PremoBox: inizia il crowdfunding

di R. Premoli - La PremoBox č pronta per il mercato, per offrire agli utenti la propria indipendenza in Rete. Al via la campagna Indiegogo

Roma - Prosegue l'avventura della PremoBox: completati positivamente i lunghi mesi di test, rifinita fino "all'ultima vite" la parte estetica e portato il software di gestione alla "1.0", è ora la volta di saggiare la risposta dell'utenza potenziale con una campagna di finanziamento su Indiegogo.


Ci eravamo lasciati il mese scorso con il racconto dell'evoluzione di PremoBox e degli ostacoli incontrati lungo la strada che da una idea iniziale ha portato ad un prodotto finito. Č venuto il momento di proporre l'oggetto finito ad un pubblico il più vasto possibile, usando un mezzo che ormai è eletto come chiave del successo di svariati progetti e cioè il finanziamento popolare, anglofonicamente noto come crowdfunding.

PremoBox

Ricordiamo la configurazione hardware:
CPU dualcore ARMv7
GPU dualcore MALI400
1 PORTA HDMI
1 PORTA SATA
1 PORTA INFRAROSSI
2 PORTE WIFI (opzionali)
3 PORTE LAN
5 PORTE USB
TASTO DI ACCENSIONE/SPEGNIMENTO
ALIMENTAZIONE 5V
Il basso numero di pezzi disponibili ha imposto severe scelte in fase di offerta: sono solo 12 le PremoBox proposte nella campagna. Una scelta di questo tipo può lasciare perplessi, in quanto garantisce solo il soddisfacimento dei più veloci ma d'altro canto consente di raggiungere quasi certamente l'obiettivo molto modesto di 2358 euro. Lo scopo della campagna è di dare un po' di "fiato" monetario al progetto e far "girare la voce" sull'esistenza delle PremoBox, nella speranza di un investitore-distributore che faccia un ordine consistente di qualche centinaio di pezzi, cosa che permetterebbe al progetto di uscire dal suo ambito amatoriale.

PremoBox

Per facilitare al massimo il successo della campagna sono stati offerti dei perks con prezzi molto aggressivi che vanno dai 179 ai 219 euro in base alla configurazione scelta.
Premobox è offerta in 4 versioni:
0 wifi: 179 Euro
1 wifi: 189 Euro
2 wifi: 199 Euro
versione 2 wifi "top": 219 Euro

Mentre nelle prime tre versioni sono a carico dell'utente lo scaricamento della ISO del sistema operativo e le attività di "masterizzazione" della uSD, nella versione "top" tali attività sono già state eseguite quindi si tratta di una versione accendi e funziona. Da notare che a bordo della "top" è già precaricato anche il tool di gestione mentre per le altre versioni esso verrà spedito all'indirizzo mail dell'acquirente contestualmente alla spedizione della PremoBox. Si sta valutando l'opportunità di realizzare un file torrent per consentire la condivisione della ISO contenente sia il Sistema Operativo che il tool di gestione, allo scopo di semplificare al massimo la vita dell'utente finale che non opti per l'acquisto della "top".

PremoBox

La disponibilità del PBCT (PremoBox Configuration Tool) consente la configurazione dei vari aspetti "di rete" come l'impostazione degli indirizzi di rete dinamici o statici, l'attivazione di servizi come Access Point, DHCP ecc. Ma il vero vantaggio è rappresentato dalla tre funzioni avanzate, cioè la possibilità di attivare la navigazione anonima tramite TOR, la presenza del servizio di Parental Control e possibilità di consentire o bloccare la comunicazione tra le varie porte. Combinati insieme, questi tre servizi permettono in pochi secondi di configurare la PremoBox per essere il "centro stella" della casa o dell'ufficio, presentandosi quindi come facile strumento per situazioni SoHo e dato che le dimensioni sono veramente compatte (29x65x105mm) sarà molto facile trovarle un posticino anche in situazioni povere di spazio. Chiudiamo ricordando che la PremoBox è a tutti gli effetti un PC con GNU/Linux a bordo (la distro scelta è Cubian, cioè una Debian con minime modifiche): l'utente ha il pieno controllo sui programmi installabili, potendo quindi realizzare la configurazione software che meglio soddisfa le proprie esigenze.

Roberto Premoli
info@premobard.com
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia PremoBox: inizia il crowdfunding
Ordina
  • Con quello che costa preferisco prendere una soekris che e' pensata come apparato di rete/server headless anziche' una scheda di espansione che, tramite bus usb (2.0), si attacca prevalentemente a schedine pensate perlopiu' per fare da mediacenter o nettop.
    non+autenticato
  • Ma il crowdfunding non è da fare prima di realizzare il prodotto finito? a che serve farne uno alla fine? Se vuoi usarlo come indicatore di interesse nel prodotto per vedere se alla fine vale la pena di realizzarlo e finanziarlo, va fatto prima. Non ha una logica fatto alla fine. Non ha nemmeno senso questa board se hai un box soekris.
    Comunque, forse, lo si poteva presentare alla Maker Faire di Roma. Non gli avrebbe garantito il successo ma sicuramente qualcuno disposto a comprarla lo si trovava.
    non+autenticato
  • >Ma il crowdfunding non è da fare prima di realizzare il prodotto finito?

