Gaia Bottà

Google e il tempo libero degli studenti

Who's Down è una applicazione dedicata alle comitive di amici, pensata per organizzare attività e trasformare l'inattività in intrattenimento

Roma - Rivolta per ora ai soli studenti, disponibile su invito, Google ha messo a disposizione Who's Down, un'applicazione per organizzare il tempo libero e condividerlo con congreghe di amici: Mountain View riparte dai giovani per le proprie ambizioni social.


L'applicazione, presente su Play Store e su App Store ma attivabile per ora solo con un sistema di inviti presumibilmente rivolti al solo pubblico statunitense, si propone come una soluzione per gestire il tempo libero organizzando attività offline: l'utente può dichiararsi libero, e il proprio nome figurerà per tre ore nella lista degli amici in cerca di compagnia. È altresì possibile mostrarsi propositivi: oltre a dichiarare la propria disponibilità si possono avanzare suggerimenti per le attività da organizzare digitando la propria proposta o scegliendo fra le attività contemplate da Google, come una partita a bowling o uno spuntino.

Nel momento in cui si riceva un'adesione alla propria proposta o un segnale di interesse per intrattenersi in compagnia, Who's Down invia una notifica a partire dalla quale si può avviare una sessione di chat per confrontarsi sui dettagli logistici dell'incontro, conversazione che verrà cancellata dopo 24 ore.
L'accesso all'applicazione è per ora limitato a coloro che possano indicare il nome di un'istituzione accademica in abbinamento al proprio profilo. Sono notoriamente gli studenti a godere di intervalli di tempo libero da condividere in compagnia nel corso della giornata, e proprio dagli studenti Google intende partire per misurare le proprie potenzialità con uno strumento per l'organizzazione improvvisata di stralci del quotidiano, mettendosi in competizione con numerose app analoghe e offrendo un'alternativa mirata all'affollato mercato della messaggistica.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • TecnologiaMicrosoft, tracciamento per amici?Redmond starebbe lavorando a People Sense, una applicazione dedicata alla localizzazione dei propri contatti e alla comunicazione, ora in fase di testing
  • TecnologiaFacebook, amici tracciabiliLa funzione sarà opzionale e la posizione condivisa con amici selezionati sarà approssimativa. A meno che non si scelga il contrario. Il servizio sarà attivo a breve negli USA e non prevede pubblicità
  • TecnologiaGoogle Maps, aggiornamento androideNuova versione delle mappe di BigG: dalle recensioni su Zagat alla ricerca per immagini, il nuovo design sbarcherà prossimamante anche su iOS. Ma con l'addio a Latitude