    Bene.
    Prozac
    5039
  • - Scritto da: Prozac

    > Ah ok...
    > La tua famosa logicaA bocca aperta

    Già ma secondo te un produttore è talmente stupido da camminare su un campo minato.

    > Quindi, alla fine, è la solita fuffa...
    > Bene.

    No quindi alla fine sei un ingenuo, nessun produttore si andrà a mettere in un vicolo cieco tanto da mettere a rischio la propria esistenza al primo errore riscontrato.
    Oggi per un incidente l'unico responsabile è il conducente.
    In un veicolo a guida automatica tutta la responsabilità sarebbe riconducibile al produttore, significa che per un errore software, sensori facilmente ingannabili o tentativi di hacking esterni (che sicuramente ci saranno) il produttore si vedrà avanti una valanga di cause che lo porterà alla bancarotta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: Prozac
    >
    > > Ah ok...
    > > La tua famosa logicaA bocca aperta
    >
    > Già ma secondo te un produttore è talmente
    > stupido da camminare su un campo
    > minato.
    >
    > > Quindi, alla fine, è la solita fuffa...
    > > Bene.
    >
    > No quindi alla fine sei un ingenuo, nessun
    > produttore si andrà a mettere in un vicolo cieco
    > tanto da mettere a rischio la propria esistenza
    > al primo errore
    > riscontrato.
    > Oggi per un incidente l'unico responsabile è il
    > conducente.
    > In un veicolo a guida automatica tutta la
    > responsabilità sarebbe riconducibile al
    > produttore, significa che per un errore software,
    > sensori facilmente ingannabili o tentativi di
    > hacking esterni (che sicuramente ci saranno) il
    > produttore si vedrà avanti una valanga di cause
    > che lo porterà alla
    > bancarotta.

    Non l'ha letto l'articolo, vero?
    Prozac
    5039
  • Eh beh certo, tu fidati pure di quello che ti dice il produttore a PAROLE prima della messa sul mercato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Eh beh certo, tu fidati pure di quello che ti
    > dice il produttore a PAROLE prima della messa sul
    > mercato.

    Se l'avessi letto non avresti scritto certe cose... Perché sono cose che ha già detto il CEO di Volvo
    Prozac
    5039
  • Ma tu qualche domanda non te la fai mai oppure stai sempre dietro a quello che ti dice chi ti vuol vendere qualcosa ?
    Della serie non ti chiedi come mai un produttore si dovrebbe accollare una responsabilità che prima non aveva e che in caso di problemi lo può portare sul lastrico ? Perchè mai dovrebbe esporsi cos' tanto ?

    Boh a volte pare di avere a che fare con degli automi, non pensate con la vostra testa ,non vi ponete una domanda ,state con quello che vi dice dando piena fiducia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Ma tu qualche domanda non te la fai mai oppure
    > stai sempre dietro a quello che ti dice chi ti
    > vuol vendere qualcosa
    > ?
    > Della serie non ti chiedi come mai un produttore
    > si dovrebbe accollare una responsabilità che
    > prima non aveva e che in caso di problemi lo può
    > portare sul lastrico ? Perchè mai dovrebbe
    > esporsi cos' tanto
    > ?
    >
    > Boh a volte pare di avere a che fare con degli
    > automi, non pensate con la vostra testa ,non vi
    > ponete una domanda ,state con quello che vi dice
    > dando piena
    > fiducia.

    Rileggi l'articolo che non l'hai capito
    Prozac
    5039
  • Si certo Prozac lo fanno perché sono interessati al bene dell'umanità e solo a quello,mica al loro portafogliA bocca aperta

    Ah questi benefattori con le ali d'angeloA bocca aperta
    non+autenticato
  • Non avrò bisogno di pagare un assicurazione!
    G%2cG
    339
  • - Scritto da: G,G
    > Non avrò bisogno di pagare un assicurazione!

    Infatti l'assicurazione la paghera' la casa costruttrice.
    Tu paghi solo la macchina.
    Esattamente come adesso funziona per gli autonoleggi o il car sharing.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Infatti l'assicurazione la paghera' la casa
    > costruttrice.
    > Tu paghi solo la macchina.

    Te lo puoi scordare, il produttore non si accollerà questa spesa
    Le assicurazioni non avranno alcuna intenzione di ridurre i loro i guadagni, di fatto sono la controparte delle banche in quel settore.
    Probabilmente slegheranno la capacità assicurativa dalle capacità del veicolo di non fare incidenti (cosa tutta da dimostrare poi) e la metteranno come tassa, come il bollo.
    Probabilmente l'assicurazione aumenterà sia perché loro non si fidano sia perché quelle auto saranno hackerabili.

