Alfonso Maruccia

Smartphone Android, la sicurezza costa

Da GranitePhone a Blackphone 2, passando per BlackBerry Priv, il mercato di dispositivi Android votati alle comunicazioni sicure si fa sempre più ricco di proposte, e tutte hanno in comune almeno una cosa: il costo elevato rispetto ai terminali ordinari

« Indietro
Foto 1 di 6

Roma - La sicurezza è una leva di mercato anche nel mondo dei gadget mobile basati sull'OS di Google, una società che fa un business dell'utente e delle sue preferenze: il numero di aziende che propongono terminali Android "messi in sicurezza" cresce, così come lievitano i prezzi dei suddetti dispositivi. Perché la sicurezza costa, dice il creatore di PGP.


Fra le nuove proposte di terminali sicuri c'è ad esempio GranitePhone, un cellulare con specifiche tecniche non certo estreme (SoC Snapdragon 615, display da 5" Full HD, 2 Gigabyte di RAM, 16GB di storage interno) e l'aggiunta di GraniteOS, un fork di Android progettato per criptare chiamate vocali, chat testuali e contatti attraverso la piattaforma Sikur. Il costo del terminale? 850 dollari.

Il prezzo è oggettivamente eccessivo, dal punto di vista del consumatore medio, ma stando a quanto sostiene Phil Zimmermann circola questa "strana idea" che la privacy debba essere gratis. E invece gratis non è, dice ancora il creatore di Pretty Good Privacy (PGP), come dimostrano gli 800 dollari necessari ad acquistare un esemplare di Blackphone 2.

Il nuovo terminale sicuro di Silent Circle offre una serie di meccanismi di sicurezza e anti-tracciamento sia attivi che passivi, ma anche l'uso di un sistema operativo "rafforzato" contro i tentativi di abuso della privacy non potrà mai - dice ancora Zimmermann - mettere le comunicazioni dell'utente completamente al riparo dalle capacità di spionaggio delle agenzie di intelligence (NSA, GCHQ ecc).

I terminali sicuri possono suscitare l'interesse degli utenti professionali, e ai professionisti si rivolge BlackBerry con Priv, il suo primo terminale basato su Android: il CEO dell'azienda canadese ipotizza la possibilità di riconvertire il business all'adozione esclusiva dell'OS di Google, o addirittura di uscire completamente dal mercato dell'hardware androide nel caso in cui gli affari non migliorassero nel giro di un anno.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • SicurezzaBlackphone aveva una fallaAnche il telefono più blindato è vulnerabile. Ma a tutelare gli utenti c'è una disclosure responsabile, a cui è seguita la pronta reazione degli sviluppatori
  • TecnologiaBlackBerry, futuro androideL'azienda canadese incamera l'ennesimo trimestre negativo, preparandosi altresì a un futuro che parla la lingua di Google. Blackberry rilascerà presto un terminale Android, anche se non sarà il solito Android
3 Commenti alla Notizia Smartphone Android, la sicurezza costa
Ordina