    Non necessariamente.

    >a che serve farne uno alla fine? Se vuoi usarlo come indicatore
    >di interesse nel prodotto per vedere se alla fine vale la pena
    >di realizzarlo e finanziarlo, va fatto prima. Non ha una logica
    >fatto alla fine.

    Al posto di fare un prototipo ne sono stati fatti venti.

    >Non ha nemmeno senso questa board se hai un box soekris.

    Non ha senso nemmeno Comprare una laborghini se si ha gia una ferrari.

    >Comunque, forse, lo si poteva presentare alla Maker Faire di Roma.
    >Non gli avrebbe garantito il successo ma sicuramente qualcuno disposto a comprarla lo si trovava.

    La premobox e' stata offerta ai selezionatori che l'hanno rifiutata.
    non+autenticato
  • >
    > La premobox e' stata offerta ai selezionatori che
    > l'hanno
    > rifiutata.

    Oddio. E come mai? ci sarà stata una ragione quale?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tom
    > >
    > > La premobox e' stata offerta ai
    > selez
    > che
    > > l'hanno
    > > rifiutata.
    >
    > Oddio. E come mai? ci sarà stata una ragione
    > quale?

    Dear maker,
    we regret to inform you that due to lack of exhibit space and cancellations from other makers we weren't able to accept all the projects of the waiting list. Your project unfortunately will not be able to participate to Maker Faire Rome:
    non+autenticato
  • Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo una Zbox che mi piace molto di più ed è più ricca nei contenutiSorride
    non+autenticato
  • anche io ho una zbox di cui sono pienamente soddisfatto, per cui al momento non cerco altro (ho anche un raspberry 2 tra l'altro); forse un anno fa lo avrei preso per rimpiazzare il vecchio seagate dockstar (limitato dai soli 128MB di RAM), ma il prezzo è un po' alto, anche se offre diverse cose in più.
  • Hai quello con I3 ?

    a 150 Euro ci trovi quello senza WIFI e comunque un minimo di espansione interna te la daSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo
    > una Zbox

    Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo
    una Zbox xbox (si lo so gli scopi sono differenti Indiavolato)

    Soluzione carina ma per quella cifra + 50 euro mi prendo
    un portatite dell con ubuntu preinstallato IndiavolatoIndiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lupo cattivo

    > Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo
    > una Zbox xbox (si lo so gli scopi sono
    > differenti
    >Indiavolato)

    Ha senso solo se sei un videogiocatore e hai un bel po' di limiti...

    > Soluzione carina ma per quella cifra + 50 euro mi
    > prendo
    > un portatite dell con ubuntu preinstallato IndiavolatoIndiavolato

    Si parlava comunque di minicomputer...
    non+autenticato
  • > Si parlava comunque di minicomputer...


    Che differenza fa? il portatile non e' un computer? hanno sempre bisogno di una presa di corrente e di certo non te li porti in giro non avendo ne schermo ne tastiera
    L'unico vantaggio e' lo spazio di installazione se riesci a metterla dentro in una scatola nel muro e 5 euro max di corrente se sono accesi 24 hr al giorno ogni anno, ecco perche' a quel prezzo e' molto meglio un pc portatile ed e' 100.000 volte piu' versatile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lupo cattivo
    > > Si parlava comunque di minicomputer...
    >
    >
    > Che differenza fa? il portatile non e' un
    > computer? hanno sempre bisogno di una presa di
    > corrente e di certo non te li porti in giro non
    > avendo ne schermo ne tastiera
    > L'unico vantaggio e' lo spazio di installazione
    > se riesci a metterla dentro in una scatola nel
    > muro e 5 euro max di corrente se sono accesi 24
    > hr al giorno ogni anno, ecco perche' a quel
    > prezzo e' molto meglio un pc portatile ed e'
    > 100.000 volte piu' versatile.

    si ricordi di aggiungere le porte usb, le porte di rete e le wifi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: Lupo cattivo
    >
    > > Soluzione carina ma per quella cifra ci prendo
    > > una Zbox xbox (si lo so gli scopi sono
    > > differenti
    > >Indiavolato)
    >
    > Ha senso solo se sei un videogiocatore e hai un
    > bel po' di
    > limiti...
    >
    > > Soluzione carina ma per quella cifra + 50 euro
    > mi
    > > prendo
    > > un portatite dell con ubuntu preinstallato Indiavolato
    >Indiavolato
    >
    > Si parlava comunque di minicomputer...

    Piacciono solo a te. Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Piacciono anche a me e di reti dopo anni e anni di esperienza sono diventato modestamente un vero esperto. Occhiolino
    non+autenticato