    > Esattamente come adesso funziona per gli
    > autonoleggi o il car
    > sharing.

    Quelle non sono di tue proprietà, è diverso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Infatti l'assicurazione la paghera' la casa
    > > costruttrice.
    > > Tu paghi solo la macchina.
    >
    > Te lo puoi scordare, il produttore non si
    > accollerà questa
    > spesa

    Il produttore paghera' eventuali danni in solido, allora.

    > Le assicurazioni non avranno alcuna intenzione di
    > ridurre i loro i guadagni, di fatto sono la
    > controparte delle banche in quel
    > settore.

    Le assicurazioni RCA sono normate dalle leggi, e le leggi si possono cambiare.

    > Probabilmente slegheranno la capacità
    > assicurativa dalle capacità del veicolo di non
    > fare incidenti (cosa tutta da dimostrare poi) e
    > la metteranno come tassa, come il
    > bollo.

    Facciano un po' come vogliono.

    > Probabilmente l'assicurazione aumenterà sia
    > perché loro non si fidano sia perché quelle auto
    > saranno
    > hackerabili.

    Alla fine saranno i dati statistici a determinare il mercato.

    > > Esattamente come adesso funziona per gli
    > > autonoleggi o il car
    > > sharing.
    >
    > Quelle non sono di tue proprietà, è diverso.

    Se un mio pianoforte ti cade in testa, io devo pagarti i danni.
    Se sono assicurato giro la pratica all'assicurazione.
    Se non lo sono, pago.

    Poi mi rifaro' a mia volta su chi ha causato la caduta del pianoforte sulla tua testa.

    Con le auto a guida automatica sara' uguale.
    Il proprietario risponde dei danni causati dal suo veicolo.
    Poi si rifara' sulla casa costruttrice, sull'hacker, sul comune che non ha segnalato la curva, etc...

    Le leggi ci sono gia'.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Le assicurazioni RCA sono normate dalle leggi, e
    > le leggi si possono
    > cambiare.

    Leggi approvate da burocrati che reggono il loro gioco, ne è un esempio il loro costo che non scende mai sotto una soglia che non è mai minima.

    > Facciano un po' come vogliono.

    Infatti lo faranno, come hanno sempre fatto.

    > Alla fine saranno i dati statistici a determinare
    > il
    > mercato.

    Sono i poteri forti a determinare il mercato.

    > Se un mio pianoforte ti cade in testa, io devo
    > pagarti i
    > danni.

    Nella realtà uno muore sul colpo, visto il suo peso
    Poi cosa te ne fai si un risarcimento in denaro se quella persona non c'è più ?

    > Con le auto a guida automatica sara' uguale.
    > Il proprietario risponde dei danni causati dal
    > suo
    > veicolo.
    > Poi si rifara' sulla casa costruttrice

    Magari solo in minima parte, sicuramente all'atto dell'acquisto di faranno firmare un contratto a loro favorevole

    > sull'hacker, sul comune che non ha segnalato la
    > curva,
    > etc...
    >
    > Le leggi ci sono gia'.

    Secondo te il produttore è talmente stupido da imbarcarsi in un terreno dove per ogni stupidaggine gli possono far causa e mandarli al fallimento ? Dai su...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Infatti l'assicurazione la paghera' la casa
    > > costruttrice.
    > > Tu paghi solo la macchina.
    >
    > Te lo puoi scordare, il produttore non si
    > accollerà questa
    > spesa

    Se le accolleranno invece, perché le auto driverless verrano lanciate anche come servizio taxi, e i proprietari delle flotte, Uber o Google che siano, contratteranno con le società assicuratrici delle coperture in blocco dalla loro posizione, che non è quella del singolo assicurato. Le case automobilistiche tradizionali dovranno adeguarsi: è stato già calcolato che il prezzo del servizio di taxi driverless sarà inferiore al mantenimento dell'auto di proprietà (http://www.businessinsider.com/why-uber-is-investi...). Le società assicuratrici non potranno modificare la rotta che la tecnologia e il mercato imprimono alla storia, queste battaglie non le perdono solo i lavoratori, ma anche le grandi compagnie, è già successo mille volte e succederà di nuovo. Gli sviluppatori della migliore tecnologia driverless alla fine si accaparrerranno tutti i profitti e non resterà niente per nessuno, assicurazioni, tassisti ed indotto compresi (meccanici, elettrauto, gommisti, benzinai, etc etc).
  • - Scritto da: Luke1

    > Se le accolleranno invece, perché le auto
    > driverless verrano lanciate anche come servizio
    > taxi, e i proprietari delle flotte, Uber o Google
    > che siano, contratteranno con le società
    > assicuratrici delle coperture in blocco dalla
    > loro posizione, che non è quella del singolo
    > assicurato.

    Il privato è diverso.

    > Le case automobilistiche tradizionali
    > dovranno adeguarsi: è stato già calcolato che il
    > prezzo del servizio di taxi driverless sarà
    > inferiore al mantenimento dell'auto di proprietà
    > (http://www.businessinsider.com/why-uber-is-invest

    E quindi secondo te l'auto di proprietà non ci sarà più ?
    Tutti ad aspettare per strada ? Poco veritiero...

    "Le società assicuratrici non potranno modificare la rotta che la tecnologia e il mercato imprimono alla storia, queste battaglie non le perdono solo i lavoratori, ma anche le grandi compagnie, è già successo mille volte e succederà di nuovo."

    No le grandi compagnie non le perdono.
    Credi veramente che uno dei poteri forti se ne stia li in un angolo a veder ridotti o azzerati i propri guadagni ?
    Aumenteranno il premio perché :

    1) non si fidano

    2) sono auto che possono essere manomesse o i suoi sensori ingannati

    3) non vogliono pagare per i produttori

    Si metteranno in una posizione tale da avere 100 paracaduti a loro favore.

    "Gli sviluppatori della migliore tecnologia driverless alla fine si accaparrerranno tutti i profitti e non resterà niente per nessuno, assicurazioni, tassisti ed indotto compresi (meccanici, elettrauto, gommisti, benzinai, etc etc)."

    Le assicurazioni sono come le banche ,hanno un potere enorme , non le farai mai fesse.

    Meccanici ,elettrauti, gommisti ci saranno sempre , quelle auto sono a pilota automatico, non saranno più affidabili di quelle che ci sono ora, saranno soggette a guasti e rotture ,qualcuno dovrà per forza ripararle.

    Tali professioni verranno robotizzate ? Possibile, poi però succede una piccola cosa , molti si troveranno senza un lavoro e questa cosa è destinata a crescere e creerà molto ma molto malcontento...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype

    >
    > Tali professioni verranno robotizzate ?
    > Possibile, poi però succede una piccola cosa ,
    > molti si troveranno senza un lavoro e questa cosa
    > è destinata a crescere e creerà molto ma molto
    > malcontento...

    Questo malcontento lo vedi solo tu.
    Io vedo invece un sacco di gente frustrata e incattivita per dover andare tutti i giorni a fare un lavoro che spesso odiano.
    E altri che invece sono frustrati e incattiviti perche' il lavoro non lo trovano.

    La societa' basata sul lavoro si sta dimosrando fallimentare.

    Il futuro dell'automazione totale risolvera' la schiavitu' del lavoro manuale: l'uomo non e' fatto per fare fatica, l'uomo ha un cervello che pensa!
  • - Scritto da: panda rossa

    > Questo malcontento lo vedi solo tu.

    Mi stai dicendo che se lunedi ti licenziano e non trovi più lavoro stappi una bottiglia di spumante ?
    E' abbastanza facile pensare cosa succede se molti perdono il lavoro ma l'economia non cambia di una virgola.
    Quello che dici tu va bene se nel frattempo cambia l'economia e la società ,le cose però non stanno andando in quella direzione.
    Comunque entro quanto prevedi questa bellissima società in cui nessuno lavora e vivrà come un re ? 10 anni ? 20 anni ? 100 ? quanto ?

    > Io vedo invece un sacco di gente frustrata e
    > incattivita per dover andare tutti i giorni a
    > fare un lavoro che spesso
    > odiano.
    > E altri che invece sono frustrati e incattiviti
    > perche' il lavoro non lo
    > trovano.

    Appunto e mi stai dicendo che rendere tutti più disoccupati dovrebbe migliorare la situazione ? Da i su...

    > La societa' basata sul lavoro si sta dimosrando
    > fallimentare.

    Su questo sono perfettamente d'accordo ,come è fallimentare basarsi unicamente su un tipo di economia capitalistico e votato alla speculazione per rendere ancora più ricchi l'1% del genere umano.
    Peccato che quello che tu auspichi vada proprio in quella direzione.

    > Il futuro dell'automazione totale risolvera' la
    > schiavitu' del lavoro manuale: l'uomo non e'
    > fatto per fare fatica, l'uomo ha un cervello che
    > pensa!

    Chi ha il potere nelle proprie mani userà l'automazione come una clava, ti garantisco che i suoi progetti sono molto ma molto distanti dal bene comune per il popolo umano , chi ha questo potere ne vuole ancora di più e tenderà a schiavizzare il genere umano con ogni mezzo, compreso quello di farglielo passare come una cosa a suo vantaggio quando in realtà non è così.
    Parlo di una categoria di persone a cui non frega una mazza se domani metà del genere umano muore di fame, per loro è una cosa assolutamente normale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Questo malcontento lo vedi solo tu.
    >
    > Mi stai dicendo che se lunedi ti licenziano e non
    > trovi più lavoro stappi una bottiglia di spumante
    > ?

    Una bottiglia non la stapperei, ma avrei il tempo per dedicarmi ad alcune cose che per colpa del lavoro ho dovuto accantonare.
    E poi potrei anche accettare l'offerta di alcune consulenze.
    Il probleme e' solo il tempo.

    > E' abbastanza facile pensare cosa succede se
    > molti perdono il lavoro ma l'economia non cambia
    > di una virgola.

    Ovviamente l'economia cambiera'. Si abbasseranno via via i costi di produzione fino ad arrivare a zero.

    > Quello che dici tu va bene se nel frattempo
    > cambia l'economia e la società ,le cose però non
    > stanno andando in quella direzione.

    Invece si.
    Guarda il prezzo dei prodotti: cala sempre di piu'.

    > Comunque entro quanto prevedi questa bellissima
    > società in cui nessuno lavora e vivrà come un re
    > ? 10 anni ? 20 anni ? 100 ? quanto ?

    Io credo che ci vorra' una cinquantina d'anni.

    > > Io vedo invece un sacco di gente frustrata e
    > > incattivita per dover andare tutti i giorni a
    > > fare un lavoro che spesso
    > > odiano.
    > > E altri che invece sono frustrati e
    > incattiviti
    > > perche' il lavoro non lo
    > > trovano.
    >
    > Appunto e mi stai dicendo che rendere tutti più
    > disoccupati dovrebbe migliorare la situazione ?

    Non disoccupati ma LIBERI.

    Ti sto dicendo che se tutti avessero in tasca una american express gold, senza limite di spesa, la situazione sarebbe miglione, no?
    Ecco.
    Quando tutto sara' gratuito, sara' come avere quella carta di credito in tasca.

    > Dai su...

    > > La societa' basata sul lavoro si sta
    > dimosrando
    > > fallimentare.
    >
    > Su questo sono perfettamente d'accordo ,come è
    > fallimentare basarsi unicamente su un tipo di
    > economia capitalistico e votato alla speculazione
    > per rendere ancora più ricchi l'1% del genere
    > umano.
    > Peccato che quello che tu auspichi vada proprio
    > in quella direzione.

    Va nella direzione opposta: rendera' ricco il 100$ del genere umano.

    > > Il futuro dell'automazione totale risolvera'
    > la
    > > schiavitu' del lavoro manuale: l'uomo non e'
    > > fatto per fare fatica, l'uomo ha un cervello
    > che
    > > pensa!
    >
    > Chi ha il potere nelle proprie mani userà
    > l'automazione come una clava, ti garantisco che i
    > suoi progetti sono molto ma molto distanti dal
    > bene comune per il popolo umano , chi ha questo
    > potere ne vuole ancora di più e tenderà a
    > schiavizzare il genere umano con ogni mezzo,
    > compreso quello di farglielo passare come una
    > cosa a suo vantaggio quando in realtà non è
    > così.

    500 anni fa le carte geografiche erano una conoscenza che dava un potere immenso: consentiva di vincere le guerre.
    Oggi tutti abbiamo in tasca la piu' precisa delle carte geografiche, e a quale costo? Zero!
    Il potere non puo' fermare la conoscenza condivisa.

    > Parlo di una categoria di persone a cui non frega
    > una mazza se domani metà del genere umano muore
    > di fame, per loro è una cosa assolutamente
    > normale.

    Gran parte del genere umano oggi soffre la fame, soffre le guerre e annega nelle traversate del mediterraneo, e a quasi nessuno frega qualcosa.
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: panda rossa

    > Chi ha il potere nelle proprie mani userà
    > l'automazione come una clava, ti garantisco che i
    > suoi progetti sono molto ma molto distanti dal
    > bene comune per il popolo umano , chi ha questo
    > potere ne vuole ancora di più e tenderà a
    > schiavizzare il genere umano con ogni mezzo,
    > compreso quello di farglielo passare come una
    > cosa a suo vantaggio quando in realtà non è
    > così.
    > Parlo di una categoria di persone a cui non frega
    > una mazza se domani metà del genere umano muore
    > di fame, per loro è una cosa assolutamente
    > normale.

    Sbaglio o io e Vladmir ti avevamo chiesto di non dirlo in giro ?
    non+autenticato